Getty Images

Inter, Spalletti: "Nainggolan non è fuori rosa, salta solo il match con il Napoli"

Spalletti: "Nainggolan non è fuori rosa, salta solo il Napoli. Rispettare le regole è importante"

Il 25/12/2018 alle 14:48Aggiornato Il 25/12/2018 alle 15:38

Intervistato da Inter Tv alla vigilia della sfida contro il Napoli, Spalletti fa chiarezza riguardo Nainggolan e la sua punizione: "Mi spiace non avere Radja perché è un fortissimo, ma le regole in una squadra sono importanti come il pallone. Non è fuori rosa, solo fuori da questa partita. A volte si cerca il colpevole, ma noi dipendiamo e siamo l'Inter di Zhang ed è lui che ha preso tale scelta".

In casa Inter si dovrebbe pensare al Napoli e a una sfida che - se vinta - potrebbe ridare slancio a un mese di dicembre avaro di soddisfazioni (1 vittoria, 3 pareggi, 1 sconfitta e la beffarda eliminazione ai gironi di Champions League), invece ad attrarre tutta l’attenzione è il caso Radja Nainggolan e la punizione che la dirigenza nerazzurra ha voluto comminare al Ninja dopo il ritardo nell’allenamento post trasferta con il Chievo. A fare chiarezza sulla questione, in una lunga intervista della vigilia al canale ufficiale nerazzurro ci ha pensato anche il tecnico Luciano Spalletti che ha smorzato un po’ gli animi, spiegando come la decisione sia stata presa da Zhang in persona ma facendo chiaramente intendere anche che già sabato a Empoli il centrocampista belga tornerà nell’elenco dei convocati.

" Ci spiace non avere Radja perché è un giocatore fortissimo, ma le regole in una squadra sono importanti come il pallone. Non è fuori rosa, fuori da questa partita poi si allena e tornerà a far parte del gruppo. A volte si cerca il colpevole ma noi dipendiamo e siamo l'Inter di Zhang ed è l'Inter di Zhang che ha presto questa decisione e io devo far rispettare le regole. Ma dopo questi 2-3 giorni Nainggolan farà di nuovo parte della squadra e aspettiamo il suo contributo"

"Ancelotti fa un po' paura, le ha viste tutte: servirà intelligenza"

Riguardo alla sfida contro i partenopei, che se vinta può riaprire la rincorsa al secondo posto che appare al momento chiusa, Spalletti ammette di non fidarsi di Ancelotti:

" Dobbiamo giocare senza impeto ma con intelligenza, sapere quando andare ad affondare i colpi. Ancelotti è uno dei migliori se non il migliore in Italia e ha saputo ottimizzare il buon lavoro fatto da Sarri mettendoci la sua esperienza e creando una macchina precisa. Differenze fra il Napoli di Ancelotti e quello di Sarri? Quello di Sarri era un calcio fatto più di schemi e ripetitività di azioni, anche in velocità e simili, poi quando c'era la possibilità di entrare si trovavano degli spazi. Ancelotti sceglie più il momento di quando aggredirti o quando lasciarti campo. Sono due filosofie diverse ma pericolose entrambe. Ancelotti fa un po' di paura perché è veramente uno che le ha vissute tutte, conosce la materia e sa quando è il momento di attaccare o difendere. "

Sulla formazione, al posto di Nainggolan dovrebbe agire Joao Mario che è recuperato come Asamoah.

" Abbiamo quasi tutti a disposizione a parte gli ultimi eventi. Miranda non ha recuperato, Asamoah rientra e ci dovrebbe essere, Joao è a disposizione. CI sarà impegno e voglia di vincere la partita per ripagare i nostri tifosi che anche domani riempiranno lo stadio. Dobbiamo fare l'impossibile per restituirgli amore e affetto. "

Video - Spalletti: "Nainggolan? Bella partita, ma deve crescere di condizione"

02:05
0
0