Getty Images

L'Atalanta è nella storia: 3-1 al Sassuolo, i nerazzurri volano in Champions League

L'Atalanta è nella storia: 3-1 al Sassuolo, i nerazzurri volano in Champions League

Il 26/05/2019 alle 22:32Aggiornato Il 26/05/2019 alle 23:10

I bergamaschi tremano per un tempo intero e vanno in svantaggio per effetto del gol di Berardi, ma il pari di Zapata e il rosso allo stesso mancino riequilibrano la situazione. Di Gomez e Pasalic le reti che consentono ai nerazzurri di chiudere al terzo posto davanti a Inter e Milan, entrando nella storia.

La prima volta non si scorda mai. E, nel caso dell'Atalanta, è una prima volta dal sapore della storia. Alle ore 22.31 del 26 maggio 2019, il sogno dei nerazzurri diventa ufficialmente realtà: è terzo posto, è Champions League. Anche se il 3-1 finale sul Sassuolo, già salvo e senza più pretese in campionato, è più sudato del previsto. Gli emiliani passano in vantaggio, sembrano poter favorire il sorpasso del Milan, ma ancora una volta i nerazzurri, come spesso accaduto durante una stagione strepitosa, sanno andare oltre i propri limiti, trasformando la paura in gioia e l'ansia in estasi. Favoriti anche dall'ingenua espulsione rimediata dopo il 45' da Berardi, che costringe il Sassuolo all'uomo in meno per tutto il secondo tempo. Un dettaglio che non macchia la festa della Dea, che per la prima volta nella propria storia ascolterà l'ammaliante inno della Champions. La stessa competizione del Real Madrid, del Barcellona e delle altre big del calcio europeo. Una lista a cui da oggi si è iscritta anche la banda terribile di Gasperini, portato in trionfo sotto la pioggia dai propri ragazzi.

La cronaca della partita

Si vede subito che il Sassuolo non ha nessuna intenzione di fare da sparring partner nella serata della festa. Pegolo deve intervenire solo una volta, su Gomez, e al 18' i neroverdi passano: Lirola in area per Duncan, tacco per l'accorrente Berardi che col destro non sbaglia. L'Atalanta accusa il colpo, ma ha la palla del pari con Zapata e Gomez. Poi, al 35', proprio il colombiano trova in qualche modo il pari, ribadendo in rete da pochi passi – e con un tocco considerato lecito dalla VAR – un angolo del Papu. Finale di tempo di marca nerazzurra: ancora Gomez e poi Gosens incrociano in maniera pericolosissima, mancando di poco il secondo palo. E all'intervallo si scatena il caos: Berardi rialza in maniera veemente de Roon da terra e Doveri estrae il cartellino rosso, lasciando il Sassuolo in 10 uomini per tutta la ripresa.

Berardi e Gomez in Atalanta-Sassuolo

Berardi e Gomez in Atalanta-SassuoloGetty Images

Nella ripresa è tutta un'altra storia. Il Sassuolo non può resistere con un uomo in meno e l'Atalanta ne approfitta in pieno, trovando il vantaggio all'8': Ilicic calcia, Pegolo fa quel che può ma sul tap-in Gomez è un avvoltoio e firma il 2-1 con un morbido lob. Il tris arriva 12 minuti più tardi: Gomez fa quel che vuole a sinistra e crossa per il neo entrato Pasalic, in campo da qualche minuto e bravo a incornare alle spalle di Pegolo. Il match si conclude qui. L'Atalanta non affonda più il colpo e il Sassuolo resta pure in 9: espulso per proteste anche Magnanelli. Djuricic cerca il 3-2 che potrebbe mettere pepe al finale, ma non trova la porta davanti a Gollini. Finisce 3-1. E ora, a Bergamo la festa può iniziare.

La statistica chiave

Nonostante stanchezza, stress da classifica e una stagione iniziata con i preliminari di Europa League, l'Atalanta ha chiuso il campionato con un'incredibile serie positiva di risultati: 9 vittorie e 4 pareggi nelle ultime 13 giornate. L'ultimo ko resta quello rimediato in casa del Torino il 23 febbraio: più di tre mesi fa.

Il tweet

Il migliore in campo

Ilicic. Semplicemente imprendibile. Rischia grosso con un calcetto a Locatelli ma, quando si calma, diventa protagonista quasi assoluto con una serie di giocate di altissima classe. Vederlo giocare palla al piede è una delizia.

Il peggiore in campo

Bourabia. Un suo erroraccio rischia di spalancare la porta a Ilicic, poi fermato da Demiral. Partecipa alla manovra, ma non tiene a bada nemmeno Pasalic, che di testa non lo perdona.

La dichiarazione

Alejandro Gomez : "L'obiettivo iniziale era andare in Europa League, ma poi abbiamo creduto sempre di più alla Champions League. Se Gasperini resterà? Non lo so, ma penso vorrà giocarla con noi".

Il tabellino

Atalanta (3-4-1-2): Gollini (93' Rossi); Masiello (62' Pasalic), Djimsiti, Palomino; Castagne, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez (93' Mancini); Ilicic, Zapata. All. Gasperini

Sassuolo (4-3-1-2): Pegolo; Lirola (92' Raspadori), Demiral, Ferrari, Rogerio; Bourabia, Magnanelli, Duncan; Locatelli (59' Djuricic); Berardi, Boga (85' Sernicola). All. De Zerbi

Arbitro: Daniele Doveri di Roma

Gol: 19' Berardi (S), 35' Zapata (A), 53' Gomez (A), 65' Pasalic (A)

Ammoniti: Ilicic, Rogerio, de Roon, Magnanelli, Ferrari

Note: espulsi Berardi e Magnanelli

Video - Ilicic simbolo dell'Atalanta: la "nonna" alla guida dei nerazzurri per il sogno Europa

01:29
0
0