Getty Images

Atalanta, è un punto di platino: l'1-1 con la Juventus vale mezza Champions

Atalanta, è un punto di platino: l'1-1 con la Juventus vale mezza Champions

Il 19/05/2019 alle 22:24Aggiornato Il 19/05/2019 alle 22:58

I bergamaschi strappano il pari all'Allianz Stadium, passando in vantaggio con Ilicic e venendo raggiunti da Mandzukic a 10' dalla fine. Ora la squadra di Gasperini è addirittura terza e, soprattutto, con l'approdo in Champions League nelle proprie mani. Nella serata di Barzagli, la macchia bianconera è l'espulsione di Bernardeschi.

Un punto desiderava l'Atalanta e un punto si porta a casa dall'Allianz Stadium, casa dei campioni d'Italia e della formazione più forte del campionato. L'1-1 contro la Juventus, capace di riportarsi in partita solo a 10 minuti dal termine, vale oro per gli uomini di Gasperini, che appaiano l'Inter al terzo posto con il vantaggio degli scontri diretti e, soprattutto, tengono a distanza il Milan. In sostanza: alla Dea basterà una semplice vittoria – sporca, con un'autorete, ottenuta al 90' – all'ultima giornata, contro il Sassuolo, per festeggiare un'incredibile qualificazione alla Champions League. Indipendentemente da quel che faranno le avversarie dirette. Nella serata in cui Massimiliano Allegri e Andrea Barzagli salutano il proprio pubblico (commovente l'uscita dal campo dell'ex palermitano a metà ripresa), a far festa sono insomma i nerazzurri. La vera bestia nera stagionale della Juventus, già fermata all'andata ed eliminata dalla Coppa Italia. La realizzazione del grande sogno è lì, a un solo passo.

La cronaca della partita

Meno di un minuto e Ronaldo si divora il vantaggio, sparando alto da pochi passi dopo un tiro sbagliato di Emre Can. Hateboer lo imita poco dopo, mancando incredibilmente la porta da due passi sugli sviluppi di un angolo. Al 20' Rocchi consulta il replay per un mani in area di Alex Sandro, decidendo però di non concedere il rigore all'Atalanta. Poco prima della mezz'ora, Zapata ha la palla del vantaggio: il colombiano si presenta davanti a Szczesny, ma col sinistro incrocia a lato. Non è che il preludio del gol, che arriva poco più tardi: angolo di Gomez, sporcatura di Masiello e tap-in facile di Ilicic a porta vuota. La Juventus reagisce, ma è ancora l'Atalanta a rendersi maggiormente pericolosa con una deviazione sottomisura di Zapata: Szczesny decisivo nell'evitare lo 0-2.

L'esultanza di Josip Ilicic per il gol dell'Atalanta contro la Juventus, Juventus-Atalanta, Getty Images

L'esultanza di Josip Ilicic per il gol dell'Atalanta contro la Juventus, Juventus-Atalanta, Getty ImagesGetty Images

Nella ripresa l'Atalanta patisce una comprensibile stanchezza e la Juventus, ancora più offensiva dopo l'ingresso in campo di Bernardeschi, inizia ad alzare i ritmi. Da Ronaldo a Cancelo, da Cuadrado a Dybala, ci provano un po' tutti, ma senza superare Gollini. Ilicic prova ad allentare la tensione a 20 minuti dalla fine, ma la sua punizione liftata viene alzata in angolo da Szczesny. L'1-1 della Juve, già vicina al pari poco prima con Bernardeschi, arriva all'80': cross lungo di Cuadrado e zampata vincente quasi da fondo campo del neo entrato Mandzukic, che sorprende Gollini. L'ex veronese si riscatta poco dopo, deviando la staffilata di Bernardeschi. E lo stesso mancino viene espulso nel recupero per un fallaccio su Barrow. Finisce 1-1.

La statistica chiave

L'Atalanta va in gol sempre e comunque: miglior attacco della A, i bergamaschi sono arrivati alla clamorosa cifra di 73 reti in campionato e 100 stagionali.

Il tweet

Il migliore in campo

Ilicic. Ogni volta che porta palla dà la sensazione di poter creare qualcosa di pericoloso. È in fiducia assoluta e si vede. Non a caso è lui a trovare la rete che illude l'Atalanta.

Il peggiore in campo

Alex Sandro. Ha enormi difficoltà nella marcatura di Ilicic e rischia di regalare un rigore all'Atalanta, venendo "salvato" dalla VAR. Resta in campo solo un tempo.

La dichiarazione

Gian Piero Gasperini: "Quest'anno è andata bene contro la Juventus... Ma loro questa sera hanno giocato bene, fino in fondo, come è giusto che sia. Il punto è ottimo".

Il tabellino

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Barzagli (61' Mandzukic), Bonucci, Alex Sandro (46' Bernardeschi); Emre Can, Pjanic, Matuidi (85' Kean); Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Allegri

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Hateboer, Djimsiti, Masiello; Castagne, Freuler, de Roon, Gosens (62' Mancini); Gomez (74' Pasalic); Ilicic (78' Barrow), Zapata. All. Gasperini

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

Gol: 33' Ilicic (A), 80' Mandzukic (J)

Ammoniti: Alex Sandro, Hateboer, Cristiano Ronaldo, Matuidi

Note: espulso Bernardeschi al 92'

Video - Dal nodo alla gola al gabbione, il meglio della conferenza d’addio di Allegri in 4 minuti

03:50