LaPresse

L'Udinese soffre, ma si mette in tasca metà salvezza: 3-2 alla SPAL

L'Udinese soffre, ma si mette in tasca metà salvezza: 3-2 alla SPAL

Il 18/05/2019 alle 16:55Aggiornato Il 18/05/2019 alle 17:24

I friulani passano in triplo vantaggio nel primo tempo grazie a Samir e a una doppietta di Okaka, ma rischiano grosso nella ripresa: Petagna e Valoti portano i ferraresi a un passo dal pareggio. Gli uomini di Tudor possono festeggiare già domani la matematica permanenza in A.

Da 3-0 a 3-2, fino alla gioia finale. Non è ancora fatta, ma è come se lo fosse. L'Udinese, per l'ennesima stagione, si appresta a conquistare una salvezza preziosa quanto sofferta. Il successo sulla SPAL, indirizzato grazie a un primo tempo chiuso in triplo vantaggio e tenuto stretto nella ripresa nonostante il clamoroso rientro in gioco dei ferraresi, è praticamente una sentenza. I 5 punti di vantaggio sull'Empoli, che avrà da disputare altre due partite, non garantiscono ancora la matematica, ma consentono ai friulani di godere di un vantaggio quasi incolmabile sul terzultimo posto. Tanto più che i toscani dovranno affrontare prima il Torino in casa e poi l'Inter a San Siro. Già domani, insomma, in caso di mancata vittoria empolese l'Udinese si assicurerà la permanenza in Serie A, concludendo con un sospiro di sollievo una stagione sofferta, complicata e piena di ribaltoni in panchina. Elogio a Igor Tudor: come 12 mesi fa, a condurre per mano i friulani verso acque tranquille è lui. Questa volta si meriterà la riconferma?

La cronaca della partita

5 minuti e l'Udinese è già in vantaggio: punizione tesa di De Paul e tuffo vincente di Samir, che di testa non sbaglia. Tudor perde Sandro per infortunio proprio nel momento meno semplice del primo tempo: poco dopo Petagna ha la palla del pareggio, ma piazza il piatto destro a pochi centimetri dal palo più lontano. Scampato il pericolo, l'Udinese si riorganizza e da palla ferma è nuovamente mortale: al 31' De Paul pesca dalla bandierina Okaka, che stacca imperiosamente e di testa fulmina Gomis. Passano altri 4 minuti e arriva pure il 3-0, praticamente identico al gol precedente: corner di De Paul, stacco aereo di Okaka e Gomis deve raccogliere un altro pallone dalla propria porta.

Samir - Udinese-SPAL - Serie A 2018/2019 - LaPresse

Samir - Udinese-SPAL - Serie A 2018/2019 - LaPresseLaPresse

Semplici all'intervallo non cambia alcuna pedina, ma a mutare è l'atteggiamento della SPAL. I biancazzurri rientrano in campo più convinti e accorciano quasi subito: Petagna salta secco Ekong e col destro giustizia Musso. Al 59', la rimonta è quasi completata: cross di Kurtic e colpo di testa vincente di Valoti per il clamoroso 3-2. L'Udinese si fa prendere dalla tensione, il tecnico spallino inserisce un giocatore offensivo dopo l'altro (Antenucci, Jankovic, Paloschi) e al 74' il 3-3 non arriva per un soffio: il sinistro incrociato al volo di Kurtic si spegne di pochissimo sul fondo. Il finale è un coacervo di tensione, ma l'Udinese riesce a portare a casa un successo vitale. La salvezza è quasi realtà.

La statistica chiave

L'Udinese si è costruita una salvezza soffertissima tra le mura amiche: se in trasferta hanno raccolto quasi solo risultati negativi, i friulani hanno ottenuto 5 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta nelle ultime 9 partite interne.

Il tweet

Il migliore in campo

Okaka. Mortifero quando stacca di testa: è così che batte per due volte Musso, portando l'Udinese sul momentaneo 3-0. Lavora di fisico e gioca con intelligenza. Prestazione monumentale.

Il peggiore in campo

Vicari. Viene ammonito dopo pochissimi minuti e si perde la marcatura di Okaka in entrambe le reti firmate dal centravanti di casa. Pomeriggio da dimenticare.

La dichiarazione

Leonardo Semplici: "Essere accostato alle grandi squadre è una soddisfazione. Ho un altro anno di contratto, con la società ci troveremo a breve. Potrei anche continuare qui. Vedremo quello che succederà".

Il tabellino

Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Samir; Larsen, Mandragora, Sandro (16' D'Alessandro), De Paul, Zeegelaar; Okaka (90' Teodorczyk), Lasagna (61' Pussetto). All. Tudor

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari (70' Jankovic), Bonifazi; Lazzari, Valoti (77' Paloschi), Murgia, Kurtic, Fares; Petagna, Floccari (63' Antenucci). All. Semplici

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Gol: 6' Samir (U), 31' Okaka (U), 35' Okaka (U), 53' Petagna (S), 59' Valoti (S)

Ammoniti: Vicari, Zeegelaar, Fares, Samir, Mandragora, Kurtic, Jankovic, De Paul

Note:-

Video - Mattioli, presidente della SPAL: "Chiesa persona poco seria, inventa falli da rigore"

01:55
0
0