Getty Images

La SPAL s'illude, ma il Cagliari acciuffa il pari in 3 minuti: 2-2 al Mazza

La SPAL s'illude, ma il Cagliari acciuffa il pari in 3 minuti: 2-2 al Mazza

Il 10/11/2018 alle 19:54Aggiornato Il 10/11/2018 alle 21:21

La squadra di Semplici va sul doppio vantaggio con Petagna (deviazione di Srna) e Antenucci, ma Pavoletti e Ionita strappano il pareggio per i sardi.

A Ferrara SPAL e Cagliari si dividono la posta in una gara divertente e ben giocata. L’inizio è tutto dei padroni di casa grazie al graffio fulmineo di Petagna (con la collaborazione di Srna) e il gol del 2-0 di Antenucci al 71’ sembra il colpo del ko. L’illusione dura poco perché i sardi, tra il 73’ e il 76’, agguantano il pareggio con bomber Pavoletti e Ionita. L’uno-due in tre minuti ha il sapore della beffa, ma un punto a testa è il giusto epilogo per due formazioni che hanno tutto per salvarsi con grande tranquillità.

La cronaca della partita

Pronti-via e la SPAL passa in vantaggio: discesa di Lazzari sulla destra, cross in mezzo e Petagna di testa fa centro complice la deviazione decisiva di Srna che spiazza Cragno. Lo stesso Cragno evita il 2-0 di Petagna, Joao Pedro non trova la porta dalla distanza. Romagna spizza di testa sugli sviluppi di un corner, ma Pavoletti non arriva al tap-in.

Nella ripresa, Joao Pedro di testa manda alta la sfera, poi Kurtic viene ostacolato accidentalmente da Antenucci. Al 71’, su suggerimento di Lazzari, Antenucci raddoppia con un movimento da grande attaccante ma Pavoletti con un’incornata imperiosa fa 1-2 al 73’. Passano tre minuti e Ionita pareggia dopo un dribbling in area che disorienta tutti.

La statistica chiave

2'28'' - La rete segnata da Andrea Petagna (dopo 2 minuti e 28 secondi) è la più rapida messa a segno dalla SPAL in Serie A dal 10 novembre 1963.

Il tweet da non perdere

Il migliore in campo

Manuel Lazzari: imprendibile sulla destra, fa venire il mal di testa a Padoin. Nei due gol della SPAL c’è il suo fondamentale contributo. Uomo-assist.

Il peggiore in campo

Mohamed Fares: si dimentica di marcare Pavoletti che ha tutto il tempo per prendere la rincorsa e volare in cielo. È il gol che stravolge il copione di questa partita. Per il resto non basta il suo sacrificio.

La dichiarazione

Leonardo Pavoletti: "Siamo partiti male per l’atteggiamento, con l’autogol che ci ha tagliato le gambe. Nel momento difficile, però, riusciamo sempre a rialzarci ed è la nostra forza di quest’anno. Per me è un periodo fantastico da quando è nato mio figlio Giorgio. Il lavoro paga sempre".

Il tabellino

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari (69’ Bonifazi), Felipe (59’ Simic); Lazzari, Schiattarella, Valdifiori (54’ Kurtic), Missiroli, Fares; Petagna, Antenucci. All. Semplici

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Romagna, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric (66’ Sau), Barella; Castro (92' Dessena); João Pedro (88’ Faragò), Pavoletti. All. Maran

Arbitro: Daniele Doveri della Sezione di Roma 1

Gol: 3’ Petagna (S), 71’ Antenucci (S), 73’ Pavoletti (C), 76’ Ionita (C)

Note: ammoniti Barella, Castro, Valdifiori, Felipe, Sau, Ionita

Video - Di Francesco: "Guai ad accontentarci, magari metterò ai ragazzi la musichetta della Champions"

01:32
0
0