Getty Images

Le pagelle di Cagliari-Empoli 2-2: brillano Zajc e Pavoletti, serata no per Veseli e Joao Pedro

Le pagelle di Cagliari-Empoli 2-2: brillano Zajc e Pavoletti, serata no per Veseli e Joao Pedro

Il 20/01/2019 alle 21:06Aggiornato Il 21/01/2019 alle 11:54

Luci e ombre per Barella: il centrocampista regala numeri d'alta scuola ma spreca troppo negli ultimi 20 metri. Grande gioia per Di Lorenzo che segna il suo primo gol in A e disputa una buona prova. Deludono Cigarini e Brighi, Farias entra ed è decisivo.

CAGLIARI

Alessio CRAGNO 6 - Incolpevole sui gol dell'Empoli, per il resto della partita non deve praticamente effettuare interventi fatta eccezione per qualche uscita in mischia.

Darijo SRNA 6,5 - Buona spinta sulla corsia di destra: scodella a centro area diversi cross interessanti e lotta fino all'ultimo su ogni pallone.

Filippo ROMAGNA 6 - Ottimo primo tempo, cala nella ripresa e sembra un po' sorpreso (e in ritardo) in occasione della rete di Zajc.

Fabio PISACANE 6,5 - Partita da vero gladiatore del 32enne difensore centrale napoletano. Ingaggia un duello molto fisico con Caputo e lo vince, molto lucido anche negli interventi in area di rigore.

Simone PADOIN 5,5 - Spinge pochissimo sulla sinistra e copre altrettanto male. Si fa trovare impreparato sul gol dell'1-1 di De Lorenzo non accorciando sul terzino destro dell'Empoli.

Nicolò BARELLA 6 - Luci e ombre. Si esibisce in alcune giocate che fanno la delizia del pubblico, ma si rivela estremamente impreciso al momento della conclusione. Lascia passare con troppa facilità Zajc nell'azione del provvisorio 1-2. Conquista la sufficienza proprio allo scadere quando fa partire il lungo lancio per il pareggio di Farias.

Luca CIGARINI 5,5 - Presenza impalpabile in mezzo al campo. Non si risparmia, ma non si rivela particolarmente brillante.

dal 78' Filip BRADARIC s.v. - In campo nell'ultimo quarto d'ora, troppo poco per giudicarlo.

Artur IONITA 6,5 - Buona la partita del moldavo. Confeziona l'assist per il gol di Pavoletti, sfiora il gol personale nei minuti finali con un colpo di testa che esce di pochissimo e in generale manda in crisi la retroguardia dell'Empoli con diverse accelerazioni.

Valter BIRSA 6 - Al debutto da titolare con la maglia del Cagliari, ripaga la fiducia concessagli da Maran con una prestazione tutto sommato positiva. Cerca il dialogo con i compagni di reparto anche se l'intesa è ovviamente da perfezionare. I piedi buoni li ha.

dal 68' Paolo FARAGO' 5,5 - Rispetto a Birsa dovrebbe garantire maggiore quantità in mezzo al campo, ma il suo ingresso coincide con la crescita dell'Empoli. Inguardabile un tentativo col sinistro in piena area nel finale.

JOAO PEDRO 5 - Serata da dimenticare. Non si vede praticamente mai e non riesce a trovare la giusta intesa con Pavoletti e Birsa. Maran lo sostituisce a un quarto d'ora dal termine e la mossa si rivela azzeccata.

dal 74' Diego FARIAS 6,5 - Entra in un momento delicatissimo della gara e ha l'enorme merito di siglare la rete del definitivo 2-2. Veseli gli spiana la strada, lui è comunque bravo a rimanere freddo davanti a Provedel. Gol molto pesante e prezioso.

Leonardo PAVOLETTI 7 - Primo tempo da applausi. Di testa le prende tutte lui, segna un gran gol e corre come un indemoniato. Cala un po' nella ripresa, ma la sua presenza là davanti è fondamentale per i rossoblù. Unico neo: cade troppo spesso nella trappola del fuorigioco.

All.: Rolando MARAN 6 - Legge bene la partita, ma non è altrettanto reattivo nella ripresa quando Iachini cambia volto all'Empoli. Decisiva la scelta di inserire Farias.

Giovanni Di Lorenzo - Cagliari-Empoli Serie A 2018-19

Giovanni Di Lorenzo - Cagliari-Empoli Serie A 2018-19Getty Images

EMPOLI

Ivan PROVEDEL 6 - Non ha particolari responsabilità in occasione dei 2 gol dell'Empoli. Sicuro nelle uscite, rischia qualcosa con i piedi.

Giovanni DI LORENZO 6,5 - Primo gol in Serie A per il terzino destro che conferma la sua propensione offensiva. Mezzo voto in meno perché si fa sovrastare da Pavoletti in occasione dell'1-0 del Cagliari.

Frederic VESELI 5 - Imperdonabile il liscio che spiana la strada a Farias e regala il pareggio al Cagliari al 91'. Anche prima di quell'episodio era stato l'anello debole della linea difensiva della squadra toscana.

Matias SILVESTRE 6 - Soffre Pavoletti in avvio, poi gli prende le misure e cresce alla distanza.

Jacob RASMUSSEN 5 - Sempre in apnea e molto impreciso. Spesso sbaglia i movimenti e non legge nel modo corretto lo sviluppo dell'azione.

Afriyie ACQUAH 5,5 - Solita grinta, ma idee non sempre chiarissime soprattutto negli ultimi 20 metri.

dal 66' Alejandro RODRIGUEZ 5,5 - Iachini lo inserisce per dare maggiore peso offensivo alla squadra, ma lo spagnolo fa sostanzialmente scena muta.

Matteo BRIGHI 5 - In questa stagione aveva giocato solo scampoli di partita contro Milan e Udinese. Non ha i 90 minuti nelle gambe e si vede. Esce lui e l'Empoli cambia ritmo.

dal 57' Salih UCAN 6 - Entra malissimo in partita perdendo un pallone sanguinoso al limite dell'area, ma col passare dei minuti cresce di intensità e contribuisce a cambiare il volto della partita nella ripresa. Un'altra musica rispetto a Brighi.

Hamed Junior TRAORE' 6 - Altra prestazione positiva del giovane centrocampista che il prossimo anno giocherà con la maglia della Fiorentina. Mostra una buona personalità ed è il migliore tra i centrocampisti azzurri.

Manuel PASQUAL 6 - Partita non eccezionale. Si salva perché crossa a centro area il pallone che Di Lorenzo scaraventa in rete per il provvisorio 1-1: un assist al bacio.

Miha ZAJC 7 - Talento da seguire con estrema attenzione. Se trovasse continuità potrebbe diventare un giocatore molto importante. Due cose su tutte. Un controllo di palla nel primo tempo su un pallone alto e - soprattutto - il gran gol frutto di una splendida giocata.

Francesco CAPUTO 5,5 - La difesa del Cagliari lo neutralizza senza particolari problemi. Si vede solo quando, con un tocco intelligente, mette in moto Zajc nell'azione che porta al provvisorio vantaggio dell'Empoli.

All.: Giuseppe IACHINI 6 - Punta su Zajc ei fatti gli danno ragione. Abile a cambiare volto alla squadra nella ripresa. Il pareggio ha il sapore della beffa, ma serve a interrompere una preoccupante striscia di 4 sconfitte di fila. Furibondo nel finale quando non riesce a effettuare la terza sostituzione e a inserire Marcjanik

Video - Da Koulibaly a Piatek: la top 11 del girone di andata

02:00
0
0