Getty Images

Le pagelle di Fiorentina-Napoli 0-0: Lafont è un gatto, Mertens sciupone

Le pagelle di Fiorentina-Napoli 0-0: Lafont è un gatto, Mertens sciupone

Il 09/02/2019 alle 21:00Aggiornato Il 09/02/2019 alle 21:06

Diamo i voti ai protagonisti del match del Franchi. Il portiere della Viola è il migliore in campo, il belga sbaglia tanto sottoporta. Koulibaly solita sicurezza, Insigne altalenante. Allan e Veretout gladiatori, Muriel poco efficace.

===Fiorentina===

Alban LAFONT 7,5 – Che partita, quella del "Donnarumma di Francia"! L'ex Tolosa è decisivo con almeno tre interventi da applausi su Mertens, Zielinski e Milik, regalandosi una serata da supereroe davanti a chiunque si sia parato al suo cospetto.

Federico CECCHERINI 6 – Torna titolare dopo due mesi in una sfida non semplice. Va in affanno a tratti, ma si merita la sufficienza giocando con coraggio.

German PEZZELLA 6,5 – Comanda la difesa alla grande, battagliando di forza con gli attaccanti del Napoli. Nel finale si fa male e va a fare la punta per non lasciare i suoi in 10. Stoico.

David HANCKO 5,5 – In difficoltà se puntato, non benissimo nella posizione. Quando il Napoli va veloce lui va in affanno. (dal 56' VITOR HUGO 6 - Non è al meglio, ma si cala bene nella parte)

Cristiano BIRAGHI 5,5 – Meglio in fase offensiva che dietro: nella sua zona nascono un paio di grandi occasioni per il Napoli.

Bryan DABO 5,5 – Qualche errore e rischio di troppo, non sembra a suo agio nella manovra viola.

EDIMILSON 6 – Partita concreta, bada al sodo senza fronzoli.

Jordan VERETOUT 7 – Regista della manovra viola, tocca una marea di palloni in entrambe le fasi del gioco. Spaventa il Napoli con un gran destro e nel finale si spende in fase di rottura quando gli avversari imprimono il massimo sforzo.

Federico CHIESA 6 – Lotta e sgomita come sempre, anche se spesso pecca di lucidità. Pericoloso con un diagonale nel primo tempo e poco altro.

Luis MURIEL 5,5 – Controllato piuttosto bene dalla difesa del Napoli, non riesce a fare la differenza.

GERSON 6,5 – Spezza le linee con le sue accelerazioni, ci mette muscoli e tecnica per mettere in difficoltà la retroguardia del Napoli. Generoso, si arrabbia al momento del cambio (dal 69' Kevin MIRALLAS SV) (dal 80' Giovanni SIMEONE SV)

===Napoli===

Alex MERET 6 – Qualche problema nella gestione della palla coi piedi, ma quando è chiamato a parare risponde presente. Soprattutto sul missile di Veretout nel primo tempo.

Elseid HYSAJ 6 – Partita sufficiente, anche se senza squilli. Qualche sortita offensiva, senza impressionare.

Nikola MAKSIMOVIC 6,5 – Non sempre elegante, ma di fatto efficace. Oggi non ha fatto rimpiangere Albiol.

Kalidou KOULIBALY 7 – Solita partita di imbarazzante superiorità fisica. Dalle sue parti non si passa mai.

Mario RUI SV – (dal 5’ Faouzi GHOULAM 5,5 - Entra discretamente, costruendo una buona occasione per Mertens. Ma poi scompare, dimostrando che il suo livello pre infortunio è ancora lontano)

Josè Maria CALLEJON 6 – Si sbatte nelle due fasi, ma non sempre fa la scelta giusta al momento del tiro o dell'ultimo passaggio.

ALLAN 7 – Partita da gladiatore in mezzo al campo. Ringhia sulle caviglie dell'avversario diretto, non si dà mai per vinto quando viene saltato, mettendoci quella cattiveria che manca a qualche compagno di squadra.

Fabian RUIZ 5,5 – In difficoltà nella densità del centrocampo, non cambia mai passo nella sua partita. Prova a destarsi con un bel mancino da fuori, ma rimane l'unico squillo di stasera.

Piotr ZIELINSKI 6,5 – Si inserisce con buona continuità, portando linfa all'attacco azzurro. Lafont nega il gol anche a lui.

Lorenzo INSIGNE 5,5 – Sbaglia subito un tap in che dovrebbe segnare ad occhi chiusi. Si accende a tratti, ma troppo poco per uno come lui (dal 78' Simone VERDI SV)

Dries MERTENS 5 - Bravo Lafont, ci mancherebbe, ma se il Napoli rimane a 0 alla voce gol segnati buona parte di responsabilità va a lui. Pecca di cattiveria in maniera preoccupante nell'area avversaria e alla fine risulta decisivo in negativo per i suoi. (dal 62' Arkadiusz MILIK 6 - Con lui l'attacco del Napoli ha un altro peso. Due volte a un passo dal gol nel finale, nella prima occasione forse poteva fare qualcosa di più)

Video - Da Zaniolo ad Audero: i 6 talenti italiani che hanno stupito

01:25
0
0