Getty Images

Le pagelle di Juventus-Sassuolo 2-1

Le pagelle di Juventus-Sassuolo 2-1

Il 16/09/2018 alle 18:15

Il migliore in campo è Cancelo, protagonista più positivo della giornata della Juventus. Il peggiore in campo è Douglas Costa, che con il suo brutto gesto si macchia di ridicolo e si prenderà una lunga sanzione. Promosso chiaramente Cristiano Ronaldo, anche se il suo meglio è ancora assai lontano.

===JUVENTUS===

Wojciech SZCZESNY 6 – Primo tempo di ordinaria amministrazione, ripresa con un paio di interventi importanti. Nulla di clamoroso comunque, specie quando difendi la porta della Juventus. Partita onesta.

Joao CANCELO 7 – Il più attivo di tutti, anche in un primo tempo privo di grandi sbocchi. A volta si piace un po’ troppo, ma il suo ingresso per il problema di De Sciglio nel riscaldamento si trasforma nella mossa migliore per Allegri. Protagonista per numero di discese, contrasti vinti e palloni giocati. La nota più positiva se si leva la doppietta – oggi facile facile – di Cristiano Ronaldo.

Medhi BENATIA 6,5 – Chiamato a sostituire Chiellini gioca una partita attenta e contro un Boateng che soprattutto nel primo tempo di dimostra cliente scomodo.

Leonardo BONUCCI 5,5 – Altra lettura decisamente rivedibile nel finale, esattamente come era stato a Verona sul gol di Stepinski. Una piccola distrazione che infiamma il finale e manda il Sassuolo il gol. Un peccato minore, chiaramente, visto il risultato finale. Eppure, da segnalare, per Allegri, c’è anche questo.

Alex SANDRO 6 – Partita piuttosto sorniona. Poco spinta, nessuna grande difficoltà in fase difensiva. Nulla di clamoroso da segnalare, insomma, se non il più classico dei ‘6’. Dal 79’ Juan CUADRADO – sv.

Sami KHEDIRA 6 – Parte bene, con un avvio che lascia presagire grandi cose ma poi setta la Juventus a ritmi un po’ troppo bassi. Il Sassuolo non soffre il palleggio lento della Juve, che dai piedi di Khedira produce meno ‘spettacolo’ di quanto non faccia da quelli di Pjanic.

Emre CAN 6,5 – Inizio da dimenticare con 3 falli per eccesso di irruenza che fanno del tedesco un giocatore ancora settato agli standard della Premier League. Sale però nella ripresa, quando si dimostra abilissimo anche in campo aperto con l’assist perfetto a Ronaldo. Dal 71’ Rodrigo BENTANCUR 5,5 – Entra e fa arrabbiare Allegri con un paio di palle perse e verticalizzazioni “non richieste”.

Blaise MATUIDI 6,5 – E’ sempre preziosissimo per la Juventus, anche in giornata non particolarmente brillanti. Qualche inserimento, tanti tamponamenti, solita prestazione positiva.

Paulo DYBALA 5 – Largo, no. Tra le linee, nemmeno. Dybala continua a essere un mezzo oggetto misterioso, anche nella posizione – almeno iniziale – che per lui dovrebbe essere più congeniale. Non convince, insomma, nemmeno oggi.

Mario MANDZUKIC 5,5 – Meno incisivo del solito, fatica nel ‘tutti liberi’ evidentemente dettato da Allegri a quelli davanti. Ogni tanto largo, ogni tanto al centro, non crea nulla se non un diagonale nel primo tempo. Generoso, come al solito. Tra gli applausi, come sempre. Ma in sostanza, poi, oggi, decisamente non un granché. Dal 61’ Douglas COSTA 3 – Una follia senza senso. Un contrasto, una mezza gomitata non vista dall’arbitro, l’arbitro che alla fine dà solo giallo. Non contento, lo sputo, chiaramente rivelato dal VAR. Il tutto con Juve avanti e 60 secondi sul cronometro. A volte vine da chiedersi cosa passi nella testa a giocatori ai cosiddetti ‘professionisti’.

Cristiano RONALDO 6,5 – Soffre ancora una volta un primo tempo dove prova a far gol in tutti i modi ma finisce sempre con lo scivolare, il cadere, l’arrivare mezzo secondo in ritardo. Una versione insomma imbruttita del fenomeno che il mondo ha conosciuto. Poi, finalmente, si ritrova, con il gol che leva la scimmia di un primo tempo bruttino e apre ufficialmente la pagina del Ronaldo marcatore in maglia juventina. Oggi i primi due. Per la prestazione – siamo certi – si può comunque salire.

All. Massimiliano ALLEGRI 6 – Un primo tempo da sbadigli veri che per una squadra che con quel talento non può effettivamente esprimersi così male. La sua Juventus però è così: cinica, efficace, poco incline allo spettacolo. A rimetterci evidentemente sono i giocatori funzionali a un sistema – leggasi appunto Dybala – ma finché i risultati staranno dalla sua, il livornese resta incontestabile e i ‘votacci’ finiscono ai giocatori. Primo in classifica a 12 punti e dietro già tutte ad arrancare. Intoccabile.

===SASSUOLO===

Andrea CONSIGLI 6,5 – Evita nel primo tempo un autogol di Lirola con un gran riflesso e si rende in generale protagonista di una buonissima partita.

Pol LIROLA 6 – Al di là del goffo tentativo sopracitato, gioca un match attento in fase difensiva. Promosso.

MARLON 6 – Esordio in una partita complicata ma match di sostanziale buona efficacia. Controlla discretamente bene l’alternanza dei bianconeri lì davanti.

Gian Marco FERRARI 5,5 – Senza la fesseria cosmica del retropassaggio che manda in gol Ronaldo e cambia per sempre la partita, sarebbe stato uno dei migliori in campo. Nel primo tempo è spesso pericoloso anche in fase offensiva con le salite su corner. Paga, evidentemente, una distrazione fatale.

ROGERIO 5,5 – Lui sì che soffre un po ‘ di più rispetto ai compagni, ma Cancelo prima e Douglas Costa poi – prima che si facesse cacciare – sono stati due clienti assai scomodi. Dal 72’ Cristian DELL’ORCO 6,5 – Precisissimo l’assist che manda in gol Babacar.

Alfred DUNCAN 6 – Non si vede un granché, se non per una bella conclusione dalla distanza che impegna Szczesny. Il Sassuolo comunque non esce super bocciato dallo Stadium e in mezzo al campo è un buon filtro.

Manuel LOCATELLI 6 – Crea poco ma è schermo di un centrocampo che per lunghissimi minuti toglie spazi e tempi alla Juventus. Rispetto alle uscite della storia recente dei neroverdi allo Stadium, è una bella crescita. Dall’83’ Khouma BABACAR 7 – Entra e segna. Meglio di così onestamente non si può.

Medhi BOURABIA 5,5 – Come tutti i compagni di reparto non va malissimo in fase difensiva, ma quando c’è da creare combina pochino.

Domenico BERARDI 5 – Scarsina la sua partita. Come al solito ammonito per un fallo evitabile, non va oltre a un paio di spunti in velocità, per altro sempre ben contenuti dalla mediana bianconera.

Kevin Prince BOATENG 6 – Un primo tempo decisamente interessante, con bellissime giocate anche tra le linee; una ripresa decisamente meno entusiasmante. La risultante è un’onesta sufficienza.

Filip DJURICIC 5 – Si vede poco davanti. Il Sassuolo sale un po’ proprio con l’ingresso di Di Francesco. Dal 61’ Federico DI FRANCESCO 6 – Entra, porta qualche bella giocata e soprattutto riesce a far perdere la testa a Douglas Costa. E nel calcio, la differenza, può farla anche questo.

All. Roberto DE ZERBI 6 – Il suo Sassuolo esce da Torino decisamente rinfrancato rispetto al suo recente storico passato ma soprattutto conferma tutte le buone indicazioni di inizio stagione. Squadra solida, coesa, intelligente e che non rinuncia mai a giocare.

0
0