Getty Images

Le pagelle di Lazio-Bologna 3-3: Palacio immortale, Immobile non trova il gol

Le pagelle di Lazio-Bologna 3-3: Palacio immortale, Immobile non trova il gol

Il 20/05/2019 alle 23:14

Il migliore in campo è il Trenza, autore di due assist decisivi. Ottimi anche Orsolini, Poli e Destro. Non basta ai biancocelesti il gran primo tempo di Correa e l'impatto di fuoco di Milinkovic-Savic.

Le pagelle della Lazio

Guido GUERRIERI 5,5 - Prendere tre gol non è il miglior modo per bagnare l'esordio in Serie A. Il primo poi, lo vede responsabile. Si rifarà.

BASTOS 6,5 - Deve fronteggiare il sempe pericoloso Palacio, ma non cede. E quando si sposta sul centro-sinistra è addirittura mortifero: bellissimo il destro a giro con cui supera Skorupski.

Luiz FELIPE 6 - Non perfetto nelle uscite palle al piede, ma difensivamente regge. Non riesce a mettere una pezza alla reazione del Bologna, venendo sostituito poco dopo l'1-2 (dal 53' Nicolò ARMINI 6 - Mostra personalità nonostante la giovanissima età)

Francesco ACERBI 6 - Ha i suoi bei patemi con Orsolini, ma riesce a non crollare. Torna nel "suo" ruolo di centrale dopo l'uscita di Luiz Felipe.

ROMULO 6 - Si dedica quasi esclusivamente alla fase difensiva, negando un gol quasi fatto a Palacio. E quando si propone al cross rischia di regalare la rete decisiva a Immobile.

Marco PAROLO 5,5 - Buon primo tempo, con tanti inserimenti in area. Meno bene nella ripresa, in cui si perde l'inserimento di Poli.

Milan BADELJ 5,5 - Gioco scolastico, senza troppi lampi. Finché la Lazio è in vantaggio può bastare, poi non più (dal 67' Danilo CATALDI 6 - Sfiora il gol da fuori e dà una mano a centrocampo)

Lucas LEIVA 6,5 - Da mezzala tocca meno palloni del solito, trovando però la bellissima imbucata che manda in gol Correa (dal 73' Sergej MILINKOVIC-SAVIC 7 - Ancora una volta entra e segna, come in Coppa Italia. Il suo ingresso riporta brio alle azioni offensive della Lazio)

Senad LULIC 5,5 - Si vede poco, per non dire pochissimo. Gara di contenimento senza troppo spazio alle incursioni offensive.

Joaquin CORREA 6,5 - Gran primo tempo, coronato dal gol del vantaggio, e ripresa meno positiva. In ogni caso, è sempre uno dei più brillanti della Lazio.

Ciro IMMOBILE 5,5 - Prova in tutti i modi a segnare, incitato dal proprio pubblico, ma è una stagione così. Nel finale manca da due passi anche la palla della vittoria.

All. Simone INZAGHI 6,5 - Pur con qualche assenza, e con la pancia piena, pretende il massimo dai propri giocatori. E rischia di uscire vincitore.

Correa contro Mbaye in Lazio-Bologna

Correa contro Mbaye in Lazio-BolognaGetty Images

Le pagelle del Bologna

Lukasz SKORUPSKI 6 - Forse potrebbe fare qualcosina di più su Milinkovic-Savic, ma non è da condannare. Attento quando deve entrare in scena.

Ibrahima MBAYE 6 - Tecnicamente non bellissimo da vedere, ma in qualche modo se la cava sempre. Non commette errori vistosi.

DANILO 5,5 - Buca l'intervento consentendo a Correa di realizzare un facile gol. Una macchia importante all'interno di un match in cui resiste strenuamente.

LYANCO 6 - Meglio di Danilo, nel senso che non commette ingenuità visibili. Anche lui, però, va in affanno quando la Lazio attacca.

Mitchell DIJKS 6 - Un secondo prima lo trovi a difendere, un secondo dopo dalla parte opposta del campo a crossare. Spende tutto il fiato che ha.

Andrea POLI 7 - In mezzo al campo corre per quattro e spesso e volentieri diventa uomo a sorpresa nei pressi dell'area avversaria. Premiato dal bel gol del pareggio.

Erick PULGAR 5,5 - Non ha troppo spazio per ragionare e la manovra del Bologna ne risente. Commette il fallo su Correa che porta alla punizione del 3-3.

Riccardo ORSOLINI 7 - Ancora una volta decisivo. Offre spunti continui partendo da destra ma soprattutto lascia lo zampino sul risultato, aprendo l'azione dell'1-1 e poi firmando l'ennesimo gol di una seconda parte di stagione maestosa.

Roberto SORIANO 6 - Non ruba l'occhio, ma è sempre nel vivo del gioco ed è prezioso nel saper sempre dove e come giocare il pallone.

Rodrigo PALACIO 7 - Ha un paio di occasioni per lasciare il segno, ma si perde sul più bello. Come assistman, invece, è fondamentale: decisivo, a inizio ripresa, nel mandare a segno Poli e Destro (dal 90' Ladislav KREJCI s.v.)

Mattia DESTRO 6,5 - Conferma di essere rinato dopo l'arrivo di Mihajlovic, battendosi senza remore e regalando un apporto decisivo alla causa: un gol, un assist (dal 70' Federico SANTANDER 6 - Prezioso nel far respirare la squadra)

All. Sinisa MIHAJLOVIC 7 - Il capolavoro è compiuto: il Bologna è salvo. E anche all'Olimpico è ottima la reazione del secondo tempo dopo una prima frazione non eccelsa.

Video - Inzaghi: "I ragazzi se lo meritano, abbiamo lavorato tanto"

01:56
0
0