Getty Images

Le pagelle di Milan-Torino 0-0: Higuain e Calhanoglu fuori partita, Nkoulou insuperabile

Le pagelle di Milan-Torino 0-0: Higuain e Calhanoglu fuori partita, Nkoulou insuperabile

Il 09/12/2018 alle 23:32Aggiornato Il 09/12/2018 alle 23:34

Migliori e peggiori della sfida del Meazza tra Milan e Torino. Male Higuain e Calhanoglu, Nkoulou insuperabile .

Le pagelle del Milan

Gianluigi DONNARUMMA 7 – C’è la sua firma sul clean sheet rossonero. Strepitoso sul colpo di testa di Iago, un gatto sul sinistro velenoso di Belotti. Qualche esitazione in uscita, ma sono peccati veniali.

Davide CALABRIA 6 – Male in avvio in fase difensiva, poi prende le misure ad Ansaldi e comincia ad arare la fascia dando manforte a Suso.

Ignazio ABATE 6,5 – Ancora una conferma per l’Abate centrale. Rimedia uno sciocco cartellino in avvio, poi non sbaglia più niente in marcatura su Belotti.

Cristian ZAPATA 6,5 – Solido, esplosivo e concentrato il centrale colombiano, che per poco non sforna l’assist di tacco per Cutrone rischiando di far venir giù San Siro.

Ricardo RODRIGUEZ 6 – Si divide con efficacia tra le due fasi. Gli manca sempre un po’ di passo e brillantezza per spostare gli equilibri da quella parte, la tecnica c’è tutta.

Hakan CALHANOGLU 5 – Irriconoscibile e mai nel vivo del gioco, come troppo spesso gli è capitato in questa prima parte di stagione in campionato. Meritava di essere sostituito anche prima. (71' CASTILLEJO 6 – Dà lo scossa con il suo movimento perpetuo e la sua voglia)

Franck KESSIÈ 6 – Primo tempo completamente insufficiente, poi cresce, soprattutto quando la benzina del Torino sfiora la riserva.

Tiemouè BAKAYOKO 6,5 – Parte in sordina poi cresce in fiducia e autorevolezza. La prestazione del francese c’è stata, lui non ha tradito.

Jesus SUSO 5,5 – Oggi lo spagnolo tradisce le attese e si incaponisce insolitamente con soluzioni balistiche di destro, piede non suo. Stavolta non gli riesce nemmeno un numero di magia.

Patrick CUTRONE 5,5 – Partita di generosità estrema, ma quel gol divorato nel finale pesa come un macigno e non può che influire negativamente sulla sua valutazione.

Gonzalo HIGUAIN 5 – Indolente e fuori condizione, sbaglia quasi tutte le scelte nei momenti importanti del suo match e lancia brutti e inquietanti segnali come quando manda a quel paese il compagno di reparto Cutrone per quell’errore sotto porta nel finale. Aveva molto da farsi perdonare davanti a suoi tifosi, invece ha deluso su tutta la linea sciorinando una prestazione non da leader.

Allenatore Gennaro GATTUSO 6 – Il Milan si presenta a un appuntamento extra lusso senza troppi argomenti, non esattamente il massimo per lasciare il segno. Poco brillante e messo in difficoltà dalla compattezza e dalla fisicità del Toro, incapace di sfruttare le nitide opportunità da rete create. Manca profondità alla panchina, è lampante, e la società dovrà aiutare Gattuso in questo senso nella finestra di mercato. Il quarto posto, in ogni caso, è appannaggio unicamente rossonero, al momento, non resta che voltare pagina e sfruttare un calendario amico da qui alla pausa.

Patrick Cutrone

Patrick CutroneImago

Le pagelle del Torino

Salvatore SIRIGU 6 – Bravo a sbarrare la strada a Cutrone nel primo tempo.

Armando IZZO 6,5 – Bene oggi la retroguardia del Torino; solido e sempre sul pezzo l’ex centrale del Genoa.

Nicolas NKOULOU 7 – Interventi sempre al limite, ma quasi sempre efficaci e salvifici e in anticipo sull'uomo. Colosso.

Koffi DJIDJI 6 – Qualche pasticcio qua e là, ma nel complesso non demerita nemmeno lui.

Ola AINA 6,5 – Bene sulla corsia di destra, dove spesso e volentieri porta a passo Calhanoglu.

Soualiho MEITE 6,5 – Tanta energia a servizio della squadra, dinamo della mediana granata.

Daniele BASELLI 5,5 – Un po’ in ombra rispetto ai compagni, sembra viaggiare con una marcia più bassa. (81’ LUKIC sv)

Tomas RINCON 6,5 – Deciso passo in avanti rispetto alle ultime performace, quantitativo e qualitativol.

Cristian ANSALDI 5,5 – Dopo due prestazioni maiuscole un calo piuttosto evidente; della sua partita ricordiamo soprattutto il cross per Iago Falqué, poi il nulla o quasi. (90’ BERENGUER sv)

Iago FALQUE 6,5 – Crea più di un grattacapo alla difesa rossonera e di certo non meritava il cambio. Sua l’occasione più solare del Toro nella partita e ci vuole un super Donnarumma per negargli la gioia del gol. (69’ ZAZA 5,5 – Confusionario nella gestione del possesso)

Andrea BELOTTI 5,5 – La fotografia della stagione attualmente in corso: “Gallo” poco opportunista e cattivo sotto porta.

Mister Walter MAZZARRI 6,5 – Torino solido e ben messo in campo al Meazza. I granata non hanno rubato nulla rischiando di sorprendere – soprattutto in avvio – la quarta forza del campionato. Iniezione di fiducia importante per la sesta della classe. Affrettato, forse, il cambio di Iago, perchè da quel momento il Toro ha perso distanze e certezze.

Video - Van Basten, la storia del gol di testa al Real Madrid che consacrò il Milan di Sacchi

01:02
0
0