LaPresse

Le pagelle di Udinese-Torino 1-1: De Paul e Meité si dividono il titolo di migliore, male Belotti

Le pagelle di Udinese-Torino 1-1: De Paul e Meité si dividono il titolo di migliore, male Belotti

Il 16/09/2018 alle 17:24Aggiornato Il 16/09/2018 alle 17:32

Due gol bellissimi per i due migliori in campo: l'argentino si fa preferire per la continuità espressa durante tutto il match, il francese per la prodezza con cui regala il pareggio ai suoi. Deludono gli attaccanti: Belotti e Lasagna sono i peggiori.

--- UDINESE –

Simone SCUFFET 6 – Praticamente mai impegnato nel primo tempo, incolpevole nel gol subito nella ripresa, dove Meité si inventa una magia.

Jens STRYGER-LARSEN 6 – Gara ordinate, ma a volte lascia a Berenguer troppa libertà di guadagnare spazio per andare a concludere.

William TROOST-EKONG 6 –La sua prova è positiva, regge bene il contraccolpo dopo il gol subito.

Bram NUYTINK 6 – Come sopra, pur con qualche sbavatura in più.

SAMIR 6 – Puntuale e preciso, tiene bene sugli esterni avversari, per quanto De Silvestri sia tra gli ospiti uno dei giocatori più pericolosi.

Valon BEHRAMI 5,5 – Il meno brillante dei suoi, non riesce mai realmente a entrare nel match.

Rolando MANDRAGORA 6 – Gara onesta, senza picchi ma nemmeno grossi errori. Giocatore d’ordine, da sufficienza piena (dal 69’ Darwin MACHIS 5,5 – Si sbatte, ma in 20’ si guadagna un giallo e sbaglia una bella opportunità al 90’).

Seko FOFANA 6 – A centrocampo è una diga e quando va in avanti spesso fa cose positive. A volte esagera coi dribbling, ma perdonati per il gran lavoro fatto davanti alla difesa.

Ignacio PUSSETTO 6,5 – Grande lavoro sulla corisa destra per coprire tutta la fascia. Utilissimo per il sistema di gioco di Velazquez. Perfetto nel primo tempo (Lukasz TEODORCZYK 6 – Pochi minuti ma positivi).

Kevin LASAGNA 5 – Tanto movimento e un sacrificio pazzesco, poche occasioni per rendersi pericoloso. Nel secondo tempo, largo a sinistra e fuori posizione, si eclissa completamente dalla gara (dall’85’ Antonin BARAK s.v.).

Rodrigo DE PAUL 7 – Olte al gol, una perla incastonata nella domenica friulana, gara di sostanza e di voglia nella quale dimostra di essere il giocatore di maggior talento dei suoi. Bravo Velazquez a mettergli attorno giocatori che gli permettono di esprimere il proprio talento, un lusso per i bianconeri. La squadra nella ripresa si spegne, ma lui anima tutti anche andando a pressare i difensori avversari.

All. Julio VELAZQUEZ 6,5 – La sua Udinese, senza fare niente di straordinario, gioca! Primo tempo ordinato, gestito a livello di possesso palla concretizzando alla prima occasione buona. Soffre molto nella ripresa e sembra poter crollare dopo il gol del pari, ma resiste e porta a casa un punto meritatissimo.

Rodrigo De Paul, Armando Izzo, Udinese-Torino, LaPresse

Rodrigo De Paul, Armando Izzo, Udinese-Torino, LaPresseLaPresse

--- TORINO ---

Salvatore SIRIGU 6 – Può poco sul gol di De Paul, bravo e coraggioso in uscita nel secondo tempo, sventando una potenziale occasione avversaria ben al di fuori dall’area di rigore.

Armando IZZO 6 – Uno dei più positivi e propositivi. Quando sale palla al piede crea qualcosa, avanzando il raggio d’azione dell’intera squadra.

Nicolas N’KOLOU 5,5 – Colto in flagrante sulla ripartenza di De Paul, quella che porta al gol del vantaggio bianconero. Poi, nel complesso, una buona prestazione.

Emiliano MORETTI 6 – Gara onesta, peccato quel gol subito nel primo tempo dai suoi. Tutta la retroguardia ha colpe.

Lorenzo DE SILVESTRI 6,5 – Attivissimo sulla corsia destra, sfiora il gol in diverse occasioni, senza però mai trovarlo. E’ l’uomo di maggior spinta di Mazzarri, giocatore imprescindibile (dal 75’ Ola AINA 6 – Aveva già fatto vedere buone cose nelle prime uscite. Si conferma come un valido innesto per i granata).

Soualiho MEITÉ 7 – Un gol da cineteca, dicono quelli bravi. Un sinistro dal limite dell’area che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali della porta coperta da Scuffet e che vale la palma di migliore in campo, in condivisione con De Paul. Forse il “gol della domenica” che non riuscirà una seconda volta, ma intanto vale un punto d’oro per il Toro.

Daniele BASELLI 6 – Gara sufficiente, ma senza acuti.

Roberto SORIANO 6 – Maluccio nel primo tempo, meglio nella ripresa, come tutto il Torino.

Alex BERENGUER 6,5 – Veloce e con abilità nel dribbling, approfitta dell’uscita di Pussetto nella ripresa avendo sempre la meglio sul diretto avversario. Va anche vicino al gol con un bel destro nel primo tempo e uno gli viene anche annullato per fuorigioco. Più che sufficiente (dall’88 Vittorio PARIGINI s.v.).

Iago FALQUE s.v. – Sfortunato, è costretto a lasciare il campo al 18’ per un problema alla coscia destra che non gli consente di continuare (dal 18’ Simone ZAZA 5,5 – L’intesa con Belotti ancora non funziona. Fumoso, nervoso, poco incisivo).

Andrea BELOTTI 5 – Una mezza girata sbagliata sotto porta e nient’altro. Troppo poco per la punta di riferimento del Torino. Lontani i tempi dei 26 gol della stagione 2016-17.

All. Walter MAZZARRI 6 – E’ un Torino che si conferma squadra da rimonta. Se cominciasse a fare bene sin dall’inizio potrebbe essere una squadra da alta classifica, sempre che il problema a Iago Falque non sia grave e che la coppia Zaza-Belotti cominci a funzionare.

Video - Mazzarri: "Dobbiamo crederci sempre dall'inizio. La Premier League? Uguale alla Serie A"

02:04
0
0