Getty Images

Mandzukic-Ronaldo: la Juventus doma anche il Milan, espulso Higuain

Mandzukic-Ronaldo: la Juventus doma anche il Milan, espulso Higuain

Il 11/11/2018 alle 22:29Aggiornato Il 11/11/2018 alle 23:15

Con un gol per tempo la squadra di Allegri espugna San Siro e riprende la sua marcia in Serie A. A segno Mandzukic e Ronaldo, mentre Higuain è il protagonista negativo della serata: rigore fallito ed espulsione per proteste. La Juventus arriva a 11 vittorie in 12 giornate, un record

Nella notte di San Siro ride ancora la Juventus. La squadra di Allegri riprende la sua marcia in campionato domando il Milan con un gol per tempo e riportandosi a +6 sul Napoli. Una partita in cui i bianconeri hanno avuto quasi sempre il pallino del gioco, ma peccando ancora della cattiveria giusta per chiudere il match. Il rigore fallito da Higuain ha smorzato gli entusiasmi del Milan, il gol di Ronaldo a dieci minuti dalla fine ha chiuso la contesa. La Juventus si gode il primato, sempre solido, e il ritorno di Mandzukic, subito in gol. Un risultato giusto per occasioni create, anche se il Milan, pur acciaccato e inferiore per tasso tecnico, ha peccato di cattiveria agonistica in molti frangenti del match.

La cronaca della partita

Nella splendida cornice di San Siro, Gattuso lancia Castillejo al fianco del grande ex Higuain, mentre nella Juventus si rivede tra i titolari Mario Mandzukic. Bonucci, come da indiscrezioni, va in panchina ma non evita i fischi. Nei primi minuti il Milan ci mette agonismo, ma non riesce a contrastare con efficacia il palleggio bianconero, che svaria da una fascia all’altra con continuità. E al primo affondo la squadra di Allegri passa. Cross telecomandato di Alex Sandro dalla sinistra, Mandzukic vola in cielo a sovrastare Rodriguez e buca Donnarumma. Errore grave della difesa rossonera, che rischia di ripetersi qualche minuto più tardi: questa volta Romagnoli anticipa il croato. Il Milan vive di ripartenze, ma bisogna aspettare la mezz'ora abbondante di gioco per vedere Szczesny sporcarsi i guanti, sul mancino di Suso. Pur con poche idee, i rossoneri trovano l'episodio che può svoltare il match. Higuain riceva palla in area e di tocco provoca il fallo di mano di Benatia. Mazzoleni concede il penalty con l'ausilio del Var e sceglie di non sanzionare il già ammonito Benatia. Sul dischetto non c'è Kessie ma Higuain, che si fa ipnotizzare da un ottimo Szczesny.

Gonzalo Higuain lascia in lacrime il campo dopo l'espulsione, Milan-Juventus, Getty Images

Gonzalo Higuain lascia in lacrime il campo dopo l'espulsione, Milan-Juventus, Getty ImagesGetty Images

Il Milan inizia con voglia la ripresa, cercando di schiacciare la Juventus nella sua metacampo. La Juventus accetta la contesa e ricomincia a palleggiare. Ronaldo impegna Donnarumma col mancino, poi Dybala scheggia il palo con una splendida punizione. Il Milan si gioca le sue carte con qualche contropiede, ma continua a peccare di concretezza dalla trequarti in avanti. E a 10 minuti dalla fine, si chiude la partita. Un ottimo Cancelo recupera palla dopo un rinvio errato di Laxalt, entra in area ed eplode il destro: Donnarumma para, ma sul tap-in di Ronaldo non può nulla. Ottavo gol in campionato per il portoghese, sempre dentro al match e non solo con giocate spettacolari. La partita di fatto finisce lì, anche perchè un paio di minuti più tardi Higuain completa nel peggiore dei modi la sua serata da incubo: l'argentino si prende un giallo per un fallo su Benatia, protesta con rabbia e Mazzoleni lo manda in anticipo sotto la doccia. La partita si spegne, vince ancora la Juventus.

La statistica

34 - I punti della Juventus dopo 12 giornate. Nessuno ne aveva collezionati così tanti nella storia del girone unico.

Il migliore

Cristiano RONALDO - Alcune giocate magistrali, qualche piccola pausa. Palla controllata sempre in modo sublime. Donnarumma lo stoppa due volte, alla terza insacca, sfatando la sua maledizione con San Siro. Trascinatore, sempre.

Il peggiore

Gonzalo HIGUAIN - Un incubo la sua prima da ex contro la Juventus. Ennesimo rigore sbagliato, pesante come quello in finale di Copa America o nel famoso Napoli-Lazio. Mentalmente accusa l'errore. L'espulsione nel finale cala il sipario su una serata davvero negativa.

Il tabellino

Milan-Juventus 0-2

Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate (74’ Borini), Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessie, Bakayoko, Calhanoglu (74’ Laxalt); Higuain, Castillejo (61’ Cutrone). All. Gattuso

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (73’ Khedira), Matuidi; Dybala (79’ Douglas Costa), Ronaldo, Mandzukic. All. Allegri

Marcatori: 8’ Mandzukic, 81’ Ronaldo

Ammoniti: Benatia, Bakayoko, Borini

Espulsi: 83’ Higuain

Video - Van Basten, la storia del gol di testa al Real Madrid che consacrò il Milan di Sacchi

01:02
0
0