Getty Images

Napoli stoppato al Franchi: la Fiorentina impone lo 0-0 alla banda Ancelotti

Napoli stoppato al Franchi: la Fiorentina impone lo 0-0 alla banda Ancelotti

Il 09/02/2019 alle 20:05Aggiornato Il 09/02/2019 alle 20:30

La squadra partenopea costruisce almeno tre grandi occasioni, ma pecca sottoporta e trova un grande Lafont. Fiorentina generosa e match divertente, pur senza reti. Il Napoli sale a quota 52, momentaneamente a -8 dalla Juventus.

Un punto per uno che regala sentimenti diversi. Al Franchi finisce 0-0 la sfida tra Fiorentina e Napoli, in un match divertente e ricco di emozioni. E se i viola possono ritenersi soddisfatti per aver dato tutto nell'arco dei novanta minuti, la squadra di Ancelotti può rammaricarsi per almeno tre occasioni sprecate sottoporta, per demeriti propri e per merito di un grande Lafont. I partenopei avvicinano momentaneamente la Juventus a -8, ma i bianconeri possono regalarsi un vantaggio in doppia cifra vincendo col Sassuolo. La Fiorentina rimane staccata dalla zona Europa League, ma con questo atteggiamento può credere nell'obiettivo.

La cronaca del match

Fiorentina in emergenza in difesa, con Simeone in panchina e Gerson trequartista. Nel Napoli, Mertens vince il ballottaggio con Milik. La squadra di Ancelotti perde subito Mario Rui, ma spaventa la difesa viola al primo affondo. Zielinski impegna Lafont e sul tap-in Insigne calcia malamente fuori. Pochi minuti più tardi è ancora il portiere francese a essere protagonista, stoppando la stoccata ravvicinata di Mertens. La Fiorentina prende campo e costruisce un quarto d’ora di qualità e intensità che fa soffrire il Napoli. Chiesa fa paura a Meret con un diagonale mancino e il portiere azzurro è decisivo nel deviare la bordata di Veretout dal limite. Insigne e compagni sono meno brillanti del solito, ma fanno male in contropiede. E al minuto 35 la parità regge per miracolo. Zielinski fa da sponda per Mertens e il belga, da pochi metri, trova un’altra grande parata di Lafont. Bravo il francese, ma l’attaccante del Napoli pecca di cattiveria. Il diagonale dal limite di Insigne, deviato sul fondo, chiude un primo tempo divertente.

Lafont - Fiorentina- Serie A 2018/2019 - Getty Images

Lafont - Fiorentina- Serie A 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Si riparte col Napoli in avanti. Il destro di Insigne è velenoso ma non inquadra lo specchio. E poco dopo è ancora Lafont a risultare decisivo. Zielinski si inserisce e calcia di prima intenzione col mancino, il portiere francese si supera con l'intervento a una mano in contropiede. Incredibile. La Fiorentina fa la partita, anche se Meret non deve sporcarsi più di tanto i guantoni. Il Napoli invece fa tremare il Franchi quando riparte. Fabian Ruiz prova a riscattare una prova poco brillante con un sinistro a giro da fuori, ma la sua conclusione sibila non lontano dall'incrocio. Si gioca a tutta su ogni pallone e la Fiorentina comincia a perdere pezzi. Mirallas si infortuna al polpaccio, poi il ginocchio tradisce Pezzella. Ma il difensore resta in campo, pur zoppicante, e va a fare la punta. Il Napoli tenta il tutto per tutto e si regala altre due occasioni con Milik. Sulla prima, il polacco non trova la porta in scivolata, sulla seconda trova ancora il muro Lafont. Non c'è più tempo, è 0-0 al Franchi.

Il migliore

Alban LAFONT - Che partita, quella del "Donnarumma di Francia"! L'ex Tolosa è decisivo con almeno tre interventi da applausi su Mertens, Zielinski e Milik, regalandosi una serata da supereroe davanti a chiunque si sia parato al suo cospetto.

Il peggiore

Dries MERTENS - Bravo Lafont, ci mancherebbe, ma se il Napoli rimane a 0 alla voce gol segnati buona parte di responsabilità va a lui. Pecca di cattiveria in maniera preoccupante nell'area avversaria e alla fine risulta decisivo in negativo per i suoi.

La statistica

3 - Le partite consecutive in trasferta in cui il Napoli non trova la via del gol. L'ultimo centro lontano dal San Paolo risale al 16 dicembre, nello 0-1 a Cagliari.

Il tweet

Il tabellino

Fiorentina-Napoli 0-0

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Ceccherini, Pezzella, Hancko (56’ Vitor Hugo), Biraghi; Dabo, Edimilson, Veretout; Chiesa, Muriel, Gerson (69’ Mirallas) (80’ Simeone). All Pioli

Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui (5’ Ghoulam); Callejon, Allan, Fabián Ruiz, Zielinski; Insigne (78’ Verdi), Mertens (62’ Milik). All. Ancelotti

Arbitro: Calvarese

Marcatori: -

Ammoniti: Dabo, Veretout, Callejon, Zielinski, Ghoulam, Maksimovic

Video - Pioli: "Se mi girano per Zaniolo? È già pronto, ma è difficile capire chi otterrà risultati"

01:03
0
0