Getty Images

Pagelle a confronto: Matuidi, la spia della riserva si è accesa. Infortunio a parte

Pagelle a confronto: Matuidi, la spia della riserva si è accesa. Infortunio a parte

Il 09/12/2019 alle 11:41Aggiornato Il 09/12/2019 alle 15:13

All'Olimpico il francese è stato protagonista in negativo della sconfitta della Juventus contro la Lazio. Le testate nazionali hanno giudicato insufficiente la sua prestazione, mitigata in parte dal rientro dall'infortunio

La prestazione di Blaise Matuidi di sabato sera è l’istantanea perfetta del tracollo della Juventus all’Olimpico e del momento che stanno attraversando i bianconeri. Ritornato titolare dopo lo stop per la frattura della cartilagine di una costola rimediata nel match contro il Milan, Sarri ha puntato sul francese per tentare di arginare la velocità e la fantasia di Milinkovic-Savic, Lucas Leiva e Luis Alberto e per dare fisicità a un centrocampo leggero con Pjanic e Bentancur. Le principali testate sportive nazionali hanno decretato il fallimento della missione dell'ex Psg nella Capitale con una media insufficiente seppur non grave, ma anche con un 4. Per pochi la prova di Blaise ha strappato la sufficienza. Scopriamo perchè.

Perchè Matuidi va bocciato

La responsabilità del gol del pareggio laziale è tutta sulle spalle del francese: sul cross col contagiri di Luis Alberto, Matuidi, seppur ben posizionato all’interno dell’area di rigore, perde clamorosamente la marcatura di Luiz Felipe. Il brasiliano ha tutto il tempo di staccare e anticipare il tentativo di salvataggio in extremis di Alex Sandro. Un errore imperdonabile che determina il turning point della partita dell’Olimpico: da quell’episodio la Lazio ha trovato la forza per provare a vincere la partita. Ma la prestazione deludente del nazionale francese si spiega anche nella poca reattività e nell’incapacità di leggere le situazioni all’interno della partita, una costante dall’inizio del campionato. La sensazione è che dopo stagioni a cento all’ora, Blaise sia un po’ in riserva in questo fine 2019.

Matuidi, Pagelle a confronto, Getty Images

Perchè Matuidi merita la sufficienza

Il rientro da titolare dall’infortunio è l’attenuante maggiore per il centrocampista, nonostante la mezz’ora giocata contro il Sassuolo. Il ritmo forsennato della Lazio era forse il cliente più scomodo in questo momento, e lo ha patito dal primo al novantesimo minuto, ma tra infermeria (Khedira, Ramsey) e malcontenti (Emre Can), Sarri aveva poche alternative e doveva lanciarlo nella mischia. Per un’ora l’argine a metà campo ha retto, con interventi precisi e puntuali e palle recuperate, poi la spia della benzina. L’infortunio di Bentancur e l’espulsione di Cuadrado hanno complicato la situazione e il tecnico toscano è stato costretto a lasciare in campo Matuidi fino alla fine. La prima ora sarebbe stata sufficiente.

0
0