Getty Images

Pioli: "Non riusciamo a chiudere le partite"; Pinamonti: "Nazionale? Se mi chiameranno risponderò"

Pioli: "Non riusciamo a chiudere le partite"; Pinamonti: "Nazionale? Se mi chiameranno risponderò"

Il 09/11/2018 alle 23:07Aggiornato Il 09/11/2018 alle 23:08

Il tecnico della Fiorentina è amareggiato per l'ennesimo pareggio, ma soprattutto per non essere riuscito a conservare il vantaggio.

Stefano Pioli non è per nulla soddisfatto del risultato della sua squadra, ma soprattutto dell’incapacità di tenere il vantaggio, come già successo contro la Roma.

" Non chiudiamo le partite e non riusciamo a gestire la palla. Abbiamo commesso tanti errori senza la pressione avversaria. Abbiamo tirato tanto, ma non siamo stati capaci di chiuderla. Questa partita dovevamo vincerla e dobbiamo fare meglio. Simeone? Abbiamo creato tanto, Simeone deve continuare ad essere positivo e propositivo, poi il gol arriverà. Tutta la squadra deve segnare di più. Dobbiamo crescere, purtroppo anche attraverso i nostri errori, abbiamo preso gol su una palla semplice, già nostra. Certi errori sono troppo evidenti per una squadra tecnica come noi. Il Frosinone non ci ha messo sotto pressione, ma non siamo riusciti a gestire bene i momenti chiave del match. Dovevamo avere qualche punto in più. Bisogna lavorare ancora meglio"

Ovviamente felice Moreno Longo

" Per noi è un pareggio molto importante, visto che questo è il quarto risultato utile consecutivo. Per una squadra che deve salvarsi, è importante muovere la classifica e farlo contro squadre dalla portata della Fiorentina. Sono contento del fatto che i ragazzi abbiano portato la partita sul binario giusto, nel secondo tempo ci siamo esposti, ma abbiamo avuto la capacità di restare in gara"
" Devo pretendere questo tipo di atteggiamento dalla mia squadra, perché non possiamo concedere alcun tipo di situazione in questo senso. Quando affronti squadre di questo calibro, sei inferiore sia a livello di qualità che sul piano fisico, dobbiamo alzare l'agonismo"

Poi su Pinamonti

" È un ragazzo cui devo fare i complimenti. È molto umile, è arrivato con lo spirito giusto e lavora bene durante la settimana. Quello che gli diamo è forse troppo poco per uno come lui, io gli dico sempre di lavorare perché può ritagliarsi uno spazio importante in un campionato come la Serie A che ha bisogno di giovani importanti come lui"

Il commento dello stesso Pinamonti

" Fare un punto era molto importante. Venivamo da tre risultati utili con squadre della nostra parte di classifica, ci serviva farlo anche contro squadre più forti. Non smuove la classifica, ma è fondamentale. Questa squadra aveva bisogno di tempo visti i tanti nuovi. Il lavoro paga sempre, abbiamo fatto settimane durissime e questo è il risultato. Quando hai l'occasione di entrare e sei giovane come me, devi mettere tutta la cattiveria possibile e rimanere senza fiato. Se sogno l’Italia? Io mi alleno al massimo, valuteranno gli addetti ai lavori. Se mi chiameranno risponderò"

Video - Ancelotti imita Mourinho in conferenza e difende il suo gesto

01:42
0
0