Getty Images

Sensi, Duncan, Tielemans, Carrasco: qual è il nome giusto per il centrocampo del Milan?

Sensi, Duncan, Tielemans, Carrasco: qual è il nome giusto per il centrocampo del Milan?

Il 08/01/2019 alle 07:55Aggiornato Il 08/01/2019 alle 07:59

Il casting per il centrocampo del Milan è appena partito, ma i rossoneri non sono ancora riusciti a piazzare il colpo visto le pretese dei club. Sensi costa 30 milioni, Duncan 20, Carrasco vuole 10 milioni l'anno... I rossoneri hanno però bisogno di un rinforzo immediato per la linea mediana, chi giocherà al fianco di Kessié e Bakayoko?

Stefano Sensi (Sassuolo)

Continua il lavoro dietro le quinte del Milan che tratta con il Sassuolo per l'acquisto di Stefano Sensi. Non solo, i rossoneri sperano di avere il classe '95 arruolabile già per la Supercoppa italiana, in programma il 16 gennaio prossimo contro la Juventus. Sarà una strada percorribile?

Perché sì

Al netto del prezzo, il Sassuolo offre prestito con diritto di riscatto a 25-30 milioni, è un giocatore super per il Milan, soprattutto in prospettiva futura. Un giocatore difficile da trovare in giro sul mercato e questo può essere il momento giusto per piazzare il colpo, specialmente con le altre big impegnate in altri discorsi.

Perché no

Il 23enne di Urbino ha ancora tanto da dimostrare e non è detto che sarà un fenomeno. E' più una scommessa che una certezza per svoltare nel girone di ritorno. Soprattutto a queste cifre...

Stefano Sensi Sassuolo Genoa 2017

Stefano Sensi Sassuolo Genoa 2017LaPresse

Alfred Duncan (Sassuolo)

Non solo Sensi, il Milan dal Sassuolo vuole anche Duncan. Anzi, Leonardo spera nel colpaccio, prendendoli in coppia. La proprietà dei neroverdi, per ora, spara alto chiedendo ben 20 milioni per il classe '93.

Perché sì

Ha sicuramente più esperienza di Sensi, avendo vissuto - inoltre - lo spogliatoio dell'Inter, e una maggiore predisposizione all'ambientamento in una squadra di medio/alta classifica. Al giocatore piace tanto la destinazione, non fosse solo per il prezzo...

Perché no

Beh come dire, il prezzo in questo caso fa la differenza. Per quanto Duncan sia un eccellente portatore di palla, non è un regista. Se si dovesse scegliere solo per le garanzie tecniche, il Milan dovrebbe optare per Sensi da questo punto di vista.

2018, L'esultanza di Alfred Duncan dopo il gol all'Atalanta, Getty Images

2018, L'esultanza di Alfred Duncan dopo il gol all'Atalanta, Getty ImagesGetty Images

Youri Tielemans (Monaco)

Più volte accostato al club rossonero in questi anni, ora le voci si intensificano visto l'arrivo al Milan di Geoffrey Moncada (grande fan del belga) che ricopre il ruolo di capo scout. L'ostacolo è sempre il prezzo del giocatore: il Monaco chiede i 25 milioni che aveva speso un anno e mezzo fa per prenderlo dall'Anderlecht, i rossoneri hanno problemi con il FFP e non possono spendere tali cifre per un solo giocatore.

Perché sì

Che ragionamento vuole fare il Milan? Un giocatore pronto subito o uno in prospettiva? Se l'idea è quello di prendere un giocatore dal futuro, potenzialmente, grandioso, questo è il momento giusto per acquistare Tielemans.

Perché no

Deve ancora farsi le ossa. Non è un caso che Henry sia disposto a lasciarlo partire per fare cassa subito (nonostante l'abbia allenato in Nazionale), in cambio di un giocatore già pronto per la lotta alla salvezza (Fabregas). Tielemans è un giocatore di qualità, di fantasia, ma deve essere inserito in un 'sistema' già collaudato, cosa che il Milan non ha al momento.

TIELEMANS

TIELEMANSEurosport

Ferreira Carrasco (Dalian Yifang)

Continuano le trattative per riportare in Europa Yannick Ferreira Carrasco. Secondo la Gazzetta dello Sport, il Milan continua a stuzzicare il belga e tenta il Dalian Yifang (club che ha la proprietà del cartellino), ma in primis è il '93 a doversi ridurre l'attuale ingaggio da 10 milioni che percepisce in Cina.

Perché sì

Ha 25 anni e ancora tanta strada da fare. Tre anni fa segnava in una finale di Champions, poi il clamoroso passaggio alla Cina (solo per una questione economica e non tecnica). Dovesse ritrovare la voglia, che aveva al Monaco o all'Atlético Madrid, può essere davvero determinante in un campionato come il nostro.

Ferreira Carrasco - Atlético Madrid-Lleida - Copa del Rey 2017/2018 - Imago

Ferreira Carrasco - Atlético Madrid-Lleida - Copa del Rey 2017/2018 - ImagoImago

Perché no

Non ha il profilo che il Milan sta cercando. Il belga è un esterno, utile - sarebbe - per far rifiatare Suso e/o Çalhanoglu. È vero che è in uscita dalla Cina, ma l'ex belga pretenderà un ingaggio che il Milan non si può permettere al momento.

Video - Leonardo coccola Maldini: "Paolo rappresenta la storia vincente del Milan"

04:04
0
0