Getty Images

Spalletti: "Con l'Atalanta come col Barça, in dubbio Nainggolan"

Spalletti: "Con l'Atalanta come col Barça, in dubbio Nainggolan"

Il 10/11/2018 alle 12:45Aggiornato Il 10/11/2018 alle 13:41

Il tecnico dell'Inter spiega che il belga difficilmente sarà della partita; poi commenta il gesto di Mourinho all'Allianz Stadium.

" Farsi ritrovare nella condizione mentale di valutare la prossima partita un’estensione della Champions League è fondamentale. L'Atalanta ha numeri per essere una squadra di alta classifica "

Così Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Atalanta. Sulla possibile stanchezza dopo il Barcellona. "Brozovic è quello che ha corso di più, ma è anche quello che lega il gioco e aiuta la manovra. Borja Valero ha portato corsa e qualità, Nainggolan difficilmente sarà della partita", ha spiegato Spalletti.

Ancora sull'Atalanta, Spalletti sottolinea l'inizio di stagione difficile e anche i meriti di Gasperini: "Paga il fatto che all'inizio di stagione non sia riuscita a capitalizzare la mole di gioco che ha fatto e a fare gol per il gioco prodotto. Hanno più tiri in porta e occasioni da gol superiori a noi e in quel campo si esaltano. Hanno forza fisica e mentale. In tutto questo c'è di mezzo Gasperini, che fa bene al mondo del calcio. Influisce a renderlo più bello e moderno".

A proposito dello stadio, Spalletti esprime la propria soddisfazione: "L'accordo Inter-Milan per San Siro? Io sono innanzitutto contento che sia stato trovato questo accordo, che ci sia questa collaborazione, perché sono due società importanti e messe insieme possono sicuramente dare un risultato ancor più di qualità. A me San Siro piace già come è adesso. Tutti quelli che conosco mi hanno detto tutti parole cariche di entusiasmo per la qualità dello stadio ma anche per quelli che sono i livelli di qualità che ci vogliono per far affluire o andar via i tifosi in un contesto corretto. Io sono per andare avanti, per credere che ci sia sempre la possibilità di migliorare".

Infine, un commento sul suo predecessore, José Mourinho:

" Il gesto di Mourinho allo Stadium? Mi sembra che Mourinho stesso ha detto che a freddo non lo rifarebbe. Questo ci trova tutti d'accordo nei commenti, però poi ci sono pressioni emotive soprattutto in determinate partite che vanno a sommarsi e il rischio di cadere in qualche piccola reazione c'è. Io faccio quel lavoro e lo so bene. Penso che finché si resta su fatti di questo livello faccia parte tutto dello spettacolo. Se poi vai a stuzzicare un leone, il leone ruggisce", aggiunge."

Video - Spalletti: "Questa Inter è una squadra che se la gioca anche contro chi è superiore"

01:59
0
0