Getty Images

Spalletti con le spalle al muro, ma la cabala lo aiuta: imbattuto nei derby con il Milan

Spalletti con le spalle al muro, ma la cabala lo aiuta: imbattuto nei derby con il Milan

Il 16/03/2019 alle 07:55Aggiornato Il 16/03/2019 alle 15:49

Il tecnico dell'Inter è sempre più in discussione dopo l'eliminazione dei nerazzurri dall'Europa League. Qualcuno ipotizza anche un suo esonero, sfruttando la pausa delle Nazionali, nel caso in cui perdesse male contro il Milan. Nei derby di campionato, però, il tecnico toscano non ha ancora perso...

Icardi, l’Europa League, il rischio di farsi rimontare e perdere il 4° posto. Sono tanti i grattacapi per Luciano Spalletti che si sente accerchiato dopo l’ennesima cattiva prestazione dei suoi ragazzi. Lui è stato chiaro nel post Eintracht, soffermandosi sul fatto che l’Inter ha sprecato energie e giocato in maniera pasticciona nei primi 10 minuti, con il tentativo di trovare già in quel momento il gol qualificazione. Sono molti i mugugni in casa Inter, ma Spalletti guarda e passa, sperando che il derby con il Milan possa essere l’occasione per rilanciarsi.

Il derby con il Milan: è veramente possibile un suo esonero in caso di sconfitta?

Il rapporto con i giocatori non sembra idilliaco e anche la reazione della società dopo lo 0-1 contro l’Eintracht non è stata delle più simpatiche. L’eliminazione dall’Europa League è cocente, considerando che il trofeo europeo poteva essere l’unico modo per risollevare una stagione non esaltante tra la Champions prima (clamorosa eliminazione fallendo due match point) e il campionato poi (mai in corsa per lo Scudetto e ora con il rischio 4° posto). La Roma, con Ranieri, cerca la rimonta e nel caso in cui l’Inter dovesse perdere il derby - e la Roma vincere con la SPAL - ci sarebbe addirittura l’aggancio. Dopo il derby arriverà la pausa per le Nazionali e qualcuno grida addirittura all’esonero, sfruttando proprio questa pausa.

Video - Spalletti: "Probabilmente mi sono spiegato male io con la squadra"

01:59

Icardi e Nainggolan fuori, torna Joao Mario: ancora problemi di formazione per Spalletti

Il problema è che Spalletti non potrà giocarsi il derby con la miglior formazione possibile. Non ci sarà ancora Icardi e anche Nainggolan resta in dubbio. Perisic sarà in campo nonostante il calo di forma, mentre rientreranno Lautaro Martinez e Asamoah che hanno saltato l’Eintracht per squalifica. Il nome per la trequarti è quello di Joao Mario, il vice Nainggolan di questa stagione.

La probabile formazione dell'Inter

La probabile formazione dell'Inter, Getty Images

Sarà difficile cercare la miglior prestazione, ma nel derby si sa, le motiviazioni si moltiplicano. L'assenza di Icardi resta però penalizzante, considerando il ruolino di marcia dell'argentino contro il Milan. 5 gol in 11 gare contro i rossoneri: è stato lui a decidere il derby d’andata con un gol nel finale, l’anno scorso fu sempre lui a decidere il derby con una fantastica tripletta.

Icardi nei derby contro il Milan

12 gare* 4 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte
5 gol fatti 4 gol nelle ultime 3 gare

*in tutte le competizioni

La probabile formazione del Milan

La probabile formazione del Milan contro l'Inter, Eurosport

Spalletti e la statistica: mai perso un derby di campionato con il Milan

Il tecnico toscano può giocarsela sul piano delle statistiche. Contro il Milan, da allenatore dell’Inter, ha perso solo in Coppa Italia, quando i rossoneri trovarono il pass per la semifinale grazie all’1-0 targato Cutrone ai tempi supplementari. Due vittorie e un pareggio in campionato e, calcolando solo la Serie A, l’ultima sconfitta contro il Milan è datata 14 maggio 2006, da allenatore della Roma, con il 2-1 per il Milan grazie alla coppia Kakà-Marcio Amoroso. Da allora 9 vittorie e 3 pareggi per Spalletti contro i rossoneri. La Cabala aiuterà Spalletti anche in questo caso?

Spalletti da allenatore contro il Milan

33 gare*
15 vittorie
7 pareggi
11 sconfitte
48 gol fatti
43 gol subiti

*in tutte le competizioni

Video - Marotta: "Spalletti non è a rischio, su Icardi niente da aggiungere ma resto ottimista"

00:44
0
0