Getty Images

"Stai seduto e zitto", Lucas Leiva accusato per frase shock a un addetto stampa in sedia a rotelle

"Stai seduto e zitto", Lucas Leiva accusato per frase shock a un addetto stampa in sedia a rotelle

Il 16/04/2019 alle 12:22Aggiornato Il 16/04/2019 alle 12:37

Il centrocampista della Lazio finisce nella bufera per una frase che avrebbe rivolto a Ugo Allevi dell'ufficio stampa rossonero dopo Milan-Lazio. L'ex Liverpool smentisce: "Accuse infondate".

I retroscena di Milan-Lazio non finiscono mai, anche a tre giorni di distanza dalla partita del Meazza. Questa è la giornata del Giudice Sportivo che emetterà le sanzioni e le squalifiche della 32esima giornata di Serie A e tiene banco il caso Kessié-Bakayoko, ma ora spunta un altro episodio del post gara. Gli ispettori di campo avrebbero, infatti, riportato nel loro referto l'insulto di Lucas Leiva, centrocampista brasiliano della Lazio, nei confronti di un addetto stampa del Milan, Ugo Allevi, in sedia a rotelle: "Stai seduto e zitto". Il tesserato rossonero avrebbe reagito affermando: "Testa di c...". La notizia è riportata dal Messaggero e dalla Gazzetta dello Sport.

Lucas Leiva ha prontamente smentito di aver pronunciato quelle parole sui suoi profili Instagram e Twitter:

" Mi preme chiarire in modo chiaro che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false e infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi son permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta"

Video - Gattuso: "Bakayoko e Kessié? Bisogna chiedere scusa, si smanetta troppo"

01:30
0
0