Eurosport

Florenzi da jolly a problema della Roma: a gennaio può partire, a chi serve di più?

Florenzi da jolly a problema della Roma: a gennaio può partire, a chi serve di più?

Il 13/11/2019 alle 20:48

Il tuttofare giallorosso è finito ai margini del progetto di Fonseca con un minutaggio sempre più scarno e la mancanza di fiducia da parte del tecnico portoghese: Mancini crede in lui ma non può prescindere dal rendimento di un calciatore nel club d'appartenenza. A rischio c'è l'Europeo e la cessione a gennaio diventa un'ipotesi concreta: Inter, Fiorentina e Milan tentano l'assalto.

Per tutti era un jolly, un giocatore in grado di ricoprire tutti i ruoli della fascia (terzino, ala, attaccante) e non solo. Alessandro Florenzi è il capitano della Roma ma per lui non c'è più spazio. Sei panchine di fila tra campionato ed Europa League sono piuttosto eloquenti, anche se Fonseca non vuole sentir parlare di caso. Eppure nelle ultime due gare l’esterno tuttofare non è mai sceso in campo (nonostante la squadra a tratti palesasse molte difficoltà, soprattutto a Parma) e dalla partita contro la Samp - la peggiore a parere del tecnico nella sua gestione - quando ha giocato per 75', ha raccolto appena 18' su 540.

Florenzi sempre più ai margini: Fonseca non gli dà fiducia

Soltanto una volta in stagione, contro l'Atalanta, Florenzi è rimasto in campo per 90': con Fonseca il feeling non è scattato. Lo spogliatoio lo rispetta, ma l'affetto dei compagni non basta perché i leader del gruppo sono considerati altri. L'allenatore portoghese ha spiegato che si tratta di una scelta tecnica: per lui Florenzi non è un terzino e davanti predilige altri tipi di calciatori, come dimostrano le scelte sul mercato. Ha chiesto un esterno basso di ruolo in estate (Zappacosta), un trequartista in più davanti (Mkhitaryan) e ha voluto rilanciare Pastore. Pur di non schierare il 28enne romano, in emergenza, ha preferito piazzare davanti alla difesa Mancini adattato.

STAGIONE PANCHINE GARE TOTALI PERCENTUALE
2019-2020 7 (6 consecutive) 14 50%
2018-2019 11 42 26,1%
2017-2018 15 49 30,6%
2016-2017 3 13 23%
2015-2016 4 43 9,3%
2014-2015 16 46 34,7%
2013-2014 16 41 39%
2012-2013 14 42 33,3%

Vengono considerate le gare con il giocatore a disposizione (esclusi quindi infortuni e squalifiche). Dati transfermarkt

Nella tabella potete vedere l'impiego di Florenzi stagione per stagione nella sua carriera alla Roma. La titolarità del jolly negli anni passati non è mai stata in discussione, mentre quest'anno è partito dalla panchina in metà delle gare totali, subentrando peraltro in corso d'opera solo due volte.

La Nazionale come ancora di salvezza

In tutto questo Florenzi, però, non ha polemizzato, non ha mai detto una parola fuori posto. Si è accomodato in panchina e invece di lamentarsi, ha fatto il capitano. Per sua fortuna ora c'è la Nazionale, una bella valvola di sfogo e un luogo in cui si sente valorizzato e importante, come ha sottolineato il ct Roberto Mancini.

Video - Mancini su Florenzi: "Non gioca più nella Roma? Sarà riposato per l'Italia e per l'Europeo"

01:38

Ipotesi cessione a gennaio: Inter, Fiorentina e Milan tentano l'assalto

Allo stato attuale, è inevitabile che il suo nome prenda posto sui taccuini degli uomini mercato. L'ipotesi cessione a gennaio, che fino a qualche settimana fa sembrava fantascienza, adesso diventa concreta. Inter, Milan e Fiorentina - con Montella che lo ha lanciato in Serie A e lo prenderebbe subito - sono interessate al suo cartellino, mentre in Europa piace al Lione di Garcia, l’allenatore che lo inventò esterno alto. Lontano dal vecchio continente c'è lo Shangai Shenhua, la squadra dell’amico El Shaarawy. La fiducia di Mancini è un'ottima base, ma Florenzi non può rischiare di perdere la Nazionale nell'anno dell'Europeo che si giocherà anche a Roma. Il ct non può prescindere dal rendimento di un calciatore nel club d'appartenenza. Al ritorno dal doppio impegno con l'Italia, il suo agente incontrerà Petrachi: la Roma aveva aperto alla cessione anche in estate e se dovesse arrivare un'offerta congrua Florenzi può essere ceduto. Gli allenatori che lo stimano, a partire da Montella e Antonio Conte (si parla di Politano come possibile contropartita), non mancano, a meno che non venga ricucito lo strappo con Fonseca. Un'ipotesi remota che crea una ferita profonda per un capitano romano e romanista.

Cosa deve fare Florenzi?

Sondaggio
6668 voti
Andare all'Inter
Andare alla Fiorentina
Andare al Milan
Restare alla Roma
Andare all'estero

Video - Petrachi: "Non ho mai messo Zaniolo sul mercato e Florenzi è il nostro capitano"

01:57
0
0