Getty Images

Conte: "31 punti in 12 partite sono un bel bottino, complimenti a questa Inter"

Conte: "31 punti in 12 partite sono un bel bottino, complimenti a questa Inter"

Il 09/11/2019 alle 20:46Aggiornato Il 09/11/2019 alle 22:46

Il tecnico dei nerazzurri fa i complimenti ai suoi ragazzi per il bottino fin qui collezionato in campionato: "Neanche nelle più rosee aspettative, mettiamo fieno in cascina. Andiamo alla paura con una situazione migliore rispetto all'ultima volta quando arrivavamo da una sconfitta".

È un Conte più rilassato quello che si presenta in conferenza stampa dopo la vittoria contro il Verona. Gli scaligeri erano passati in vantaggio con il gol di Verre, ma l’Inter ha saputo rimontare, finalizzando il gran dominio del secondo tempo. Vetta per una notte, in attesa di Juventus-Milan...

" Dobbiamo uscirne sempre più forti. La risposta di oggi è stata importante dopo la delusione di Dortmund che è stata cocente. Oggi si era messa in salita la gara, l'Hellas difendeva con un 7-3-0 e abbiamo trovato un muro davanti a noi. Ti venivano a prendere a uomo a tutto campo. Difendevano e ripartivano, ma noi siamo stati molto bravi a non perdere la pazienza. Abbiamo dimostrato di avere maturità e voglia. Vincere in questo modo ti certifica che c'è qualcosa alla base, che stiamo creando qualcosa di bello. 31 punti in 12 partite sono un bel bottino, mettiamo del fieno in cascina. Mi sento di ringraziare questi ragazzi, che hanno buttato ancora il cuore oltre l'ostacolo. Stiamo crescendo a livello di mentalità, anche dopo le batoste cerchiamo di migliorare"
" Nel giro di pochi giorni ti sono capitate due partite totalmente differenti. Il Dortmund ti veniva a prendere alto, mentre oggi il Verona ti faceva giocare e difendeva con due linee. Non era semplice, ho detto alla fine del primo tempo di avere pazienza, di mettersi bene con gli attaccanti e di avere ampiezza con gli esterni. Penso sia stato molto importante quello che ha fatto Bastoni nel secondo tempo, ha giocato da centrocampista aggiunto, entrando nel cuore della difesa avversaria. In un processo di crescita c'è da fare tanto. Oggi anche i nostri tifosi meritano questo risultato, alla fine siamo stati premiati tutti"

Juve-Milan vista con serenità

" Siamo felici adesso di essere primi in classifica. Non ci saremmo mai aspettati di avere 31 punti dopo 12 giornate, neanche nelle più rosee aspettative. Oggi era la 7a partita in pochi giorni. Complimenti ai ragazzi. Ci tengo a dedicare la nostra vittoria a mia figlia Vittoria, che oggi compie gli anni. Con questo successo, festeggio in maniera più rilassata con tutta la famiglia. C'è più gioia e ora c'è la sosta. A differenza dell'altra volta che ci siamo arrivati con una sconfitta, ora ci andiamo con una vittoria che ci deve far capire che abbiamo preso la strada giusta"

Ivan JURIC (All. Verona)

" Abbiamo dato il massimo per il nostro momento. Nel secondo tempo ci saremmo potuti alzare di più in avanti e fare meglio nelle ripartenze. Nel primo tempo ne abbiamo fatte alcune buone, mentre nella ripresa ci voleva più qualità. Ma l'Inter è una squadra forte, per noi era difficile. Non mi vorrei attaccare a questo, ma mi sembra che a Candreva la palla gli sia scivolata via dal fallo laterale. Dispiace prendere gol come quello che ha fatto Barella, ma ho poco da rimproverare ai miei ragazzi"

Ho visto delle differenze tra Inter e Juventus?

" Sono due squadre completamente diverse. La Juve tecnicamente ha qualcosa in più, l'Inter invece è più tosta e ti dà di meno rispetto ai bianconeri"

Video - Conte: "E' una ferita, spero che la sentano tutti come la sento io"

00:55
0
0