Eurosport

Da 0 a 10, il Pagellone della 19a giornata: Lazio da 10, Verona show, che sfortuna Zaniolo

Da 0 a 10, il Pagellone della 19a giornata: Lazio da 10, Verona show, che sfortuna Zaniolo

Il 13/01/2020 alle 10:10Aggiornato Il 13/01/2020 alle 10:28

La squadra di Inzaghi ha infilato il decimo successo di fila. Spettacolo Atalanta a San Siro, De Paul brilla nell'Udinese. La Fiorentina non é serena, il Cagliari in crisi, il Napoli continua a regalare gol a chiunque

Voto 10...alla Lazio e alla sua serie di vittorie (nel finale)

10, come le vittorie consecutive. Un record nella storia del club biancoceleste in Serie A. La Lazio trova un altro successo pesante, grazie all'ennesimo gol nel finale di partita e continua la sua marcia decisa sulla scia di Inter e Juventus. La squadra di Inzaghi, che vanta la seconda miglior difesa del campionato, crede nei propri mezzi ed é consapevole della propria forza. Basterá per lottare per lo Scudetto? É ancora presto per dirlo, ma le premesse e gli episodi favorevoli certificano un'annata positiva. Menzione speciale per Ciro Immobile, che é giá arrivato a 20 reti e che non ha nessuna intenzione di fermarsi.

Giornata Partita Risultato
10 Fiorentina-Lazio 1-2
11 Lazio-Torino 4-0
12 Milan-Lazio 1-2
13 Lazio-Lecce 4-2
14 Sassuolo-Lazio 1-2
15 Lazio-Udinese 3-0
16 Lazio-Juventus 3-1
17 Cagliari-Lazio 1-2
18 Brescia-Lazio 1-2
19 Lazio-Napoli 1-0

Voto 9...al secondo tempo dell'Atalanta a San Siro

La Dea incanta anche a San Siro. Nello stadio dove in questa stagione ha disputato le gare di Champions League, la squadra di Gasperini mette sotto l'Inter, rimonta il gol iniziale di Martinez e sfiora il colpaccio con Muriel, ipnotizzato da Handanovic sul rigore a pochi minuti dal termine. Un'altra prestazione di assoluto spessore per Gomez e compagni, contro una corazzata come quella di Conte. Al giro di boa l'Atalanta é quarta al pari della Roma e ha giá messo a referto 49 reti. Numeri paurosi di una squadra ammaliante.

  • Robin Gosens che stagione: è il difensore in Europa più prolofico nei top 5 campionati
Gol Assist
Robin Gosens (Atalanta) 6 4
Trent-Alexander Arnold (Liverpool) 2 8
Phillip Max (Augsburg) 6 4
Achraf Hakimi (Borussia Dortmund) 2 6
Emerson (Betis Siviglia) 3 4

* Fonte dati Transfermarkt

Video - Gasperini: "Malinovski pimpante? Ha sbagliato 3 o 4 passaggi sanguinosi, l'avrei ammazzato!"

00:49

Voto 8...al Verona di Juric e al suo ottimo girone d'andata

Senza punte di ruolo, stavolta. Il Verona batte in rimonta il Genoa, sale a 25 punti e si gode un inaspettato ottavo posto in questo sorprendente girone d'andata. La formazione veronese, in cui si sono giá distinti diversi uomini mercato (da Amrabat a Rrhamani, da Kumbulla a Zaccagni), continua ad esprimere un calcio piacevole e sfrontato, qualsiasi sia l'avversario di giornata. Merito di Juric e dell'ottimo lavoro estivo della societá di Setti: l'Hellas é stata una vera rivelazione in questa prima parte di Serie A.

Verre - Hellas Verona-Genoa - Serie A 2019/2020 - Getty Images

Verre - Hellas Verona-Genoa - Serie A 2019/2020 - Getty ImagesGetty Images

Voto 7...a Rodrigo de Paul, giocatore che farebbe comodo a tante big

In estate era stato corteggiato da diverse squadre, Fiorentina e Inter in primis. Sembrava dovesse (e volesse) lasciare Udine. Poi é rimasto, ha rinnovato il suo contratto con l'Udinese e si é sacrificato in un nuovo ruolo meno offensivo. Ora sta raccogliendo i frutti del suo lavoro (tre gare consecutive in gol per la prima volta in carriera), s sta confermando leader tecnico dei friulani e torna a fare gola a parecchie grandi squadre in cerca di qualitá. De Paul é un giocatore di categoria superiore, con tecnica non comune e visione di calcio tipica di chi ha qualcosa in più degli altri. Farebbe comodo a tante, italiane e non.

Voto 6...alla Fiorentina, che vince ma sembra impaurita

Uno striminzito 1-0, con un gol del suo capitano Pezzella, per battere il fanalino di coda SPAL. La Fiorentina di Iachini ritrova la vittoria, ma non il sorriso. Una squadra impaurita, con poca autostima, fragile, con un Chiesa in evidente difficoltá e tanti piccoli problemi da risolvere. Aiuterá l'arrivo di Cutrone, che giá in questo esordio ha dimostrato di avere la voglia e la qualitá per rendersi utile al club viola. Per uscire da un lungo momento no servono unione di intenti e nuovi stimoli. Non sará così semplice trovarli.

Voto 5...a Rodrigo Palacio e alla sua giornata nera

Due voti in meno del suo omonimo e connazionale. Rodrigo Palacio, spesso uomo in più del Bologna di Mihajlovic, per una domenica si é preso la licenza di essere svagato. Due occasioni colossali a tu per tu con Sirigu sprecate, tra le imprecazioni del suo mister e dei suo compagni. Due errori incomprensibili per un giocatore del suo livello e della sua esperienza. Ugly Sunday.

Voto 4...al Cagliari, crollato e ora in crisi

Il ko interno con il Milan é il quarto consecutivo in campionato. Un mese di crisi, pre e post sosta natalizia, in cui il Cagliari ha perso smalto, luciditá e sicurezze. La squadra di Maran sembra la lontana parente di quella ammirata nei primi tre mesi di questa Serie A. Testa bassa e pedalare, ricordando comunque una prima parte di stagione chiusa al sesto posto in classifica, in piena zona Europa League.

Video - Pioli: "Milan ancora col 4-4-2? Servono giocatori che attacchino la profondità per Ibrahimovic"

02:09

Voto 3...al Sassuolo di De Zerbi, che concede sempre troppo

Una filosofia che non trova riscontro nei risultati. Sono 49 i punti conquistati dal Sassuolo nelle 50 gare con De Zerbi allenatore. Un dato poco entusiasmante, per una squadra che spesso entusiasma gli avversari, concedendo praterie in contropiede e facendosi colpire nei modi più banali. A Udine la piccola attenuante sono state le tante assenze. In altri casi le attenuanti nemmeno c'erano. Situazione di classifica tutt'altro che serena e rasserenante.

Voto 2...a Ospina, Di Lorenzo e agli errori del Napoli

L'immagine chiarificatrice é quella di Manolas, che alza lo sguardo al cielo e con gli occhi lucidi si chiede il perchè. Non ci sono in effetti motivazioni plausibili. Il Napoli, dall'autogol di Koulibaly allo Stadium al pasticcio Ospina-Di Lorenzo contro la Lazio, ha regalato gol a grappoli in questo girone d'andata. Una serie di errori impressionante, sia con Ancelotti in panchina che con Gattuso. Punti e partite buttate per nefandezze individuali intollerabili. Undicesimo posto a quota 24 punti, meno di Verona, Torino, Milan. Metá esatta di quelli ottenuti dalla Juventus. Disastro.

Video - Gattuso: "La principale responsabilità sull'errore di Ospina è mia

01:54

Voto 1...al Brescia e alla sua difesa

Che Sabelli-Chancellor-Mangraviti-Mateju non fosse una diga insormontabile si poteva intuire giá nel pre-partita. Ma la cinquina concessa a una squadra, la Sampdoria, che in questo campionato aveva palesato un problema con il gol senza precedenti non si può accettare. Brescia penultimo, con 36 gol subiti finora e una difficoltá proverbiale nella comprensione della parola clean sheet. In questo modo si retrocede, con o senza Balotelli.

Voto 0...alla sfortuna che ha colpito Nicolò Zaniolo

In attesa della diagnosi su Demiral (che pare leggermente meno grave), ce la prendiamo con la sfortuna che ha colpito un ragazzo di 20 anni che stava crescendo nella Roma di Fonseca e che sognava di disputare un Europeo da protagonista. Invece la rottura inattesa e improvvisa del crociato complica i piani di tutti: suoi, della squadra giallorossa, di Mancini. In bocca al lupo Nicolò, con l'augurio di tornare presto in campo.

Video - Zaniolo all'uscita da Villa Stuart: il centrocampista della Roma verrà operato lunedì 13

01:59
0
0