Eurosport

Facciamo i conti: Juventus-Milan, Bonucci, Caldara e Higuain, un affare a senso unico

Facciamo i conti: Juventus-Milan, Bonucci, Caldara e Higuain, un affare a senso unico

Il 08/11/2019 alle 11:00

Domenica sera a Torino la sfida tra bianconeri e rossoneri. Analizziamo economicamente le operazioni più chiacchierate degli ultimi anni.

Distanti 16 punti e 10 posizioni in classifica. Una giá qualificata agli ottavi di finale di Champions League, l'altra che, pur avendo sette Coppe "dalle grandi orecchie" in bacheca, quella competizione non la gioca da cinque anni. Due club che stanno vivendo momenti storici antitetici, ma che in ogni caso rappresentano nell'immaginario collettivo l'élite del calcio italiano. Juventus e Milan si sono rese protagoniste di alcune clamorose operazioni di mercato nelle ultime estati, che hanno fatto discutere e hanno sorpreso i sostenitori di entrambe le squadre. Leonardo Bonucci, Gonzalo Higuain e Mattia Caldara sono i tre giocatori in questione. I primi due sono colonne dell'attuale Juve di Sarri e, dopo essere transitati in rossonero, hanno preferito ritornare a Torino. Il terzo é stato sfortunitassimo, visto che almeno due gravi infortuni gli hanno finora impedito di farsi apprezzare dai tifosi del Milan.

Bonucci - Milan, Juventus

Bonucci - Milan, JuventusEurosport

Leonardo Bonucci: venduto a 42 milioni e ricomprato a 35

Il primo grande colpo di scena é arrivato nell'estate 2017. Il Milan di Fassone e Mirabelli ha acquistato Leonardo Bonucci dalla Juventus pagando un corrispettivo di 42 milioni di euro, garantendo al difensore un ingaggio di 7,5 milioni di euro annui e affidandogli la fascia di capitano. Per il club bianconero ci fu una plusvalenza netta a bilancio di circa 40 milioni di euro. La stagione in rossonero del numero 19 si é rivelata complessivamente deludente, così come quella di quel Milan di Montella prima e Gattuso poi. Nell'estate 2018 Bonucci si é impuntato per tornare a Torino, é stato pagato 35 milioni di euro dalla Juventus (con ingaggio di 5,5 milioni annui) e ha portato nelle casse rossonere una leggera plusvalenza di 1,4 milioni di euro. Insomma la Juve nel complesso ci ha guadagnato un po' di più a livello economico, il Milan non ci ha perso praticamente nulla.

Presenze al Milan Reti
Bonucci 51 2
Caldara 2 0
Higuain 22 8

Higuain e Caldara, il Milan ci ha rimesso (per ora)

La seconda grande operazione di mercato tra Juventus e Milan si é verificata nell'estate 2018. Proprio quando Bonucci é tornato in bianconero, hanno preso la via di Milano Gonzalo Higuain e Mattia Caldara. L'ex difensore dell'Atalanta é stato inserito in uno scambio appunto con Bonucci, venendo valutato 35 milioni di euro (gli stessi del numero 19) e garantendo un beneficio economico alla Juve di circa 29 milioni di euro sul bilancio 2019. Higuain, invece, é costato al Milan esattamente 10,208 milioni per il prestito oneroso, più il suo ingaggio per metá stagione (cioé fino a gennaio) di circa 5 milioni di euro netti (erano 9,5 negli accordi annuali). In fin dei conti l'affare con Caldara lo ha fatto la Juventus, mentre con Higuain più che guadagnarci la societá bianconera, ci ha rimesso il Milan.

Caldara - Milan-Lazio - Coppa Italia 2018/2019 - LaPresse

Caldara - Milan-Lazio - Coppa Italia 2018/2019 - LaPresseLaPresse

Caldara sfortunato e sparito, Higuain e Bonucci nel progetto Juve

Se dal punto di vista economico, in questi ultimi anni la Juventus può ritenersi soddisfatta degli affari con il Milan, dal punto di vista tecnico quello bianconero é stato un vero capolavoro. Soprattutto considerando che Bonucci é tornato a giocare sui suoi vecchi standard qualitativi ed ora é un perno (e capitano) della Juventus di Sarri e che Higuain, dopo un'annata storta, sta ritrovando in bianconero e con il suo ex tecnico ai tempi del Napoli quella continuitá di rendimento che lo ha reso tra gli attaccanti più apprezzati al mondo. Mattia Caldara é invece stato sfortunatissimo. Con la maglia del Milan in due anni ha collezionato appena due presenze (una in Coppa Italia, una in Europa League). Ha risentito di problemi alla schiena, di problemi muscolari, si é rotto il legamento crociato anteriore e si é lacerato il tendine d'Achille. Solo in queste ultime settimane sta forzando per provare finalmente a rendersi utile alla causa rossonera. Riaverlo ad alti livelli sarebbe l'unico modo per tentare di rivalutare, almeno parzialmente, tre affari finora negativi per il Diavolo.

Video - Lavagna tattica: Douglas Costa, il nuovo "10" per la Juventus di Sarri

01:45
0
0