LaPresse

Galliani: "Con il Monza in Serie A nel 2021. Berlusconi pensa già al derby col Milan"

Galliani: "Con il Monza in Serie A nel 2021. Berlusconi pensa già al derby col Milan"

Il 04/12/2019 alle 10:56Aggiornato Il 04/12/2019 alle 10:57

Intervistato dal Corriere dello Sport, l'ad del club brianzolo pensa in grande: "Per me il Monza è una categoria dello spirito, è casa. Berlusconi ci ha messo un minuti per dirmi 'prendiamolo', ora è un tifoso". Sul Milan: "Non è per tutti, anche per giocare a San Siro ci vuole il physique du rôle. Sono legatissimo ad Allegri e nessuno sa uscire dalle crisi come Ancelotti".

"Berlusconi pensa già al derby Monza-Milan in Serie A"

" Per me il Monza è una categoria dello spirito, è un'emozione, è casa. Ulisse è tornato a Itaca. Berlusconi ci ha messo un minuto e 15 secondi per dirmi 'prendiamolo'. Abbiamo speso 3 milioni per la rosa e 5 in infrastrutture. Siamo partiti per il nostro Cammino di Santiago. Berlusconi si è messo in testa di andare in A e quando vuole ottenere una cosa... Pensa già al derby col Milan nel 2021"

"Il mio allenatore del cuore? Allegri"

" Sono legatissimo ad Allegri, su di lui non mi sbagliavo. Già a Cagliari aveva il physique du rôle, era quello giusto per il Milan. Ci sentiamo spesso, anche 3-4 volte alla settimana"

Ancelotti e la crisi al Napoli

" Se c'è un tecnico capace di uscire vincitore dalle situazioni più complicate, questo è Ancelotti. Di lui ci si può fidare ciecamente, possiede tutti gli strumenti, dal dialogo al polso fermo. Soltanto lui poteva ripartire dopo l'incubo di Istanbul (la finale di Champions League persa contro il Liverpool nel 2005, ndr)"

"Il Milan non è per tutti"

" Anche per giocare a San Siro occorrono il physique du rôle e la necessaria esperienza. I calciatori che provengono da squadre piccole faticano, al primo pallone stoppato male si sente distintamente il mugugno del muro. 'Il metro a San Siro è un metro e dieci', questa è di Ariedo Braida, copyright Braida"

"Il giorno indimenticabile da milanista?"

" Nessun dubbio, la finale di Barcellona, la prima Coppa dei Campioni. Il Camp Nou strapieno e interamente rossonero. Gli occhi di Berlusconi a fine partita, non l'ho più visto così felice. Il godimento massimo, però, l'anno della finale con la Juve (Champions 2003, ndr). L'Inter in doppia semifinale, la Juve in finale. Cosa può sognare di più bello un milanista?"

Video - "Come a.d. del Milan...", il lapsus di Galliani scatena Berlusconi. Il siparietto a Monza

00:23
0
0