Getty Images

Gazidis: "Abbiamo salvato il Milan dalla Serie D, lavoriamo con tutto il cuore"

Gazidis: "Abbiamo salvato il Milan dalla Serie D, lavoriamo con tutto il cuore"

Il 09/10/2019 alle 14:59Aggiornato Il 09/10/2019 alle 15:58

L'ad rossonero, nel corso della conferenza stampa di presentazione di Stefano Pioli come nuovo allenatore del Diavolo, respinge al mittente le critiche ricevute per la gestione societaria.

" Siamo di fronte a una realtà che non può essere ignorata: a noi interessa molto il club, lo abbiamo ereditato con il rischio insolvenza, che voleva dire finire in D, stiamo lavorando tutti i giorni con tutto il cuore"

Lo ha detto l'ad Ivan Gazidis nel corso della conferenza stampa di presentazione di Stefano Pioli come nuovo allenatore del Milan.

" Non vediamo l'ora di iniziare questo viaggio insieme, crediamo di avere una buona squadra e sono sicuro che potremo far bene. Vorrei convincere stampa e tifosi che abbiamo una grande visione per questo club"

Video - Ecco come giocherà il nuovo Milan di Pioli

01:15
" Voglio prima di tutto ringraziare Marco Giampaolo e il suo staff, gli auguriamo il meglio. Non è stata una decisione presa facilmente. L'abbiamo condivisa, mettendo la squadra sopra tutto il resto. Capiamo la frustrazione dei nostri tifosi, stiamo facendo un percorso non facile. Abbiamo ereditato debiti che ci hanno escluso dalle coppe. È un percorso difficile e serve tempo. Non vuol dire che non faremo errori, ma siamo determinati a riportare il club nella posizione in cui deve stare, competere ai più alti livelli in Europa"
" In estate siamo stati stati sesti in Europa per le spese sul mercato, abbiamo migliorato la rosa. Nonostante un inizio difficile siamo comunque a 6 punti dalla Champions. Abbiamo preso questa decisione perché c'è ancora tempo per riprendere il timone. Abbiamo preso un allenatore di esperienza, che sono sicuro potrà sviluppare i nostri giocatori. Stiamo investendo 1,2 miliardi per il nuovo stadio, il nostro compito è rifondare il club con nuovi giocatori e riportarlo dove merita"

Video - La breve parabola di Marco Giampaolo al Milan: dal 'testa alta e giocare' all'esonero

01:51
0
0