Getty Images

Colpaccio granata al Ferraris: un colpo di testa di Bremer inguaia il Genoa e rilancia il Torino

Colpaccio granata al Ferraris: un colpo di testa di Bremer inguaia il Genoa e rilancia il Torino

Il 30/11/2019 alle 19:54Aggiornato Il 30/11/2019 alle 21:20

A Marassi finisce 1-0 per la squadra di Mazzarri. Decide un colpo di testa del brasiliano su un corner ben battuto da Verdi. I piemontesi salgono al decimo posto a 17 punti, i rossoblù rimangono terzultimi scatenando al fischio finale la contestazione dei tifosi

Prova di forza dei granata a Marassi. L’aveva detto Mazzarri nella conferenza stampa della vigilia: "Voglio un Torino umile”. E così è stato. Il club piemontese, orfano di Belotti (in tribuna per il riacutizzarsi del problema all’anca) e di Zaza, scende in campo con il tandem leggero Verdi-Berenguer. Thiago Motta sceglie Favilli come riferimento offensivo, supportato alle spalle da Agudelo e Pandev. Torna Schone in mezzo al campo, Criscito parte (e rimane) in panchina.

Il primo tempo è noioso e giocato a basso ritmo. La partita decolla nella ripresa, prima con il doppio legno colpito dal Grifone sulle conclusioni di Agudelo e Favilli, poi con il gol partita di Bremer. L’incornata del brasiliano (al primo sigillo in A dopo tredici presenze) mette nei guai il Genoa e Motta: troppo pochi i 5 punti racimolati dall’ex Inter nelle prime sei sulla panchina dei rossoblù. Il pubblico ligure non gradisce e fa partire la contestazione al triplice fischio. La trasferta di Lecce di settimana prossima e il derby con la Samp saranno già decisivi per il club di Preziosi, ora terzultimo davanti a Brescia e Spal.

Berenguer in Genoa-Torino

Berenguer in Genoa-TorinoGetty Images


La cronaca in 6 momenti chiave

29’ OCCASIONE PER IL TORINO - Bellissimo cross in mezzo a rientrare di Izzo, Ansaldi si inserisce coi tempi giusti e in scivolata prova il tap-in: palla che sfiora il palo alla sinistra di Radu

49’ ALTRA OCCASIONE PER ANSALDI - De Silvestri cross forte e rasoterra dalla destra, l'ex della sfida tenta la conclusione al volo: fuori di centimetri

51’ PRIMA PALLA GOL PER IL GENOA - Schone allarga sulla sinistra, Agudelo riceve e punta il fondo. Palla dentro per Pandev che stoppa, ma perde il tempo per punire Sirigu. Ne esce un tiro debole facile preda di Nkoulou

54’ TRAVERSA DI AGUDELO - Gran numero del colombiano che entra in area in dribbling e conclude a rete con un tiro-pallonetto: palla sul legno superiore a Sirigu battuto

57’ PALO DI FAVILLI - Che ripresa dei rossoblù! Pandev innesca in area l'ex attaccante della Primavera juventina che calcia sul primo palo e colpisce in pieno il legno. Sarebbe stato il suo primo gol in A

77’ VANTAGGIO DEL TORINO - Bremer stacca indisturbato in area di rigore sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Verdi. Non può fare nulla Radu. Primo gol del brasiliano in Italia

Mvp

Gleison BREMER - Il classico coniglio dal cilindro. Dietro difende con ordine e attenzione e trova il suo primo gol in serie A con un bellissimo stacco di testa in solitaria. Tre punti di importanza piramidale

L’angolo del Fantacalcio

Promosso. Simone VERDI - Gara di sacrificio dell'ex Napoli, ma ci si aspetta ancora di più da lui. Arriva alla conclusione un paio di volte, ma senza creare grandi pericoli. Nella ripresa cala, ma firma l'assist del gol vittoria. Da rivedere

Bocciato. Stefano STURARO - Partita confusa dell'ex Juve. Nel primo tempo si ritrova tra i piedi una buona occasione, ma il suo tiro viene deviato da Nkoulou. La sua prestazione insufficiente viene però confermata nella ripresa quando perde la marcatura di Bremer sul gol-vittoria del Torino

Il momento social del match

Terzo primo tempo di questo campionato senza tiri nello specchio dopo Samp-Roma e Udinese-Milan. La reazione dei tifosi...

Il tabellino

GENOA-TORINO 0-1 (primo tempo 0-0)

GENOA (4-3-2-1): Radu; Ghiglione (dal 46’ Ankersen), Romero, Biraschi, Pajac; Cassata, Schone, Sturaro (dall’82’ Gumus); Pandev, Agudelo; Favilli (dal 65’ Pinamonti). All. Thiago Motta

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Baselli (dal 62’ Meitè), Lukic, Ansaldi (dal 68’ Ansaldi); Verdi (dall’88’ Edera), Berenguer. All. Mazzarri

Arbitro: Davide Massa (Imperia)

Gol: 77’ Bremer

Assist: Verdi

Ammoniti: Sturaro, Agudelo (G), Bremer (T)

Espulsi: Edera

0
0