Getty Images

Higuain: "Fin dal primo giorno volevo restare alla Juventus. Sono felice e motivato"

Higuain: "Fin dal primo giorno volevo restare alla Juventus. Sono felice e motivato"

Il 12/09/2019 alle 16:33

Il centravanti argentino, reduce da un'annata molto difficile spesa tra Milan e Chelsea, sogna il riscatto in maglia bianconera: "Sono tornato per lavorare e dimostrare il mio lavoro, è un anno molto importante per me. Il numero di maglia? Ho scelto il 21 perché è il giorno in cui è nata mia figlia, è stata una decisione di cuore. Mi mancava la Champions, è la competizione più bella da giocare".

"Sono tornato per lavorare e provare a dimostrare il mio valore. Fin dal primo giorno volevo restare alla Juventus, sinceramente sono molto contento di essere rimasto qui". Sono le parole dell'attaccante della Juventus Gonzalo Higuain ai microfoni di Sky Sport a proposito della sua permanenza in bianconero: "C'è una grande squadra, una grande tifoseria e una grande società - ha aggiunto l'argentino -. Sono felice di restare in una squadra e in una città che conosco, mi sento molto bene e sono molto felice qui".

"Voglio aiutare la squadra a vincere qualcosa"

" L'anno scorso non è stato facile, ma anche così ho vinto l'Europa League. Sono andato in doppia cifra anche se a livello personale è stata una stagione complicata. Ora inizia un altro anno, un'altra grande stagione e sono motivato ad aiutare la squadra a vincere qualcosa. Se devo riconquistare Sarri? Ogni anno è così, inizia una nuova stagione, quello che è successo prima resta nel passato, dobbiamo affrontare il presente e il futuro. É un anno molto importante per me, sono in una grande squadra che lotta su più fronti"

Il numero di maglia

" É stata una mia scelta, quando sono arrivato alla Juve c'era il numero 9, ma ho deciso di cambiare per il 21, è il giorno in cui è nata mia figlia. É stata una decisione di cuore. Per adesso mi sta portando fortuna. La partita con il Napoli? É stato un match dalle forti emozioni, siamo partiti molto bene, abbiamo portato la gara sulla strada che volevamo, abbiamo fatto 3-0 dopo 60 minuti, poi abbiamo avuto un calo di energia mentale. Il loro primo gol ci ha messo un po' d'ansia e infatti hanno pareggiato in dieci minuti. Ma questa squadra ha cercato di vincere, credo sia una vittoria meritata anche se per un colpo di sfortuna loro"

"Con la Fiorentina sarà durissima"

" Mi aspetto una partita durissima, la Fiorentina è una squadra forte ma noi siamo la Juve e dobbiamo provare a portare a casa i tre punti per continuare su questa strada. Ronaldo? Non giocavo con lui da molti anni, trovo un giocatore più completo, cresciuto in ambizione per provare a vincere tutto e superare i suoi record. Sono molto contento di averlo ritrovato"

"La Champions League mi mancava"

" É la competizione più bella da giocare. Il ricordo della mia ultima partita (l'1-3 al Bernabeu dell'11 aprile 2018, ndr)? Quella sera abbiamo fatto una grande partita, mettendo in difficoltà una grandissima squadra. É un ricordo agrodolce, sono felice di tornare a giocare con una grandissima squadra"

Video - Martusciello: "Higuain straordinario, De Ligt ha avuto un tracollo fisico"

01:34
0
0