Eurosport

Il Pagellone del calciomercato estivo: l'Inter ruggisce, Juve a metà, ciclone Cagliari

Il Pagellone del calciomercato estivo: l'Inter ruggisce, Juve a metà, ciclone Cagliari

Il 03/09/2019 alle 07:31Aggiornato Il 03/09/2019 alle 08:27

I nerazzurri di Conte tolgono la maschera e si candidano allo scudetto, i bianconeri rispondono con de Ligt ma falliscono la missione cessioni. Il Napoli illude, Milan sufficiente, la Roma se la cava egregiamente. La sorpresa sono i sardi, autori del colpo Nainggolan e non solo.

Atalanta 7

  • Acquisti: Muriel (a, Fiorentina), Malinovskyi (c, Genk), Arana (d, Siviglia), Kjaer (d, Siviglia)
  • Cessioni: Kulusevski (c, Parma), G.Mancini (d, Roma), Berisha (p, SPAL), Pessina (c, Verona), Reca (c, SPAL), Skrtel (d, svincolato)

Altro piccolo passo in avanti, necessario per affrontare in maniera degna lo storico impegno in Champions League. Muriel è un innesto di lusso, impensabile fino a pochi anni fa, e il caso Skrtel è stato messo a tacere con rapidità ed efficienza grazie all'accordo con Kjaer. Aver trattenuto Ilicic e Zapata è un elemento di merito da non sottovalutare.

Bologna 5,5

  • Acquisti: Tomiyasu (d, Sint-Truiden), Bani (d, Chievo), Schouten (c, Excelsior), Denswil (d, Club Brugge), Skov Olsen (a, Nordsjaelland), Medel (c, Besiktas), N.Dominguez (c, Velez)
  • Cessioni: Helander (d, Glasgow Rangers), Mattiello (d, Cagliari), Nagy (c, Bristol City), Pulgar (c, Fiorentina), Donsah (c, Cercle Brugge), Calabresi (p, Amiens), Falcinelli (a, Perugia)

Mercato di contenimento, per così dire. Di mantenimento della rosa che, con Mihajlovic, ha centrato una salvezza quasi impossibile. In mezzo al campo si sentirà l'assenza di Pulgar, anche se il connazionale Medel, pur con caratteristiche diverse, è un rimpiazzo d'eccellenza. Troppi, però, gli interrogativi provenienti da ogni parte del mondo.

Brescia 6,5

  • Acquisti: Ayé (a, Clermont), Joronen (p, FC Copenhagen), Chancellor (d, Al Ahli), Zmrhal (c, Slavia Praga), Magnani (d, Sassuolo), Balotelli (a, Marsiglia), Romulo (c, Lazio), Matri (a, Sassuolo)
  • Cessioni: S.Romagnoli (d, Empoli), A.Martinelli (c, Palermo), J.Dall'Oglio (c, Catania), Cortesi (a. Giana Erminio)

Matri più Balotelli: non è il Milan del 2013, è il Brescia del 2019. Se Supermario sta bene e ha voglia, gran parte delle responsabilità cadrà sulle sue spalle. Ottimo anche l'arrivo last minute di Romulo. A far da contorno, qualche classica scommessa straniera tutta da valutare nel nostro campionato.

Cagliari 7,5

  • Acquisti: Mattiello (d, Bologna), Rog (c, Napoli), Nainggolan (c, Inter), Nandez (c, Boca Juniors), Simeone (a, Fiorentina), Olsen (p, Roma)
  • Cessioni: Barella (c, Inter), Padoin (d, Ascoli), Srna (d, ritirato), Leverbe (d, Chievo), Diego Farias (a, Lecce), Despodov (a, Sturm Graz), Bradaric (c, Hajduk Spalato), Romagna (d, Sassuolo)

Il colpaccio “impossibile” Nainggolan parla da sé, ma il contorno non sfigura. Anzi: da Rog a Nandez, passando per il ritorno di Luca Pellegrini, i botti non sono mancati. Tanto che pure Olsen e Giovanni Simeone, due elementi da ritrovare sotto il profilo della fiducia, possono trovare le condizioni giuste per esprimersi al meglio. Ben reinvestiti i soldi di Barella.

Fiorentina 7

  • Acquisti: Terzic (d, Stella Rossa), KP Boateng (c, Barcellona), Lirola (d, Sassuolo), Badelj (c, Lazio), Pulgar (c, Bologna), Ribéry (a, Bayern Monaco), Dalbert (d, Inter), Pedro (a, Fluminense), Duncan (a, Liverpool), R.Ghezzal (a, Leicester)
  • Cessioni: Lafont (p, Nantes), Norgaard (c, Brentford,), Edimilson Fernandes (c, Mainz), Muriel (a, Atalanta), Veretout (c, Roma), Vitor Hugo (d, Palmeiras), Laurini (d, Parma), Hancko (d, Sparta Praga), Saponara (c, Genoa), Biraghi (d, Inter), Simeone (a, Cagliari)

Si sono svegliati tardi, Commisso e Pradé, ma quando sono entrati in scena non si sono più fermati. Il colpo da novanta, età a parte, è Franck Ribery. Più Pulgar, Badelj, Dalbert. E aver resistito alle richieste per Chiesa vale mezzo voto in più. Non convincono la conferma di Montella e la scelta di puntare su Boateng nel ruolo di centravanti.

Genoa 6,5

  • Acquisti: C.Zapata (d, Milan), Pinamonti (a, Frosinone), Gümüs (a, Galatasaray), Jagiello (c, Zaglebie Lubin), Barreca (d, Newcastle United), Cassata (c, Frosinone), Saponara (c, Fiorentina), Agudelo (c, Atletico Huila), Schone (c. Ajax), Pajac (c, Empoli), Ankersen (d, Copenhagen), Goldaniga (d, Sassuolo)
  • Cessioni: Lapadula (a, Lecce), Miguel Veloso (c, Hellas Verona), K.Günter (d, Hellas Verona), Lazović (c, Hellas Verona), Bessa (c, Hellas Verona), Zukanovic (d, Al Ahli), Schäfer (c, Chievo), Hiljemark (c, Dinamo Mosca)

Il colpo Schone ha stupito tutti, ma l'intera struttura di squadra si è consolidata, tra la permanenza di Romero e l'arrivo di Saponara, di Barreca e dell'esperto Zapata. Pinamonti, in coppia con Kouamé, garantisce gol ed energia. Al netto di un bilancio entrate-uscite sempre un po' troppo movimentato, formazione interessante.

Hellas Verona 5,5

  • Acquisti: Rrahmani (d, Dinamo Zagabria), Miguel Veloso (c, Genoa), Radunovic (p, Cremonese), Günter (d, Genoa), Bessa (c, Genoa), Badu (c, Udinese), S.Bocchetti (d, Spartak Mosca), Berardi (p, Bari), Lazovic (c, Genoa), Tutino (a, Cosenza), Verre (c, Perugia), Adjapong (d, Sassuolo), Amrabat (c, Bruges), Pessina (c, Atalanta), Wesley (a, svincolato), Stepinski (a, Chievo)
  • Cessioni: Laribi (a, Empoli), Balkovec (d, Empoli), Almici (d, Pordenone)

Gunter, Veloso, Lazovic: tanto Genoa, tante vecchie conoscenze di Juric. Più il “russo” Bocchetti. Elementi da battaglia, di esperienza. E all'ultimo secondo, dopo aver adattato Tutino, è arrivato pure il sospirato centravanti: Stepinski. La quantità abbonda; sulla qualità necessaria per salvarsi, invece, qualche dubbio rimane.

Inter 8

  • Acquisti: Godin (d, Atlético Madrid), Agoumé (c, Sochaux), Lazaro (d, Hertha Berlino), Sensi (c, Sassuolo), Barella (c, Cagliari), R.Lukaku (a, Manchester United), Biraghi (d, Fiorentina), Alexis Sanchez (a, Manchester United)
  • Cessioni: João Miranda (d, Jiangsu Suning), Nainggolan (c, Cagliari), Perisic (a, Bayern Monaco), Colidio (a, Sint-Truiden), Dalbert (d, Fiorentina), Joao Mario (c, Lokomotiv Mosca), Icardi (a, PSG)

Con Godin si era già assicurata l'ideale complemento di una difesa a tre favolosa, almeno sulla carta. Barella e Sensi portano freschezza giovanile e un po' di italianità in mezzo al campo, Sanchez e Lukaku sono reietti con piene potenzialità per diventare re. E poi c'è Conte, una garanzia di successo. La maschera è tolta, la sfida alla Juve è ufficialmente lanciata.

Juventus 7,5

  • Acquisti: Rabiot (c, PSG), Ramsey (c, Arsenal), Buffon (p. PSG), Demiral (d, Sassuolo), de Ligt (d, Ajax), Danilo (d, Manchester City)
  • Cessioni: Spinazzola (d, Roma), Kean (a, Everton), Cancelo (d, Manchester City)

De Ligt significa presente e futuro, Ramsey e Rabiot rimpolpano l'elenco dei colpi a zero euro, il sottovalutato Danilo si candida a degno erede di Cancelo. La mancata cessione di uno o più “esuberi” (virgolette d'obbligo) mantiene altissimo il livello della rosa, ma complica i piani dal punto di vista del bilancio, oltre a costringere Sarri e la società a scelte drastiche. Con malumori forse inevitabili.

Lazio 5,5

  • Acquisti: Adekanye (a, Liverpool U23), Vavro (d, DC Copenaghen), Lazzari (c, SPAL), Jony (a, Deportivo Alavés)
  • Cessioni: A.Mohamed (c, Karpaty), Badelj (c, Fiorentina), Pedro Neto (a, Wolverhampton), Bruno Jordão (c, Wolverhampton), Romulo (c, Brescia)

Squadra che ben gioca non si cambia, parafrasando un famoso detto. Un puntello qui, uno lì, e la rosa è completata. Ottimo l'innesto della freccia Lazzari, elemento meritevole di un salto in avanti in carriera. In sostanza, la rosa non è praticamente cambiata. Chi si aspettava qualcosa di più è rimasto deluso, ma aver trattenuto i big Milinkovic-Savic e Luis Alberto è già un successo. Certo, con un ulteriore sforzo...

Lecce 5,5

  • Acquisti: Vera (d, Leones), Gabriel (p, Perugia), Benzar (d, Steaua Bucarest), Shakhov (c, PAOK Salonicco), Rossettini (d, Chievo), Lapadula (a, Genoa), Gallo (d, Palermo), Lo Faso (a, Palermo), Dell'Orco (d, Sassuolo), Rispoli (d, Palermo), Diego Farias (a, Cagliari), Imbula (c, Rayo Vallecano), Babacar (a, Sassuolo)
  • Cessioni: Marino (d, Venezia), Cosenza (d, Alessandria)

Rispoli, Rossettini, Farias, Lapadula: mestieranti della A abituati a lottare per salvare la pelle o, nel caso dell'ex milanista, reduci da stagioni tormentate. I pugliesi hanno chiuso con Babacar, destinato a prendersi una maglia da titolare. La rosa, in gran parte formata ancora da chi ha conquistato la promozione, presenta però limiti evidenti. Ci sarà da soffrire.

Milan 6

  • Acquisti: Theo Hernández (d, Real Sociedad), Krunic (c, Empoli), Rafael Leão (a, Lille), Bennacer (c, Empoli), Leo Duarte (d, Flamengo), Rebic (a, Eintracht)
  • Cessioni: Abate (d, svincolato), Montolivo (c, svincolato), José Mauri (c, svincolato), Bertolacci (c, svincolato), C.Zapata (d, Genoa), Cutrone (a, Wolverhampton), Plizzari (p, Livorno), Djaló (d, Lille), Strinic (d, rescissione), Laxalt (d, Torino), André Silva (a, Eintracht)

Mercato difficoltoso, fatto di occasioni. Concluso con uno scambio, quello tra Rebic e André Silva, che alla fine pare accontentare tutti. Certo, l'insistenza ossessiva nei confronti di Correa ha sfiorato il surreale. Maldini e Boban hanno portato a casa un po' troppe scommesse, forse, ma dato il contesto sarebbe stato sbagliato attendersi il contrario.

Napoli 6,5

  • Acquisti: Di Lorenzo (d, Empoli), Manolas (d, Roma), Elmas (c, Fenerbahce), Llorente (a, Tottenham), Lozano (a, PSV)
  • Cessioni: Diawara (c, Roma), Rog (c, Cagliari), Ounas (a, Nizza), Vinicius (a, Benfica), Albiol (d, Villarreal), Machach (c, Cosenza), Verdi (a, Torino)

James Rodriguez e Icardi i sogni, Lozano e Llorente la realtà. Nella testa dei tifosi non è esattamente la stessa cosa, anche se, sul campo, il messicano ha già operato una prima smentita. Di lusso l'arrivo di Manolas, nonostante l'imbarcata di gol delle prime due giornate. Il mancato arrivo del colombiano, inseguito e abbandonato, pesa nel giudizio generale.

Parma 6

  • Acquisti: Laurini (d, Fiorentina), Cornelius (a, Bordeaux), Karamoh (a, Bordeaux), Colombi (p, Carpi), Hernani (c, Zenit San Pietroburgo), Kulusevski (c, Atalanta), Brugman (c, Pescara), Darmian (d, Manchester United), Adorante (a, Inter), Martella (d, Pescara), Pavone (a, Pescara), Dermaku (d, Cosenza), G.Pezzella (d, Udinese), Emerson Espinoza (c, Boston River)
  • Cessioni: Gobbi (d, ritirato), Brazão (p, Albacete), Dezi (c, Empoli), Stulac (c, Empoli), Gazzola (d, Empoli), Nocciolini (p, Ravenna), Mustacciolo (p, Ravenna), Ceravolo (a, Cremonese)

La conferma di Gervinho, il mantenimento di Inglese e Sepe, l'arrivo a sorpresa di Darmian. Più il guizzante Karamoh, nonostante la sua esperienza non sia iniziata sotto la stella giusta. Mercato da metà classifica, con ampie possibilità di rimanere alla larga dalla zona calda.

Roma 7

  • Acquisti: Spinazzola (d, Juventus), A.Diawara (c, Napoli), Pau Lopez (p, Betis), G.Mancini (d, Atalanta), Veretout (c, Fiorentina), Zappacosta (d, Chelsea), Smalling (d, Manchester United), Kalinic (a, Atletico Madrid), Mkhitaryan (c, Arsenal)
  • Cessioni: De Rossi (c, Boca Juniors), Manolas (d, Napoli), El Shaarawy (a, Shanghai Shenhua), Marcano (d, Porto), Karsdorp (d, Feyenoord), Nzonzi (c, Galatasaray), Coric (c, Almeria),A. Romagnoli (p, Spartak), Luca Pellegrini (d, Juve), Celar (a, Cittadella), Schick (a, RB Lipsia)

Aria di cambiamenti, nell'anno primo dopo De Rossi. Il centrocampo è stato rinforzato e il colpo Mkhitaryan, almeno in linea teorica, alza il livello generale. La difesa, però, ha già dimostrato nei primi 180' di campionato di soffrire ancora. Davanti, staffetta tra elementi dalle quotazioni in ribasso: via Schick, dentro Kalinic. Può funzionare.

Sampdoria 4,5

  • Acquisti: Chabot (d, Groningen), Gonzalo Maroni (c, Atlético Talleres), Depaoli (d, Chievo), Thorsby (c, Heerenveen), Augello (d, Spezia), Murillo (d, Barcellona), Pompetti (c, Inter Primavera), Léris (c, Chievo Verona), Seculin (p, Chievo Verona), Rigoni (a, Zenit)
  • Cessioni: J.Andersen (d, Olympique Lione), Belec (p, Apoel Nicosia), Kownacki (a, Fortuna D.), Ivan (c, Chievo), Leverbe (d,Chievo), Tozzo (p,Ternana), Hadziosmanovic (d, Monopoli), Palumbo (p, Ternana), Rafael (p, svincolato), Praet (c, Leicester), Rolando (d, Reggina), Capezzi (c, Albacete), Sala (d, SPAL)

Male. E i risultati sono lì a dimostrarlo. L'addio di Praet non è stato surrogato a dovere e davanti manca un elemento che possa dare il cambio a Quagliarella. In mezzo al campo c'è poca qualità e l'arrivo di Emiliano Rigoni, deludente a Bergamo, è un'incognita. Le vicende societarie hanno avuto un peso negativo. Tempi duri per Di Francesco.

Sassuolo 7

  • Acquisti: M.Sala (d, Arezzo), H.Traoré (c, Empoli), Obiang (c, West Ham), Gravillon (d, Pescara), Toljan (d, Borussia Dortmund), F. Caputo (a, Empoli), Müldür (d, Rapid Vienna), Russo (p, Genoa), Defrel (a, Roma), Chiriches (d, Napoli), Romagna (d, Cagliari)
  • Cessioni: Odgaard (a, Heerenveen), Sensi (c, Inter), F. Di Francesco (c, SPAL), Demiral (d, Juventus), Satalino (p, Renate), Lirola (d, Fiorentina), Magnani (d, Brescia), Dell'Orco (d, Lecce), Adjapong (d, Hellas Verona), Gliozzi (a, Monza, p), F. Ricci (a, Spezia), Pierini (a, Cosenza), Sala (d, Entella), Babacar (a, Lecce), Matri (a, Brescia), Goldaniga (d, Genoa)

Berardi è sempre lì, ancora una volta, nonostante i tentativi (veri o presunti) di strapparlo alla sua calda e accogliente tana. È rimasto pure Boga, richiestissimo. Per il resto, mercato più che interessante: dai navigati Chiriches e Caputo alla coppia Obiang-Traoré, fino alla ciliegina Defrel, la squadra di De Zerbi si candida a squadra rivelazione del campionato.

SPAL 5,5

  • Acquisti: Igor (d, Austria Vienna), M.D'Alessandro (c, Udinese), Berisha (p, Atalanta), F. Di Francesco (c, Sassuolo), Letica (p, Club Bruges), Reca (c, Atalanta), Sala (d, SPAL)
  • Cessioni: Schiattarella (c, Benevento), Lazzari (d, Lazio), F. Costa (d, Bari), Antenucci (a, Bari), L.Simic (d, Rijeka), Gomis (p, Digione), Bonifazi (d, Torino), Everton Luiz (c, Real Salt Lake), Fulignati (p, Ascoli), Dickmann (c, Chievo), Viviani (c, Livorno)

Lo scorso anno è stata la migliore tra le piccole, ma in poche settimane ha perso Lazzari (ceduto) e Fares (infortunato), oltre a Bonifazi. Tre titolari: mica poco. Per il resto la struttura di base è stata mantenuta, puntellata da innesti importanti come Di Francesco e la saracinesca Berisha. Manca un vero attaccante che funga da spalla a Petagna.

Torino 5,5

  • Acquisti: Edera (a, Bologna rp), Lyanco (d, Bologna rp), Laxalt (d, Milan), Ujkani (p, Caykur Rizespor), Verdi (a, Napoli)
  • Cessioni: Damascan (a, Fortuna Sittard), Milinkovic-Savic (p, Standard Liegi), Ljajic (a, Besiktas), Niang (a, Rennes), Avelar (d, Corinthians), Moretti (d, ritiro), Millico (a, Chievo)

"Grazie presidente per questo mercato stupefacente”. Lo striscione ironico esposto dai tifosi vale più di mille commenti. Se non altro, le ultime ore hanno prodotto qualche emozione: prima Laxalt, poi Verdi. Anche se l'Europa League è già sfumata, ci si sarebbe attesi qualcosa di più.

Udinese 5,5

  • Acquisti: Jajalo (c, Palermo), Becão (d, CSKA Mosca), Cristo González (a, Real Madrid), Nestorovski (a, Palermo), Walace (c, Hannover 96), Sema (c, Watford), Gueye (c, Watford), Okaka (a, Watford)
  • Cessioni: Behrami (c, Sion), M. D'Alessandro (c, SPAL), Badu (c, Hellas Verona), Scuffet (p, Spezia), Perica (a, Mouscron), Machis (a, Granada)

De Paul, un po' a sorpresa, è rimasto: mezzo punto in più. In entrata, ecco i soliti stranieri marchio di fabbrica ormai da tempo immemore dei friulani. Anche se uno di questi, Becão, ha già punito il Milan alla prima giornata. In generale, mercato nella media delle ultime stagioni: poco entusiasmante.

Video - Mkhitaryan alla Roma, l'armeno è sbarcato a Fiumicino: "Sono felice"

00:30
0
0