Getty Images

Juventus, bilancio in rosso: ma Champions e cessioni eccellenti possono far quadrare i conti

Juventus, bilancio in rosso: ma Champions e cessioni eccellenti possono far quadrare i conti

Il 13/09/2019 alle 11:04

Corriere dello Sport e Tuttosport danno dedicano ampio spazio alla situazione economica dei bianconeri, che chiuderanno l'esercizio 2018-19 con un un passivo di 39-40 milioni. Exor prevede che il segno meno possa essere confermato anche al termine della stagione appena iniziata. Nessun allarme, ma da qui a giugno potrebbero essere necessario sacrificare qualche big. Intanto volano gli utili.

La Juventus ha chiuso in rosso il bilancio della stagione 2018-19 con un passivo di 39-40 milioni. Lo si desume dal documento sulla relazione semestrale della Exor, la holding della famiglia Agnelli che detiene il 63,77% del capitale azionario del club bianconero. Il dato viene riportato da Corriere dello Sport, Tuttosport e Calcio e Finanza, che mettono in luce come il segno meno potrebbe trovare conferma anche al termine dell'esercizio relativo alla stagione appena iniziata. La prima certificazione ufficiale sui conti della Juve ci sarà venerdì prossimo 20 settembre quando il bilancio 2018-19 verrà approvato dal consiglio di amministrazione.

Nessun allarme e intanto gli utili crescono

Il trend verso la chiusura in rosso anche per il bilancio 2019-20 non suscita particolare apprensione nell'ambiente bianconero e potrebbe essere corretto sia da alcune mosse della Juventus che dai risultati sportivi. Partiamo da questi ultimi e in particolare dalla Champions: raggiungere almeno le semifinali ed entrare stabilmente tra le prime 4 squadre d'Europa garantirebbe ricavi che - come si legge nella relazione Exor - "influenzeranno in modo significativo la performance economica per l'esercizio 2019-20". Tradotto: più strada faranno Cristiano Ronaldo e compagni, più possibilità ci saranno di trasformare il segno da negativo in positivo.

Paulo Dybala

Paulo DybalaEurosport

All'orizzonte ci sono cessioni eccellenti?

Il sipario sull'ultima sessione di mercato è calato con un preoccupante stallo sul fronte delle uscite. Da Dybala a Mandzukic, da Emre Can a Khedira, sono tanti i giocatori messi in vetrina per tutta l'estate e che invece sono rimasti a disposizione di Maurizio Sarri. Se ne riparlerà nella finestra invernale di gennaio o in ogni caso prima del 30 giugno 2020: se in questo intervallo di tempo la Juventus dovesse mettere a segno qualche cessione eccellente con tanto di plusvalenze, andrebbe a compensare l'aumento del costo della rosa fatto registrare al termine della prima fase della campagna acquisti-trasferimenti (+22% al 2 settembre scorso). Altri ricavi, infine, potrebbero provenire da nuovi contratti di sponsorizzazione o dal rinnovo di quelli esistenti. Un esempio in questa direzione lo dà Tuttosport che, nell'edizione di domenica 8 settembre, rivelava che FCA e Juventus sarebbero pronte a definire un accordo che garantirebbe ai bianconeri un introito di 50 milioni di euro a stagione: un deciso passo in avanti rispetto al contratto attuale (in scadenza il 30 giugno 2021) da 17 milioni annui più bonus.

Video - Juventus 2019/2020: formazione tipo, stella, rigorista e consigli per il Fantacalcio

00:59
0
0