Getty Images

Le pagelle di Brescia-Torino 0-4: Balotelli abulico, Berenguer caldissimo

Le pagelle di Brescia-Torino 0-4: Balotelli abulico, Berenguer caldissimo

Il 09/11/2019 alle 17:11Aggiornato Il 10/11/2019 alle 00:32

L'attaccante bresciano gioca solo 45 minuti, senza lasciare traccia. Male Cistana, catastrofico Mateju. Nei granata, sugli scudi gli autori dei gol e Laxalt.

Le pagelle del Brescia

Jesse JORONEN 6 - Non lo si può colpevolizzare per la quaterna al passivo. Anzi: senza un paio di interventi su Belotti, il ko avrebbe potuto assumere dimensioni ancor più rotonde.

Stefano SABELLI 5 - Generoso e valoroso nel non mollare mai, specialmente nel secondo tempo, ma in difesa vive una giornata da incubo, perdendo il duello aereo con Berenguer in occasione dello 0-4.

Andrea CISTANA 5 - Il suo braccio largo in area condanna il Brescia, consentendo al Torino di passare in vantaggio. Non festeggia nel migliore dei modi la convocazione in nazionale.

Giangiacomo MAGNANI 5,5 - Non commette errori fatali come Cistana, ma allo stesso modo non riesce a proteggere la porta. Pericolosissimo di testa, ma Sirigu gli dice di no.

Ales MATEJU 4 - In meno di 45 minuti commette un fallo da rigore, si fa ammonire e lascia il Brescia in 10 uomini. Serve aggiungere altro?

Dimitri BISOLI 5,5 - Uno degli ultimi ad ammainare la bandiera. Non molla e dalla destra orchestra qualche buona iniziativa, mandando Ayé alla conclusione.

Sandro TONALI 5 - Discreto apporto nel miglior momento del Brescia, nella prima parte della ripresa. Per il resto della gara, nemmeno lui riesce ad accendere la luce.

ROMULO 5 - Corre a vuoto senza riuscire mai a dare un contributo accettabile. Né in fase di copertura, né in quella di costruzione.

Nicolas SPALEK 5,5 - Ci prova, pur in una situazione del genere. Serve un pallone d'oro ad Ayé, che spreca, poi trova Sirigu sulla propria strada (dal 60' Alfredo DONNARUMMA 5 - Non dà la scossa auspicata da Grosso)

Florian AYÉ 5,5 - Primo tempo da dimenticare, corredato peraltro dai mugugni del proprio pubblico. Meglio nella ripresa, in cui si crea una grande occasione costringendo Sirigu a superarsi (dall'84' Jaromir ZMRHAL s.v.)

Mario BALOTELLI 4,5 - Un fantasma per tutti i 45 minuti in cui resta in campo. Tocca pochissimi palloni e offre un contributo assolutamente impalpabile. Tanto che Grosso, per riequilibrare la squadra all'intervallo, sacrifica proprio lui (dal 46' Bruno MARTELLA 5 - Prende il posto di Mateju per riequilibrare la squadra. Senza troppo successo)

All. Fabio GROSSO 5 - In 45 minuti si priva prima di Donnarumma e poi di Balotelli. Il resto lo fanno i suoi giocatori, autori di errori individuali da matita blu in un momento stagionale complicatissimo. Esordio da incubo.

Video - Grosso: "Balotelli ha tante qualità, ma non la generosità difensiva. Avevo bisogno di altro"

01:10

Le pagelle del Torino

Salvatore SIRIGU 7 - Dopo un primo tempo da classico spettatore non pagante, chiude la porta per tre volte di seguito. Qui si vede chi è un grande portiere e chi non lo è.

Armando IZZO 6 - Gioca con serietà come al suo solito, senza sbavature, approfittando anche di una situazione più tranquilla del previsto.

Nicolas NKOULOU 6 - Sicuro. Ha un unico momento di appannamento quando si lascia sfuggire Ayé, murato da Sirigu nella ripresa, ma per il resto non trema.

BREMER 6 - Dalla sua zona nascono i maggiori pericoli creati dal Brescia. In ogni caso, anche lui si merita la sufficienza.

Ola AINA 6,5 - Intraprendente quando parte palla al piede e con due polmoni enormi. Mette Belotti davanti alla porta, ma il Gallo sbatte contro Joronen.

Sasa LUKIC 6 - Partecipa alla manovra, con qualche inserimento, ma nella ripresa cala di tono rimediando anche un giallo (dal 67' Diego LAXALT 7 - Entra già caldo e contribuisce a rendere più rotondo il risultato con lo splendido assist che Berenguer tramuta nello 0-3)

Tomas RINCON 6 - Gioca in maniera semplice, con qualche apertura da una parte all'altra del campo, e anche lui fa ampiamente il suo nella zona centrale.

Soualiho MEITÉ 6 - Si fa vedere più volte con pericolose conclusioni da fuori area. Tutte apprezzabili, nonostante non arrivi il gol. Si prende però un'ammonizione evitabile.

Cristian ANSALDI 7 - Il migliore dopo gli autori dei gol. Tra dribbling, cross e assist, a sinistra sa sempre come rendersi pericoloso (dal 78' Lorenzo DE SILVESTRI s.v.)

Simone VERDI 5 - Una delle poche note stonate del Torino. Sbaglia troppi palloni facili nell'ultimo passaggio e si divora il 3-0. Esce anzitempo (dal 62' Alex BERENGUER 7,5 - D'accordo, approfitta delle praterie concesse da una formazione in disarmo, ma entrare al 62' e firmare una doppietta, con in mezzo un assist d'oro per Belotti, non è da tutti. Bentornato)

Andrea BELOTTI 7 - Implacabile dal dischetto: sua la doppietta che indirizza in modo inevitabile la sfida. E soltanto Joronen gli impedisce di trovare il gol anche su azione.

All. Walter MAZZARRI 7 - Sfrutta in pieno i problemi tecnici e psicologici degli avversari, impostando sin dal primo minuto una gara offensiva. Finalmente può respirare.

Video - Gravina: "Mario Balotelli in Nazionale sarebbe un messaggio straordinario"

01:22
0
0