LaPresse

Le pagelle di Genoa-Fiorentina 2-1: Kouamé felino, Dragowski salva i viola da un passivo peggiore

Le pagelle di Genoa-Fiorentina 2-1: Kouamé felino, Dragowski salva i viola da un passivo peggiore

Il 01/09/2019 alle 23:05Aggiornato Il 01/09/2019 alle 23:11

Diamo i voti ai protagonisti del Ferraris. Tutti bene nella squadra di casa, tra i viola si salvano in pochi

Le pagelle del Genoa

Ionut RADU 6 – Sempre attento e sul pezzo. Non deve compiere nessuna parata degna di nota.

Cristian ROMERO 6- Chiesa gli fa venire il mal di testa nel primo quarto d'ora e rischia più volte di capitolare. Si riprende nella ripresa.

Christian ZAPATA 7- Gioca una partita autoritaria in difesa e segna il gol che regala la prima vittoria in campionato alla sua squadra.

Domenico CRISCITO 6,5 – Il capitano è il cuore ed anima del Grifone. Attento in marcatura, porta a casa la pagnotta.

Paolo GHIGLIONE 6,5 – A destra è una spina costante nel fianco di Ranieri. Sforna l’assist per Zapata. Sorpresa positiva per il Genoa. (Dal 71’ Romulo)

Lasse SCHONE 6 – Pieni delicati in regia per l’ex giocatore dell’Ajax che oggi gioca una partita attenta e diligente.

Ivan RADOVANOVIC 6,5- Sfiora il gol in quattro circostanze ed è l’uomo ovunque del centrocampo del Genoa. .

Lukas LERAGER 6,5 – Cresce nel finale, manda in porta i compagni e per poco non segna.

Antonio BARRECA 6 – Compie una grande diagonale difensiva a fine primo tempo su Pulgar, spinge e difende con ordine. (dal 78’ Marko PAJAC sv)

Andrea PINAMONTI 6 - Prestazione di sostanza, classe e personalità. Si muove tanto e (dall'84' Goran PANDEV s.v.)

Christian KOUAMÉ 7 - Primo tempo difficile, sale di condizione nella ripresa e fa valere le sue doti fisiche. Segna un gol da vero attaccante di razza. Ha solo 21 anni e può crescere ancora.

All. Aurelio ANDREAZZOLI 7- Il suo Genoa gioca un bel calcio ed ha già assimilato le idee del suo degno comandante.

Le pagelle della Fiorentina

Bartłomiej DRAGOWSKI 7,5 – La Fiorentina resta a galla per lunghi tratti grazie al suo portiere: grande conferma in questa stagione.

Pol LIROLA 5,5 – Spinge poco e malino. Meglio del suo collega a sinistra ma pur sempre insufficiente.

German PEZZELLA 5,5 – Soffre terribilmente la fisicità di Kouamé e si vede con il gol del 2-0. Svagato

Nikola MILENKOVIC 5,5 – Come il compagno di squadra soffre la vivacità dei due giovani attaccanti rossoblù. Ha vissuto serata migliori

Luca RANIERI- 5,5- Timido, Ghiglione lo sovrasta su quella fascia. .

Gaetano CASTROVILLI 6 – Gioca con grande intensità dal primo all'ultimo minuto ma gli manca esperienza: si farà.

Erik PULGAR 6 - Segna il rigore come settimana scorsa ma non serve per il risultato. Il più positivo del centrocampo viola.

Milan BADELJ 5,5 – Detta i tempi alla squadra con incedere compassato. Prendere o lasciare, il cervello della squadra sarà lui quest’anno. (dal 60’ Dalbert HENRIQUE 6- Entra e si procura il rigore: può fare molto di più).

Riccardo SOTTIL 5,5- Passo indietro rispetto alla sfida contro il Napoli. (Dal 72’ Dusan VLAHOVIC sv- Poco tempo per valutarlo)

Federico CHIESA 6 – Si sveglia nel finale, colpisce un palo e impegna Radu. Da uno come lui ci si aspetta sempre una partita costante per 90 minuti

Kevin Prince BOATENG 5 – Gioca da falso nueve ma si vede pochissimo e non riesce mai a rendersi pericoloso. Da rivedere la sua posizione in campo. Rimandato

MONTELLA 4 – I numeri sulla panchina viola non sono dalla sua parte tra la parte finale dell'anno scorso e queste due partite: 7 sconfitte e due pareggi...Commisso gli ha dato fiducia e dato una rosa di livello: ora sta a lui ripagarla.

Video - Ribery: "Sono qui per la Fiorentina, non per essere la concorrenza di Cristiano Ronaldo"

00:29
0
0