Eurosport

Le pagelle di Genoa-Torino 0-1: segnali di vita da Verdi, male Sturaro. Edera si fa cacciare in 7'

Le pagelle di Genoa-Torino 0-1: segnali di vita da Verdi, male Sturaro. Edera si fa cacciare in 7'

Il 30/11/2019 alle 21:15Aggiornato Il 30/11/2019 alle 21:27

Nell'1-0 granata a Marassi firmato da Bremer, prova pienamente sufficiente dell'ex Napoli. Meno bene invece il suo compagno in attacco, Berenguer. Il classe '97 entra all'88' e rimedia due gialli. Tra i rossoblù si salvano Schone e Favilli

--- Le pagelle del Genoa ---

Ionut RADU 6 - Per gran parte della partita spettatore non pagante anche perchè il Torino non è preciso. Non può nulla sull'incornata di Bremer nell'angolino

Paolo GHIGLIONE 5,5 - Gara sfortunata per il ragazzo cresciuto nelle giovanili del Milan che prima si fa male da solo alla caviglia e poi è costretto ad uscire all'intervallo per un problema addominale. Lotta, ma non basta (dal 46' ANKERSEN 6 - Entra e interpreta bene la gara sulla fascia destra)

Cristian ROMERO 6 - Amministra la difesa con personalità. Poche sbavature

Davide BIRASCHI 5 - Non giocava titolare dal 20 settembre. E si vede. In costante ritardo

Marko PAJAC 5 - Prestazione da "Vorrei, ma non posso". Infilato sistematicamente da De Silvestri che lo batte in velocità e col fisico

Francesco CASSATA 5,5 - Deludente, soprattutto in fase di impostazione. Si mangia l'1-0 sulla ribattuta del palo colpito da Favilli

Lasse SCHONE 6 - Si vede che è un giocatore di qualità superiore in cabina di regia, ma non basta il danese per cambiare le sorti del Grifone

Stefano STURARO 5 - Partita confusa dell'ex Juve. Nel primo tempo si ritrova tra i piedi una buona occasione, ma il suo tiro viene deviato da Nkoulou. La sua prestazione insufficiente viene però confermata nella ripresa quando perde la marcatura di Bremer sul gol-vittoria del Torino (dall'82' GUMUS s.v.)

Goran PANDEV 5,5 - Corre, sbaglia, corre e sbaglia. Nei 90 non trova mai la via del tiro e questo è grave, ma a 36 anni il suo approccio a ogni partita è commovente

Kevin AGUDELO 5,5 - Da quando Thiago Motta è sbarcato sulla panchina rossoblù ha sempre giocato, in cinque occasioni è partito titolare. Il bilancio? 1 gol e 1 assist. Forse troppo poco per risollevare le sorti del Genoa malato. Stasera la traversa gli ha negato la gioia

Andrea FAVILLI 6 - Finalmente pronto dal punto di vista fisico, Motta gli concede un posto da titolare. Il ragazzo non delude nelle intenzioni e nemmeno nei fatti: il palo gli rimanda ancora il primo gol in A. Per ora basta così (dal 65' PINAMONTI 5,5 - Pochissimi palloni giocabili)

All. Thiago MOTTA 5 - Seconda sconfitta tra le mura amiche, la terza in totale nella prime sei uscite. Dal debutto vincente col Brescia 7 gol subiti, 3 fatti. C'è un evidente problema realizzativo che andrà risolto in qualche modo a gennaio se Preziosi non vuole rischiare la retrocessione

L'esultanza di Bremer per il gol vittoria contro il Genoa

L'esultanza di Bremer per il gol vittoria contro il GenoaGetty Images

--- Le pagelle del Torino ---

Salvatore SIRIGU 6 - Si fa trovare pronto nel finale, i legni gli regalano il terzo clean sheet stagionale

Armando IZZO 6 - Gioca senza strafare, ma annulla Sturaro

Nicolas NKOULOU 6,5 - Un muro nella retroguardia granata. Quando non riesce ad intervenire direttamente al nascere dei tiri degli attaccanti del Grifone, si oppone con il fisico da gigante. Invalicabile

Gleison BREMER 7 - Il classico coniglio dal cilindro. Dietro difende con ordine e attenzione e trova il suo primo gol in serie A con un bellissimo stacco di testa in solitaria. Tre punti di importanza piramidale

Lorenzo DE SILVESTRI 6,5 - Ara la fascia sinistra facendo impazzire Pajac e Cassata. Ha un polmone in più

Tomás RINCON 6 - Partita "invisibile" ma di grande spessore del General che fa legna a centrocampo

Daniele BASELLI 5,5 - Periodo di involuzione del centrocampista azzurro che non riesce ad incidere neanche sulle palle inattive, suo marchio di fabbrica. Mazzarri lo toglie a metà ripresa e lui non la prende bene (dal 62' MEITE' 6 - Muscoli e centrimetri che tornano utili nell'assalto granata finale)

Sasa LUKIC 6 - Spesso pericoloso in attacco con conclusioni dal limite e ultimi passaggi deliziosi

Cristian ANSALDI 6,5 - L'uomo più pericoloso del Torino con un rimpianto per tempo (dal 65' LAXALT 5 - Difficile giudicare la sua mezz'ora di gioco. Non si fa mai dare il pallone anche perchè attacca poco la profondità)

Simone VERDI 6 - Gara di sacrificio dell'ex Napoli, ma ci si aspetta ancora di più da lui. Arriva alla conclusione un paio di volte, ma senza grandi speranze. Nella ripresa cala, ma firma l'assist del gol vittoria. Segnali di vita (dall'88' EDERA 4,5 - In 7 minuti riesce a prendere due cartellini gialli e viene espulso. Pur sempre un'impresa)

Alejandro BERENGUER 5 - Il vero oggetto del mistero questa sera nell'attacco di Mazzarri. Così avanzato è un pesce fuor d'acqua, ma avrebbe potuto metterci un po' più impegno.

All. Walter MAZZARRI 6 - La squadra lo segue. Anche (e soprattutto) nelle difficoltà. Non ci sono dubbi. Si inventa un attacco di emergenza e porta a casa 3 punti d'oro che fanno tornare il sorriso a Cairo. In attesa di tempi migliori e di Belotti

0
0