Getty Images

Le pagelle di Juventus-Milan 1-0: Dybala super, Ronaldo e Piatek flop. Finalmente De Ligt

Le pagelle di Juventus-Milan 1-0: Dybala super, Ronaldo e Piatek flop. Finalmente De Ligt

Il 10/11/2019 alle 23:20Aggiornato Il 11/11/2019 alle 12:04

L'argentino decide la partita con una prodezza, anche se nell'azione è grossolano l'errore di Romagnoli. Brutta serata per CR7, inconsistente in campo e protagonista di una sceneggiata evitabile al momento dell'uscita. Bennacer merita fiducia, Suso si vede troppo poco. Altra prova convincente di Higuain, Douglas Costa entra e dà la scossa.

JUVENTUS

Wojciech SZCZESNY 7,5 - Il portiere polacco è il migliore in campo perché compie almeno 4 parate molto complicate. Nel primo tempo vola a togliere dall'incrocio un'incornata di Paquetà, nel finale respinge con i pugni un siluro di Calhanoglu. Valore aggiunto.

Juan CUADRADO 6 - Prestazione non particolarmente brillante del colombiano che parte con un buon piglio ma col passare dei minuti sprofonda nell'anomimato. Prova comunque sufficiente.

Leonardo BONUCCI 6 - Commette un solo grave errore quando salta a vuoto su un traversone di Suso regalando una colossale palla gol a Piatek che per sua fortuna spedisce a lato. Poi gioca una buona partita senza commettere altre sbavature degne di nota.

Matthijs DE LIGT 7 - Il difensore centrale olandese disputa una partita di spessore. Sempre attento e preciso, di testa in area sono tutte sue. In netto miglioramento.

Alex SANDRO 5,5 - Meno brillante del solito: non riesce a spingere come di consueto sulla sinistra e anche in fase di contenimento concede qualche metro di troppo.

Rodrigo BENTANCUR 6 - Probabilmente condizionato da una botta al ginocchio rimediata in avvio di gara, si limita a un lavoro oscuro di contenimento in mezzo al campo. Ha il merito di entrare nell'azione del gol servendo in verticale Higuain.

Miralem PJANIC 6 - Primo tempo così così, nella ripresa i giri del suo motore aumentano e la Juventus infatti alza il baricentro del gioco mettendo in difficoltà il Milan.

Blaise MATUIDI 6 - Il centrocampista francese lotta come suo solito su ogni pallone presentandosi anche al tiro in una circostanza. Costretto a uscire per infortunio proprio quando la sua prestazione stava prendendo corpo.

dal 70' Adrien RABIOT 6 - Il francese si piazza nel ruolo di mezzala destra limitandosi a un buon lavoro di contenimento. Non tenta mai la giocata.

Federico BERNARDESCHI 5,5 - Pizzicato dai fischi dei tifosi dello Stadium che non gli perdonano una serie di prestazioni negative, il numero 33 bianconero è in realtà l'unico a rendersi pericoloso nel primo tempo con un sinistro alto di poco. Però, quando al suo posto entra Douglas Costa, la differenza si vede e questo non depone a suo favore.

dal 61' Douglas COSTA 6,5 - Il brasiliano conferma di essere il giocatore ideale per spaccare le partite. L'azione del gol di Dybala parte dal suo piede: è lui infatti a cercare la profondità ai 30 metri. Nel finale si esibisce in un prolungato dribbling stile Mosca che manda in estasi lo Stadium.

Video - Lavagna tattica: Douglas Costa, il nuovo "10" per la Juventus di Sarri

01:45

Gonzalo HIGUAIN 6,5 - Altra prestazione convincente del Pipita che non trova la via del gol, ma sa rendersi molto utile. Preziosa l'assistenza a Dybala in occasione del gol, nel finale sfiora il 20 con un gran destro alto di poco.

Cristiano RONALDO 5 - Prestazione decisamente negativa per il portoghese che sbaglia tantissimi palloni e non è mai realmente pericoloso. Tira una sola volta in porta con un destro dal limite che sa di telefonata a Donnarumma. Avrebbe dovuto e potuto evitare la sceneggiata al momento della sostituzione.

dal 55' Paulo DYBALA 7,5 - L'argentino decide la partita con una prodezza: salta Romagnoli con un dribbling secco e fulmina Donnarumma con un destro nell'angolino basso. Nel finale sfiora la doppietta con un'azione in fotocopia. Semplicemente decisivo, conferma di trovarsi benissimo nei meccanismi offensivi di Sarri.

All.: Maurizio SARRI 6 - La sua Juventus conferma di essere una squadra che fa fatica a trovare la via del gol e a chiudere le partite. Decisiva e coraggiosa la mossa di togliere un irritante Cristiano Ronaldo e di inserire Dybala: l'argentino lo ripaga con un gol da favola. Più discutibile la scelta di insistere su Bernardeschi trequartista.

Higuain - Juventus-Milan - Serie A 2019/2020 - Getty Images

Higuain - Juventus-Milan - Serie A 2019/2020 - Getty ImagesGetty Images

MILAN

Gianluigi DONNARUMMA 6,5 - Attento nel primo tempo su un destro ravvicinato di Higuain, molto bravo nel finale quando dice no a un destro di Dybala. Incolpevole sul gol della Juventus: il destro dell'argentino è imprendibile.

Andrea CONTI 6,5 - Finalmente una prestazione convincente da parte dell'ex Atalanta, attento in fase di copertura e bravo a dare una mano anche in fase offensiva.

Leo DUARTE 6 - Qualche sbandata nel primo tempo, ma a conti fatti non sfigura e non commette grossi errori.

Alessio ROMAGNOLI 5 - Il capitano del Milan gioca una buona partita fino al gol di Dybala: poi, però, si fa saltare in maniera scolastica dall'argentino al limite dell'area. La sua opposizione è troppo timida e i rossoneri pagano a caro prezzo il suo errore.

Theo HERNANDEZ 6 - Meno dirompente rispetto ad altre occasioni, si conferma comunque un acquisto valido garantendo una buona presenza sulla sinistra. Nel primo tempo prova anche a rendersi pericoloso con una conclusione dalla distanza respinta da Szczesny.

Lucas PAQUETÀ 6 - Buon primo tempo del brasiliano che va vicinissimo al gol con un'incornata sulla quale Szczesny si supera. Si fa valere anche in copertura. Nella ripresa cala un po' leggendo male qualche situazione di gioco.

dall'85' Ante REBIC s.v. - In campo troppo poco per essere giudicato.

Ismael BENNACER 6,5 - L'algerino gioca con buona personalità in mezzo al campo rischiando la giocata. Sbaglia un paio di letture nei minuti finali, ma si conferma un giocatore su cui vale la pena insistere. Salterà per squalifica il match di San Siro contro il Napoli dopo la sosta.

Rade KRUNIC 6 - Il vice Kessie (ma forse ormai è ora di considerarlo titolare) gioca una buona gara recuperando diversi palloni e cercando spesso la verticalizzazione. È il primo a rendersi pericoloso con una percussione centrale vanificata dalla scelta sbagliata di Piatek.

dal 61' Giacomo BONAVENTURA 5 - Pessimo impatto sulla partita. Da matita blu il passaggio sbagliato per Leao che avrebbe messo il portoghese tutto solo davanti a Szczesny.

SUSO 5,5 - Lo spagnolo si fa notare solo per il cross tagliato perfetto per la testa di Piatek, che il polacco spreca malamente. Troppo poco per uno che, come lui, dovrebbe fare la differenza.

Krzysztof PIATEK 5 - Il Pistolero è irriconoscibile. Nel primo tempo sbaglia un gol già fatto spedendo a lato di testa da pochi passi: sembrava gol fatto. Poi perde un brutto pallone in uscita. Pioli lo toglie giustamente a metà ripresa.

dal 66' Rafael LEAO 5,5 - Rispetto al match contro la Lazio entra con un atteggiamento diverso e decisamente più grintoso. La sua prova, tuttavia, è tutto fumo e poco arrosto.

Hakan CALHANOGLU 6 - Corre tantissimo svariando su tutto il fronte offensivo e agendo spesso da trequartista mascherato. Impegna severamente Szczesny nel finale con una punizione velenosa.

All.: Stefano PIOLI 6,5 - Il miglior Milan della sua gestione. Primo tempo notevole e buona reazione dopo il gol di Dybala. Continuando così i risultati arriveranno: ma è bene che la squadra mantenga lo stesso livello di concentrazione anche contro avversari meno blasonati.

Video - Sarri: "Ronaldo andato via prima? Ne parlerà con i compagni"

03:31
0
0