LaPresse

Le pagelle di Lazio-Lecce 4-2: Correa e Milinkovic-Savic su tutti; si rivede il miglior Lazzari

Le pagelle di Lazio-Lecce 4-2: Correa e Milinkovic-Savic su tutti; si rivede il miglior Lazzari

Il 10/11/2019 alle 17:58Aggiornato Il 10/11/2019 alle 22:59

Diamo i voti al match dell'Olimpico. Correa, con la sua doppietta, e Milinkovic-Savic su tutti; si rivede il miglior Lazzeri. Le squadre di Simone Inzaghi e Fabio Liverani giocano bene e divertono, anche se, nelle rispettive difese, occorre rivedere qualcosa.

=== Lazio ===

Thomas STRAKOSHA 7: respinge il rigore di Babacar a cui, a inizi ripresa, aveva tolto un gol fatto smanacciando un colpo di testa destinato a insaccarsi sotto la traversa.

PATRIC 6,5: ha il merito di salvare, in elevazione, un gol-fatto da Tachtsidis, ben appostato a porta sguarnita.

Dal 72' Bastos 5,5: dà una mano, non sempre incisiva, al reparto difensivo.

Luiz FELIPE 5,5: buone iniziative offensive sui calci piazzate. Solo quelle, però, perché in fase difensiva appare oltremodo distratto.

Francesco ACERBI 6,5: schierato nell'insolita veste da interno sinistro di difesa, è suo il pregevole cross per il 2-1 firmato Milinkovic-Savic.

Manuel LAZZARI 7: si rivede il miglior Lazzari della SPAL. Tante incursioni e tanti assist dalla fascia sinistra, percorsa a tutta velocità.

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 7,5: segna il gol - il secondo personale in questo campionato - che riporta in vantaggio la Lazio, oltre a procurarsi il rigore del tris.

Lucas LEIVA 6,5: belle geometria in cabina di regia, da cui parte la gran parte delle chance offensive biancocelesti. Costretto a uscire di scena al 6' della ripresa per problemi fisici.

Dal 51' Danilo Cataldi 6,5: pressing, inventiva e generosità sin dai primi minuti dal suo ingresso in campo.

Luis ALBERTO 6,5: alterna ottime giocate, come l'assist a Correa, a gol clamorosamente sbagliati. Deve migliorare la mira davanti allo specchio, anche se risulta tra i migliori protagonista della squadra biancoceleste.

Senad LULIC 6: grinta e volontà sulla sinistra, anche se, tatticamente, si limita a svolgere il compitino.

Joaquin CORREA 8: finalmente incisivo, concreto. Conclude d'istinto e, quando lo fa, trova la rete, senza più cincischiare. Una doppietta che vale tantissimo in casa biancoceleste.

Dall'86' Valon Berisha: sv.

Ciro IMMOBILE 6,5: dormicchia per oltre un'ora di gioco dopo aver ricevuto i premi per i 100 gol in biancoceleste e per essere stato il miglior giocatore di ottobre della Serie A. Poi, la trasformazione del penalty e l'assist decisivo per Correa.

Mister Simone INZAGHI 7: il terzo posto fa dimenticare tutto. Dalle delusioni europee alle tante distrazioni che si prende il reparto difensivo.

=== Lecce ===

GABRIEL 6: ottimo nei palloni alti, chiude la saracinesca di fronte a parecchi dei tantissimi tentativi biancocelesti. Tuttavia, subisce pur sempre quattro g

Biagio MECCARIELLO 5: inizia bene, tuttavia, nella ripresa, si mostra un po' troppo nervoso.

Dall'86' Andrea Rispoli: sv.

Luca ROSSETTINI 6: sua la "prolunga" vincente per Lapadula in occasione del momentaneo 1-1.

Fabio LUCIONI 4,5: un giallo per proteste e marcature troppo morbide. L'ex Benevento è tra i peggiori in campo.

Marco CALDERONI 4: si fa scappare Milinkovic-Savic sul gol del serbo e commette il fallo di mani valso il penalty poi trasformato da Immobile. Pomeriggio da dimenticare per l'eroe di San Siro.

Jacopo PETRICCIONE 6,5: grande grinta e buone geometrie a metà campo. Una, su tutte, il cross con cui regala a La Mantia la rete del definitivo 2-4.

Panagiotis TACHTSIDIS 6: tantissimi tentativi dalla distanza. L'ex centrocampista della Roma merita la sufficienza.

Zan MAJER 5: spento, rispetto al giocatore pieno di dinamismo ammirato in altre circostanze.

Dal 70' Yevhen Shakhov 5,5: bene in fase di costruzione, molto male quando si tratta di fare diga.

Marco MANCOSU 6: guadagna un penalty (che però, stranamente, lascia battere a Babacar) e, dalla tre quarti, non disdegna la conclusione a rete.

Gianluca LAPADULA 7: forse il suo gol del 2-2 non sarebbe stato da annullare. Le polemiche e le diverse visioni su quanto accaduto di sicuro non mancheranno. Certamente, resta una rete effettivamente realizzata e un altissimo grado di pericolosità negli ultimi 20-25 metri.

Khouma BABACAR 5: sbaglia un (altro) rigore e, davanti allo specchio, ha poca fortuna. Anche se, va detto, nel corso del primo tempo, ci prova appena ne ha opportunità.

Dal 72' Andrea La Mantia 7: un gol e un palo nella mezzora disputata. Niente male per l'ex attaccante di Virtus Entella e Pro Vercelli.

Mister Fabio LIVERANI 6: la sua squadra gioca benissimo. E, per quanto visto all'Olimpico, avrebbe meritato certamente di più. Tuttavia, là dietro, c'è da rivedere qualcosa e serve maggior attenzione.

Video - Simone Inzaghi: "Lazio punita da una ripartenza all'andata. A Siviglia serve personalità e coraggio"

01:42
0
0