Getty Images

Raiola: "A Pogba piacerebbe tornare alla Juve, Ibra al Milan si diverte"

Raiola: "A Pogba piacerebbe tornare alla Juve, Ibra al Milan si diverte"

Il 14/02/2020 alle 14:00Aggiornato Il 14/02/2020 alle 14:06

L'agente si sbilancia sul futuro dei suoi assistiti coinvolti nel match di Coppa Italia con un'apertura al ritorno di Pogba in bianconero.

Mino Raiola cerca di muovere le pedine a sua disposizione; e il modo più efficace per farlo, lo sappiamo da tempo, sono i microfoni dei giornalisti. Il match di San Siro di giovedì non si è chiuso fino a quando non lo ha deciso lui. Una rassegna di dichiarazioni e aggiornamenti su parecchi suoi assistiti ha scaldato il post gara, ma a catturare l’attenzione sono state le sue frasi su Pogba e Ibrahimovic.

Raiola apre al Pogba-bis in bianconero

La richiesta per Pogba, riporta il Guardian, è di 100 milioni di euro. Il francese ha un contratto in scadenza nel 2021 e sembra giunto ai titoli di coda della sua seconda vita a Manchester, mentre le voci su un suo possibile ritorno a Torino si infiammano. E il procuratore le alimenta.

" L’Italia è il secondo paese di Pogba, così come per Zlatan, e a Paul non dispiace di certo l’idea di tornare alla Juve, ma è ancora troppo presto per parlare di queste cose"

Con la Juventus in disperato bisogno di qualità in mezzo al campo, Raiola puntualizza anche la situazione di un altro campione del mondo francese, Matuidi:

" Blaise rimarrà alla Juve, sicuramente"

Capitolo Zlatan

Su sponda rossonera, l’altra patata bollente nelle mani di Raiola è sicuramente il futuro di Zlatan:

" È possibile che Ibrahimovic rinnovi con il Milan? C'è un mezzo progetto, però penso che deciderà solo a fine stagione. Il cielo è il suo limite. Vedremo"

La permanenza di Ibra a Milano dipenderà probabilmente dalla qualità del progetto della società rossonera, ma Raiola apprezza anche il duello tra giganti di giovedì sera, entrambi suoi assistiti, Ibra-De Ligt:

" Zlatan contro Matthijs è stato un duello emozionante per me. Vedo un’epoca nuova entrare e un’altra che sta per finire, anche se potrebbe durare ancora dieci anni. Certo, per De Ligt sarebbe stato meglio avere un professore come Chiellini a fianco perché è difficile essere buttato subito a mare"

Raiola rassicura sulla felicità di Donnarumma in casa Milan, mentre glissa sulla possibile estensione di contratto riflettendo anche sullo snodo cruciale di due anni fa che portò al primo rinnovo:

" No, in quel momento non era la scelta giusta. Era la scelta del cuore"

Video - Ibrahimovic guarda già avanti dopo il Derby: "Dormire, mangiare e allenamento per ripartire"

00:16