Getty Images

Caos Napoli: la squadra non segue più Ancelotti, Champions decisiva per il futuro del tecnico?

Caos Napoli: la squadra non segue più Ancelotti, Champions decisiva per il futuro del tecnico?

Il 10/11/2019 alle 11:23

Il deludente 0-0 contro il Genoa al San Paolo ha fatto scattare l'allarme rosso in casa azzurra: la vittoria manca dal 23 ottobre (3-2 a Salisburgo), i giocatori sembrano svogliati e dai veterani non sono arrivate le risposte attese. Il tecnico di Reggiolo al momento non rischia la panchina, ma in caso di mancata qualificazione agli ottavi di Champions League la situazione potrebbe precipitare.

Una crisi profonda, che probabilmente ha radici lontane nel tempo e che ora è palesemente esplosa. Il Napoli è al momento una squadra allo sbando: senza gioco, senza idee e senza anima. I limiti della squadra di Ancelotti, già emersi nelle ultime settimane, sono stati impietosamente messi a nudo dal Genoa di Thiago Motta, tornata dal San Paolo con uno 0-0 persino stretto per quanto si è visto sul terreno di gioco. E adesso la classifica per Insigne e compagni, dati tra i favoriti per la lotta scudetto nei pronostici di inizio stagione, assume un volto inquietante: la vetta è sempre più lontana (l'Inter attualmente è a +12) e persino il quarto posto diventa un obiettivo non così scontato e semplice da centrare, considerato il valore delle concorrenti e - soprattutto - l'umore dello spogliatoio. A complicare ulteriormente uno scenario di per sé preoccupante, ecco aggiungersi un altro problema. Anzi, il problema. La squadra, almeno a giudicare da quello che si vede in campo, non riesce più a seguire le indicazioni di Carlo Ancelotti. Il tecnico di Reggiolo, secondo quanto emerge, non rischia la panchina almeno per il momento. Ma è evidente che il presidente Aurelio De Laurentiis si attenda una reazione immediata.

Lorenzo Insigne e Carlo Ancelotti - Napoli-Genoa Serie A 2019-20

Lorenzo Insigne e Carlo Ancelotti - Napoli-Genoa Serie A 2019-20Getty Images

La striscia negativa del Napoli in campionato

Giornata Partita
9 Spal-Napoli 1-1
10 Napoli-Atalanta 2-2
11 Roma-Napoli 2-1
12 Napoli-Genoa 0-0

Una squadra spenta e demotivata

I numeri sono impietosi: il Napoli non vince dal 23 ottobre (3-2 a Salisburgo) e nelle ultime 5 partite tra Serie A e Champions League ha uno score di 4 pareggi e una sconfitta. Sono soprattutto i big come Insigne, Mertens e Callejon ad apparire più in difficoltà: da loro Ancelotti si sarebbe aspettato una reazione d'orgoglio soprattutto dopo lo scivolone con la Roma e il caos legato all'ammutinamento contro il ritiro deciso dalla società, ma da nessuno di loro è arrivata la tanto attesa reazione. Il tecnico di Reggiolo, che ha sempre avuto lo spogliatoio in pugno, appare ora decisamente in difficoltà: non tanto dal punto di vista umano, quanto da quello prettamente tecnico. Il Napoli dà la sensazione di essere una squadra spenta, scarica in tanti suoi elementi e forse un po' demotivata a causa dei risultati che stentano ad arrivare. De Laurentiis al momento rimane fermo: osserva e fa la sue valutazioni, come ogni presidente farebbe in una situazione come questa. Logico che, se la situazione dovesse ulteriormente precipitare, anche la panchina di Ancelotti inizierebbe a vacillare.

Crocevia Champions League

Dopo la sosta il Napoli sarà atteso dalla trasferta di San Siro contro il Milan, ma sarà soprattutto il cammino in Champions League a determinare il futuro di Ancelotti. Agli azzurri mancano sostanzialmente 2 punti per avere la certezza matematica di qualificarsi agli ottavi di finale, un traguardo che darebbe tutto un altro volto a questa prima parte di stagione. Un'impresa sulla carta non impossibile (basterà battere in casa il Genk all'ultima giornata), anche se il Napoli visto nelle ultime uscite è una squadra che può essere messo in difficoltà da qualsiasi avversario. L'eventuale uscita dalla Champions renderebbe il lavoro di Ancelotti ai limiti dell'indifendibile e spingerebbe probabilmente De Laurentiis a prendere decisioni drastiche. In attesa del mercato di gennaio che, a sua volta, potrebbe riservare colpi di scena e qualche partenza eccellente.

Video - Ancelotti: "La VAR non è più un supporto è l’arbitro! Mi sento attaccato nella mia professionalità"

01:51
0
0