Getty Images

Theo Hernandez rilancia il Milan di Pioli: il francese gela il Parma all'88' e scaccia la crisi

Theo Hernandez rilancia il Milan di Pioli: il francese gela il Parma all'88' e scaccia la crisi

Il 01/12/2019 alle 16:56Aggiornato Il 01/12/2019 alle 17:37

Con la zampata del terzino ex Real Madrid, il Diavolo ritrova la vittoria dopo un mese. Finisce 0-1 al Tardini con i rossoneri che agganciano il Torino a quota 17 al decimo posto

Dal Tardini arrivano segnali di vita rossonera. La squadra di Pioli strappa tre punti fondamentali contro il Parma, sale a quota 17 in classifica e ritrova il sorriso dopo un novembre nero in cui ha racimolato la miseria di un pareggio contro il Napoli. Il secondo successo della gestione Pioli è firmato da una zampata di Theo Hernandez che all'88' che sfrutta un’amnesia difensiva della coppia Darmian-Bruno Alves, fino a quel momento impeccabile.

Il terzino francese si conferma l’uomo più positivo dell’inizio di stagione del Diavolo, raggiungendo Piatek in vetta alla classifica capocannonieri rossonera con 3 gol. Drammatica, invece, l’involuzione dell’attaccante polacco: l’ex Genoa, schierato titolare e bocciato da Pioli dopo un’ora di timidi tentativi, prosegue il digiuno del gol per la sesta partita consecutiva: il suo ultimo sigillo risale a Milan-Lecce dello scorso 20 ottobre.

La cronaca in 10 momenti chiave

2’ SUBITO SQUILLO DEL MILAN - Piatek in versione assistman sulla destra con Calhanoglu che prova la conclusione di prima intenzione. Palla fuori, ma buono spunto dei rossoneri

5’ ALTRA OCCASIONE PER IL MILAN - Cross dalla trequarti di Calhanoglu e colpo di testa in torsione di Romagnoli: palla alta. Il capitano del Diavolo è forse saltato troppo in anticipo. Inizio di autorità dei rossoneri

23’ BOTTA DI KESSIE - L'uomo più pericoloso fin qui per i rossoneri riceve in area da Bonaventura si gira e sgancia un missile dal vertice destro dell’area di rigore. Sepe si distende e devia in angolo

24’ ALTRA CHANCE PER IL MILAN - Suso pennella per Piatek sul secondo palo: il polacco tenta la deviazione di testa che a sua volta colpisce Theo Hernandez. Palla fuori, ma brivido per i tifosi ducali

30’ PIATEK NON TROVA LA PORTA - Conti pennella un cross dalla destra, il polacco va in elevazione, ma riesce solo a trovare una spizzata che si perde sul fondo lontano dalla porta difesa da Sepe

32’ PARMA PERICOLOSO - Kucka serve Kulusevski tutto solo sulla destra. Lo svedese avanza, "vede" l'inserimento di Hernani che mette in mezzo di prima intenzione sull'uscita di Donnarumma, ma Romagnoli riesce ad anticipare Barillà con la porta ormai sguarnita

40’ RISPOSTA DEL MILAN - Dall'altra parte Calhanoglu viene servito in maniera magistrale da Suso: una bordata del turco da posizione un po' defilata sulla destra impegna ancora Sepe che devia in angolo con la punta delle dita

60’ RASOIATA DI SUSO - Azione personale dello spagnolo che circumnaviga il limite dell'area di rigore accentrandosi e prova il diagonale rasoterra: palla che sfiora il palo alla destra di Sepe

82’ SEPE SALVA IL RISULTATO - Azione insistita del Milan che alla fine manda al tiro Calhanoglu. La conclusione strozzata del turco è indirizzata nell'angolino, ma il portiere ducale si distende e fa suo il pallone

88' VANTAGGIO DEL MILAN CON THEO HERNANDEZ - La zampata del francese può svoltare la stagione del Milan. Il terzino dopo una conclusione di Bonaventura sfrutta un'indecisione della difesa ducale con Darmian che calcia addosso a Bruno Alves. Il tap-in di Theo fa esplodere la panchina del Milan. Terzo gol stagionale per il giocatore in prestito dal Real Madrid

MVP

Theo HERNÁNDEZ - Un gol che può valere la svolta della stagione rossonera. La zampata all'88' è l'istantanea perfetta della filosofia del francese: non mollare mai. Ara la fascia sinistra con il motorino a supporto di Calhanoglu e Bonaventura e copre bene le sortite di Kulusevski. Dal Tardini arriva la conferma: il centravanti del Milan gioca sulla fascia sinistra (raggiunto il depresso Piatek a quota 3 dopo i gol con Genoa e Roma). Trascinatore.

L’angolo del Fantacalcio

Promosso. Andrea CONTI - La miglior partita della stagione fin qui per il terzino ex Atalanta. In fase di copertura è perfetto e non ha assolutamente vita facile visto un cliente scomodo come Gervinho. Interventi ruvidi, precisi e coi tempi giusti. A gennaio, forse, il Milan non avrà bisogno di una terza scelta sulla destra.

Bocciato. Matteo DARMIAN – Una gara tutto sommato sufficiente macchiata irrimediabilmente dal maldestro rinvio che serve su un piatto d’argento il gol partita a Hernandez

Il momento social del match

La vittoria del Tardini vista dai tifosi del Milan con un pizzico di ironia

Il tabellino

PARMA-MILAN 0-1 (primo tempo 0-0)

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, B. Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman (dal 70’ Cornelius), Barillà (dal 62’ Grassi); Kulusevski, Kucka, Gervinho (dall'87' Sprocati). All. D'Aversa

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié (dal 71’ Krunic), Bennacer, Bonaventura; Suso, Piatek (dal 63’ Leao), Calhanoglu. All. Pioli

Arbitro: Paolo Valeri (Roma)

Gol: 88’ Theo Hernandez

Ammoniti: Iacoponi (P), Bennacer, Theo Hernandez, Donnarumma (M)


0
0