From Official Website

Mkhitaryan: "Posso giocare ovunque". Petrachi: "Per venire alla Roma ha rinunciato a dei soldi"

Mkhitaryan: "Posso giocare ovunque". Petrachi: "Per venire alla Roma ha rinunciato a dei soldi"

Il 10/09/2019 alle 14:55Aggiornato Il 10/09/2019 alle 14:56

Presentazione ufficiale per il trequartista armeno, arrivato in prestito dall'Arsenal: "La Serie A è una grande occasione, ho accettato con entusiasmo. Posso ricoprire tutte le posizioni in attacco: a destra, sinistra e dietro le punte, in fondo non c'è grande differenza". Il ds Petrachi: "Sia per Smalling che per Mkhitaryan abbiamo fatto delle operazioni furbe".

Mkhitaryan: "Sono qui per godermi il calcio"

" La Serie A è una grande occasione, ho accettato con entusiasmo, di soldi non abbiamo neanche parlato. Sono qui per godermi il calcio e raggiungere gli obiettivi. Posso ricoprire tutte le posizioni in attacco: a destra, sinistra e dietro le punte, in fondo non c'è grande differenza. La mia qualità migliore è partire dall'esterno per poi accentrarmi. Mi metterò a disposizione del mister. Se ho parlato con i nuovi compagni? Il primo giorno di allenamento ho rivisto compagni che qualche giorno fa sono stati avversari. Avevo già scambiato qualche battuta con Alessandro (Florenzi, ndr) e anche con Edin (Dzeko, ndr) abbiamo parlato un po' di tutto. Ora le Nazionali sono alle spalle, è importante concentrarsi sulla Roma"

Petrachi: "Mkhitaryan ha rinunciato a dei soldi"

" È stato bravo anche il ragazzo, che ha rinunciato a dei soldi per venire a giocare alla Roma. Parliamo di un top player, un mese fa era impensabile poterlo prendere in prestito. I top player hanno costi importantissimi e ingaggi elevati, noi dobbiamo anche stare attenti a un discorso di bilancio"

"Smalling e Mkhitaryan, operazioni furbe"

" Sia per Smalling che per Mkhitaryan abbiamo fatto delle operazioni furbe. Poi il tempo dirà se avremo la forza e la capacità di trattenere giocatori del genere e fare investimenti importanti per aumentare il tasso qualitativo. A volte bisogna adattarsi alle esigenze, a 48 ore dalla fine del mercato era difficile impostare un altro tipo di ragionamenti"

"Dzeko è sempre stata la nostra prima scelta"

" Ho sempre detto che Dzeko era il centravanti della Roma e mi sarebbe piaciuto trattenerlo. C'erano delle alternative, ma la nostra prima scelta è sempre stata Edin. Ho sempre nutrito la speranza di poterlo tenere, quello che è successo nell'ultimo anno a Roma ha pesato sull'umore del giocatore. Io ho cercato di fargli capire che il vento sta cambiando e sta nascendo una Roma diversa, le lusinghe dell'Inter e di altre squadre hanno messo delle cose in testa al giocatore. Io gli ho detto che forse lui non era così importante per l'Inter come lo era per la Roma. Io ho posto il mio prezzo a maggio e quella cifra non è mai arrivata"

Video - Mkhitaryan alla Roma, l'armeno è sbarcato a Fiumicino: "Sono felice"

00:30
0
0