Getty Images

Politano-Spinazzola, lo scambio è saltato: i perché della fumata nera. E ora che succede?

Politano-Spinazzola, lo scambio è saltato: i perché della fumata nera. E ora che succede?

Il 17/01/2020 alle 17:06Aggiornato Il 17/01/2020 alle 17:08

Ennesimo colpo di scena nella trattativa tra nerazzurri e giallorossi: i due club non sono riusciti a trovare un'intesa definitiva per uno scambio che, nelle scorse ore, pareva concluso. Storia di una telenovela di mercato senza un finale felice.

Altro colpo di scena. L'ennesimo in poche ore. Matteo Politano e Leonardo Spinazzola rimangono dove sono: il primo all'Inter, il secondo alla Roma. L'accordo tra i due club, praticamente concluso nella giornata di ieri, in realtà non è mai stato trovato. E, ora, l'affare può dirsi definitivamente saltato. Tanto che i due giocatori, dopo aver già riempito le valigie, sono ripartiti verso le rispettive abitazioni. Un'imprevista fumata nera, un nulla di fatto clamoroso, dovuto alla mancata intesa sui dettagli della formula relativa alle due operazioni incrociate. Uno stop, ormai definitivo, che arriva al culmine di giorni convulsi e pieni di colpi di scena in stile trattativa thriller.

Lunedì 14: Inter e Roma costruiscono l'accordo

Di un possibile scambio tra Politano e Spinazzola si era iniziato a vociferare già qualche giorno prima. Ma è tra lunedì 13 e martedì 14 gennaio che la trattativa subisce un'accelerazione decisa. Tanto che Inter e Roma autorizzano i due giocatori a effettuare le visite mediche il giorno seguente, mercoledì. Politano, romano de Roma, nato e cresciuto proprio nelle giovanili giallorosse, si appresta a tornare per rimpiazzare l'infortunato Zaniolo; Spinazzola è pronto a rinfrescare la batteria di esterni a disposizione di Conte. La formula: prestito con obbligo di riscatto per entrambi. In pratica, una doppia operazione a titolo definitivo. Pare una formalità, ma così non sarà.

Video - Politano-Roma: l'ex nerazzurro arriva nella Capitale per le visite mediche

00:53

Le prime difficoltà: l'Inter vuole altri test per Spinazzola

I primi problemi nascono mercoledì 15. Spinazzola arriva a Milano per sottoporsi alle visite mediche con l'Inter, mentre Politano compie il percorso inverso e atterra nella Capitale, pronto a diventare nuovamente un calciatore della Roma. Ma l'ex bianconero non convince pienamente lo staff medico nerazzurro, che chiede un supplemento di test. E l'Inter, per cautelarsi, prova a cambiare la formula del trasferimento da obbligo a diritto di riscatto. Una doppia mossa che irrita la Roma, per nulla disposta a venire incontro alle richieste nerazzurre, e mette in serio pericolo la fumata bianca.

Video - Inter, ecco Spinazzola: a Milano per le visite mediche

00:16

Inter e Roma si parlano: sull'affare torna il sereno

L'ennesimo capitolo della telenovela è datato giovedì 16. E pare proprio essere quello decisivo perché l'affare, qualche ora prima a rischio, vada a buon fine. Perché Inter e Roma, alla fine, una soluzione la trovano: Spinazzola arriverà a Milano in prestito con obbligo di riscatto, sì, ma soltanto al raggiungimento di una certa quota di presenze (si parla di una quindicina). Entrambi i giocatori attendono novità, fiduciosi, dopo aver già effettuato le visite mediche: l'umbro a Milano, Politano a Roma. La chiusura dell'affare si avvicina sempre di più.

L'accordo definitivo non arriva: salta lo scambio

Niente da fare: l'accordo, dato precedentemente a un passo, non arriva. Questione di dettagli, di minutaggio necessario perché scatti l'obbligo di riscatto a un determinato numero di presenze. Dopo aver provato per una giornata intera a far quadrare proposte e richieste, Inter e Roma si arrendono. Venerdì 17 si rivela iettatorio per il buon esito della trattativa, che salta definitivamente nel primo pomeriggio. Gli agenti di Politano e Spinazzola confermano che non se ne fa più nulla, mentre i due calciatori prendono il primo aereo e rientrano mestamente nelle rispettive città.

E ora? La Roma pensa a Suso, l'Inter a Moses

Detto che, secondo la Gazzetta dello Sport, la Roma continua a pensare a Politano ma soltanto in prestito gratuito, lo stop è destinato a cambiare il mercato di entrambe: ora i giallorossi potrebbero virare con maggiore decisione sul milanista Suso, mentre per l'Inter tornerebbe in corsa Victor Moses, oggi al Fenerbahçe ma già allenato da Conte al Chelsea. Fonseca conferma di non "vedere" Ünder e pretende un altro esterno che possa sopperire all'assenza di Zaniolo; il tecnico leccese è invece intenzionato a rivoluzionare le fasce, dopo l'arrivo di Young e la probabile partenza in prestito di Lazaro. Ci sono ancora 14 giorni per ragionare sul da farsi. Ma il mancato scambio tra Politano e Spinazzola, intanto, complica e non poco i piani delle due dirigenze.

Video - Inter, Ashley Young è arrivato a Milano: visite mediche, sorrisi e primi selfie

00:22