Getty Images

Stipendi Serie A: la Juventus sfiora i 300 milioni, Napoli e Inter insieme arrivano a 242

Stipendi Serie A: la Juventus sfiora i 300 milioni, Napoli e Inter insieme arrivano a 242

Il 10/09/2019 alle 10:48Aggiornato Il 10/09/2019 alle 11:29

Trascinata dall'effetto Ronaldo la Juventus veleggia in testa alla classifica del monte ingaggi: la rosa di Sarri costa 294 milioni. I bianconeri monopolizzano la classifica dei giocatori più pagati (ben 7 dei primi 8 in graduatoria giocano nella Juve). L'Inter in crescita si posiziona al 2° posto con 139 milioni. Il Napoli spende meno di Roma e Milan. Atalanta in Champions col 12° monte ingaggi.

Non sono solo gli 8 scudetti della Juventus a testimoniare la tirannia della Juventus sulla Serie A. Per spiegare chiaramente come i bianconeri siano in un’altra dimensione rispetto a tutte le altre formazioni, più o meno blasonate del nostro calcio, basta scorrere i numeri dell’inchiesta della Gazzetta dello Sport che riporta gli ingaggi netti di tutti i giocatori che militano nella massima serie. Una Serie A sempre più ricca e che, trascinata dall’effetto Ronaldo, sfonda il muro del miliardo e 360 milioni di euro di stipendi lordi, una cifra che supera il miliardo e mezzo se si sommano anche gli emolumenti che le società versano agli allenatori.

Juventus, una maxi rosa da 294 milioni: l’Inter costa meno della metà

Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo la Juventus ha avviato un’era di nuovi corposi investimenti per alimentare il sogno Champions e consolidare il proprio status di corazzata fra le corazzate del calcio europeo. Acquisti che hanno fatto schizzare il monte ingaggi verso l’alto, che rispetto al 2018 ha fatto registrare un +33%. Scorrendo nel dettaglio la rosa della Signora si evince come ben sette dei primi otto giocatori più pagati del nostro campionato vestano la maglia bianconera. L’eccezione porta il nome di Romelu Lukaku titolare di un contrattone da 7,5 milioni più bonus (legati al rendimento e ai risultati che potrebbero far salire l’ingaggio del centravanti belga a 9 milioni) e che è il più pagato della rinnovata Inter, titolare del secondo monte ingaggi della Serie A con 139 milioni di euro. Una bella cifra ma nettamente inferiore se paragonata a quella della Juventus, che ha un monte ingaggi quasi tre volte più alto rispetto a quello del Napoli (103 milioni), che per la prima volta nell’era De Laurentiis rompe il muro dei 100 milioni ma si mantiene più calmierata rispetto a Roma e a un Milan, che seppur con la dieta imposta dal nuovo corso Elliott, paga ancora certe strategie rivelatisi poco lungimiranti della gestione Yonghong Li.

Il monte ingaggi delle 20 squadre di Serie A (fonte Gazzetta dello Sport)

Squadra Ingaggio totale Il più pagato
Juventus 294 milioni € Ronaldo (31 milioni)
Inter 139 milioni € Lukaku (7,5 milioni)
Roma 125 milioni € Dzeko (5 milioni)
Milan 115 milioni € Donnarumma (6 milioni)
Napoli 103 milioni € Koulibaly (6 milioni)
Lazio 72 milioni € Milinkovic Savic (2,5 milioni)
Torino 54 milioni € Belotti (1,7 milioni)
Fiorentina 50 milioni € Ribery (4 milioni)
Cagliari 44 milioni € Nainggolan (3 milioni)
Bologna 41 milioni € Destro (2 milioni)
Genoa 40 milioni € Schone (1,5 milioni €)
Sampdoria 36 milioni € Quagliarella (1,2 milioni €)
Atalanta 36 milioni € Zapata (1,8 milioni €)
Sassuolo 35 milioni € Berardi (1 milione €)
Lecce 32 milioni € Babacar (1 milione €)
Parma 31 milioni € Darmian (1,5 milioni €)
SPAL 30 milioni € Petagna (1,2 milioni €)
Udinese 30 milioni € De Paul (800.000 €)
Brescia 28 milioni € Balotelli (1,5 milioni €)
Verona 25 milioni € Pazzini (1,3 milioni €)

La virtuosa Atalanta: in Champions col 12esimo monte ingaggi

Spulciando la classifica redatta dalla Gazzetta dello Sport è impossibile non rimarcare il lavoro dell’Atalanta che pur col 12esimo monte ingaggi della Serie A (36 milioni di euro pari a quello della Serie A ed inferiore a quello di Cagliari, Bologna e Genoa) affronterà il girone di Champions per la prima volta nella sua storia. Praticamente tutta l’Atalanta costa rispetto allo stipendio che la Juventus elargisce a Ronaldo e all’epurato di lusso Mandzukic.

Cristiano Ronaldo e i giocatori più pagati della Serie A

Da Destro a Biglia e Pastore: quegli ingaggi 'anomali' che costano caro

Passando in rassegna i nomi dei giocatori della Serie A, le anomalie e le sorprese non mancano. Ad esempio nella rinnovata Roma di Petrachi, il secondo giocatore più pagato della Roma (dopo Dzeko) è Javier Pastore, uno dei giocatori più enigmatici della passata stagione e che, con l’arrivo di Mkhitariyan, è destinato a trovare pochissimo spazio nelle gerarchie di Paulo Fonseca. Pesa come un macigno anche l’ingaggio di Biglia, secondo più pagato nel Milan dopo Donnarumma con 3,5 milioni di euro. Se nella Juventus da Mandzukic (6 milioni), Emre Can (5 milioni), Perin (2,5 milioni), Rugani (3,5 milioni), Pjaca (2 milioni) di giocatori in esubero con ingaggi proibitivi ce n’è a iosa fa specie che il calciatore più pagato del Bologna sia Mattia Destro, titolare di un contratto da 2 milioni di euro in scadenza nel 2020.

Video - Martusciello: "Higuain straordinario, De Ligt ha avuto un tracollo fisico"

01:34
0
0