Getty Images

Szczesny: "Sto bene, mi alleno ma mi annoio. Più rispettiamo le regole, prima torniamo"

Szczesny: "Sto bene, mi alleno ma mi annoio. Più rispettiamo le regole, prima torniamo"

Il 26/03/2020 alle 16:47Aggiornato Il 26/03/2020 alle 16:49

Il portiere della Juventus spiega come sta andando la sua quarantena tra allenamenti (a casa) e un po' di noia.

Dopo i casi di Rugani, Matuidi e Dybala, c'è preoccupazione in casa Juventus per altri possibili positivi. Szczesny però è tranquillo, il tampone ha dato esito negativo, e non vede l'ora che si possa tornare a giocare. Poi un monito a tutta la gente a casa...

" Sono un po' annoiato da questi 15 giorni in quarantena da solo, visto che la mia famiglia qualche settimana fa è tornata in Polonia. Dormo tantissimo, mi rilasso e mi alleno per farmi trovare pronto alla ripresa del campionato. Anche dopo il tampone ero sicuro di essere negativo, non avevo alcun sintomo ed ero sempre rimasto chiuso in casa. Abbiamo sentito Rugani, Matuidi e Dybala dopo i risultati e ci dispiace molto. Però per fortuna stanno tutti abbastanza bene, senza sintomi gravi"

Juventus-Inter a porte chiuse...

" È stata una partita molto strana, una gara così importante senza tifosi non è normale. Dispiace, il bello del calcio è vivere di emozioni e momenti da condividere con i nostri tifosi"

Un appello a tutta la gente a casa

" Forza, i sacrifici che facciamo oggi possono salvare delle vite e accorciare quest'attesa. Meglio rispetteremo le regole e prima ci rivedremo sul campo"

Video - La Juventus raccoglie fondi per gli ospedali: il messaggio di Buffon, Higuain, Danilo e De Ligt

00:54