LaPresse

Anche il Parma diventa cinese: il 60% delle azioni a Jiang Lizhang, Crespo sarà il vicepresidente

Anche il Parma diventa cinese: il 60% delle azioni a Jiang Lizhang, Crespo sarà il vicepresidente

Il 21/06/2017 alle 18:52Aggiornato Il 21/06/2017 alle 19:21

In una conferenza stampa al centro sportivo di Collecchio, il vicepresidente Marco Ferrari ha ufficializzato il passaggio di mano, il gruppo cinese Desports sarà il nuovo azionista di maggioranza con il 60% delle quote. Hernan Crespo, consulente di Desport, sarà uno dei due vicepresidenti presenti nel Cda che sarà composto da 9 membri. Dopo Inter e Milan un altro club diventa a proprietà cinese.

A quattro giorni dal successo sull’Alessandria che ha regalato al Parma la promozione in Serie B, la società crociata ufficializza la cessione del pacchetto di maggioranza delle azioni al gruppo cinese Desports presieduto dal magnate cinese Jiang Lizhang. I sette imprenditori locali che nell'estate del 2015 ricostituirono la società dopo il fallimento resteranno all’interno del sodalizio emiliano con il 30% delle azioni mentre il restante 10%, per i prossimi cinque anni, resterà in mano a Parma Partecipazioni Calcistiche, l'azionariato diffuso dei tifosi.

Crespo vicepresidente

Nel nuovo cda societario da nove membri (5 uomini scelti dalla Desports, 3 da Nuovo Inizio e uno dai tifosi), ci sarà anche uno dei più forti calciatori che hanno mai vestito la maglia gialloblù: Hernan Crespo, bomber argentino che vinse la Coppa UEFA col Parma nel 1998-99 e consulente della Desports, rivestirà l’incarico di vicepresidente e sarà l’uomo che farà da tramite fra la cordata cinese e quella emiliana.

" Finora siamo stati in grado di mantenere le nostre intenzioni ma quando si passa ad un calcio professionistico e sempre più competitivo crediamo si debba avere un socio di maggioranza capace di prendere soluzioni in pochi istanti – ha spiegato nella conferenza stampa andata in scena al Centro Sportivo di Collecchio, il vicepresidente Marco Ferrari - Abbiamo dedicato tanti mesi alla ricerca di un assetto funzionante con un azionista di maggioranza che non siamo riusciti a trovare al nostro interno. Ci sono stati una serie di incontri positivi con l'imprenditore cinese Jiang Lizhang, molto conosciuto in patria e presidente di Desport che si occupa di diritti tv relativi allo sport, partecipazioni sportive in senso stretto e già nel mondo del calcio e della Nba. Si tratta di un interlocutore serio, affidabile e desideroso di investire nel Parma che ha un certo appeal nei mercati asiatici fin dagli anni Novanta. "

Continuità a livello tecnico e dirigenziale

La nuova era non inizierà all’insegna di rivoluzioni o cambiamenti significativi a livello dirigenziale e tecnico: Desports ha intenzione di confermare l’amministratore delegato Carra, il direttore sportivo Faggiano e l’allenatore Roberto D’Aversa.

" Ci sarà una continuità a livello tecnico e dirigenziale, siamo onorati che Jiang Lizhang abbia scelto la piazza di Parma per investire nel calcio. È una grande opportunità per la città e la squadra che in futuro potrebbe cullare ambizioni inedite negli ultimi quindici anni – ha continuato Ferrari - L'accordo rispetta il principio di multiproprietà, in cui vengono tutelate le minoranze e l'espressione della parmigianità. Già avvenuto l'ingresso al 30%, nella prima settimana di luglio il gruppo Desport arriverà al 60% e quello sarà l'assetto definitivo . "

Video - Cantona: "Buffon pietrificato a Cardiff, la Champions è il suo sogno impossibile”

03:02
0
0