Imago

Eto’o sbotta: “Mi criticano perché sono nero”, e finisce fuori rosa

Eto’o sbotta: “Mi criticano perché sono nero”, e finisce fuori rosa

Il 21/09/2016 alle 15:18Aggiornato Il 21/09/2016 alle 15:32

Il club turco dell’Antalyaspor ha deciso di mettere fuori squadra Samuel Eto’o dopo che l’ex-interista si era lamentato sui social network, parlando di critiche ricevute per il colore della pelle.

Nelle prime quattro giornate di campionato, l’Antalyaspor ha raccolto un solo punto e condivide l’ultima posizione in classifica con il Kasimpasa: la situazione, ovviamente non particolarmente rosea, ha acceso un clima poco sereno all’interno dello spogliatoio, e Samuel Eto’o parrebbe aver pagato il prezzo più alto.

L’attaccante camerunense è stato infatti messo fuori rosa dopo essersi apertamente lamentato sui social network, per aver ricevuto critiche razziste per il colore della pelle: “Probabilmente alcune persone non mi rispettano perché sono di colore – ha scritto Eto’o –, ma io gioco da 18 anni e non ho intenzione di abbandonare il livello che ho raggiunto”.

Lo sfogo, sospettato di essere indirizzato al presidente della società, ha poi portato il giocatore a fare marcia indietro e a postare su Instagram un’immagine con un cuore in primo piano sul logo del club, ma l’Antalyaspor ha replicato in maniera molto dura, estromettendolo dalla rosa a tempo indeterminato.

“Nessun giocatore viene prima dell’Antalyaspor”, ha dichiarato il presidente del club, Ali Safak Ozturk.

VIDEO - La sfida: Jurgen Klopp vs. Antonio Conte: chi è il migliore?

0
0