Getty Images

Cristiano Ronaldo regala la Supercoppa Italiana alla Juventus: 1-0 al Milan

Cristiano Ronaldo regala la Supercoppa Italiana alla Juventus: 1-0 al Milan

Il 16/01/2019 alle 20:27Aggiornato Il 16/01/2019 alle 22:07

A Gedda, un match equilibrato viene deciso dal solito guizzo vincente del portoghese, a segno al quarto d'ora della ripresa. I rossoneri, che protestano per un rigore non concesso, vengono traditi dalla traversa sullo 0-0 e restano in 10 uomini nel finale per l'espulsione di Kessié. Ottavo trionfo per la Signora, ora primatista assoluta.

Proprio lui, come esclamerebbe un notissimo telecronista dei giorni nostri. Proprio Cristiano Ronaldo, il Principe d'Arabia. È l'uomo più atteso a firmare l'1-0 che decide la Supercoppa Italiana di Gedda, regalando così l'ottavo trofeo al club bianconero, da oggi primatista assoluto nell'albo d'oro della competizione. Prima conquista in terra italiana per l'ex fuoriclasse del Real Madrid. Un singolo gol, arrivato al quarto d'ora della ripresa, che stappa una gara nel complesso equilibrata: la Juve prevale nel numero di palle gol, ma quella più clamorosa è del Milan, che sullo 0-0 colpisce la traversa con Cutrone. Un match che si conclude nella pratica non tanto al momento del gol di CR7, ma quando Kessié si fa espellere nel finale, spezzando ogni speranza di rimonta dei rossoneri. Decisiva la VAR, che punisce l'ivoriano mentre ignora un intervento dubbio in area di Emre Can su Conti agli sgoccioli del match. E Higuain? Tra un presunto stato febbrile e le insistenti voci di mercato rimane inizialmente in panchina, salvo entrare per i 20 minuti finali. Troppo tardi per l'impresa. La Juve conferma insomma di non avere rivali in Italia e apre il 2019 come aveva chiuso il 2018: vincendo. Il cannibalismo bianconero, anche in terra araba, prosegue.

La cronaca della partita

Senza Higuain, Gattuso si affida a Cutrone. Allegri punta invece su Douglas Costa per completare il tridente assieme a Dybala e Cristiano Ronaldo. E proprio il brasiliano provoca il primo brivido dopo pochi minuti: sinistro a giro e palla fuori di pochissimo. Il Milan non sta a guardare, ma la seconda palla gol del match è sempre bianconera: Cancelo si inserisce in area e spaventa Donnarumma con un diagonale leggermente impreciso. Poco dopo la mezz'ora Matuidi mette in rete da posizione ravvicinata, ma dopo essere partito da posizione di fuorigioco. E Cristiano Ronaldo, pochi minuti più tardi, sfiora il gol da antologia con un'acrobazia che lascia immobile Donnarumma, senza trovare però la porta. Chiude il primo tempo Çalhanoglu: destro secco da posizione defilata, si salva Szczesny.

Supercoppa Juventus-Milan, 2019

Supercoppa Juventus-Milan, 2019LaPresse

La ripresa si apre con la chance più clamorosa della gara: Cutrone viene liberato da un rimpallo e col sinistro centra in pieno la traversa a Szczesny battuto. Ma quando si accende Cristiano Ronaldo sono dolori: il portoghese fa le prove del gol chiamando Donnarumma alla respinta con i pugni, poi lo trova al 61', di testa, servito splendidamente da Pjanic. Dybala segnerebbe pure il raddoppio, ma Matuidi è in offside e un'altra rete viene annullata. Gattuso inserisce Higuain al 70', ma 4 minuti più tardi alza bandiera bianca: Banti estrae inizialmente il giallo nei confronti di Kessié per un piede a martello su Bentancur, poi va a controllare il replay ed espelle l'ivoriano. Nel finale la Juve controlla gli ultimi tentativi del Milan, che chiede un penalty per un intervento di Emre Can su Conti. Ma finisce 1-0. Dopo 3 edizioni, la Supercoppa Italiana torna nelle mani bianconere.

La statistica chiave

Numeri impressionanti per Cristiano Ronaldo: tra Real Madrid e Juventus, ha segnato 8 reti nelle ultime 7 finali disputate.

Il tweet

Il migliore in campo

Cristiano Ronaldo. Sembra sempre sonnecchiare, ma nelle occasioni decisive c'è sempre: sfiora il gol in un paio di occasioni, poi è proprio lui a regalare la Supercoppa alla Juventus.

Il peggiore in campo

Rodriguez. Cancelo e Douglas Costa lo costringono a vivere una serata infernale. Grave la mancata marcatura su Cristiano Ronaldo, che ne approfitta per andare a segno.

La dichiarazione

Gennaro Gattuso: "Gli episodi? Giudicateli voi. L'espulsione di Kessié ci sta, ma nell'azione dell'intervento di Emre Can su Conti, se abbiamo la tecnologia usiamola!"

Il tabellino

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur (86' Bernardeschi), Pjanic (65' Emre Can), Matuidi; Douglas Costa (89' Khedira), Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Allegri

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetá (70' Borini); Castillejo (70' Higuain), Cutrone (79' Conti), Çalhanoglu. All. Gattuso

Arbitro: Luca Banti di Livorno

Gol: 61' Cristiano Ronaldo

Note: ammoniti Çalhanoglu, Alex Sandro, Pjanic, Castillejo, Calabria, Rodriguez, Dybala; espulso Kessié

Video - Gattuso: "Higuain? Fosse per me lo chiudo in casa e gli butto il mangiare ogni due/tre ore"

01:49
0
0