Getty Images

Higuain tra Chelsea e sliding doors da Supercoppa: tutto ruota sempre intorno alla Juventus

Higuain tra Chelsea e sliding doors da Supercoppa: tutto ruota sempre intorno alla Juventus

Il 14/01/2019 alle 16:42Aggiornato Il 14/01/2019 alle 17:01

L'attaccante argentino verrà certamente utilizzato da Gennaro Gattuso nella partita di mercoledì sera. Se riscatterà quella maledetta sera di San Siro contro i bianconeri, da cui non si è ancora ripreso, è possibili che il matrimonio col Diavolo prosegua. In caso contrario, c'è Sarri e diversi rebus da risolvere. Tra cui il nome del sostituito: Morata non convince e si pensa a Piatek.

Gonzalo Higuain : Chelsea o Milan? più che bivio, un anticipo di sliding doors. E' chiaro che, ormai, tutto dipenderà dalla finale di Supercoppa Italiana, in programma mercoledì (16 gennaio) a Gedda, contro la Juventus, perché - nel bene e nel male - per il Pipita tutto sta ruotando intorno al club bianconero. Il piano inclinato, infatti, si è attivato da quel match in campionato in cui l'attaccante argentino ha fallito un calcio di rigore rimediando successivamente un'espulsione. Da lì, un altro giocatore. Per ammissione del suo stesso allenatore Gennaro Gattuso.

Gonzalo Higuain esulta dopo il gol contro la SPAL, Milan-SPAL, Getty Images

Gonzalo Higuain esulta dopo il gol contro la SPAL, Milan-SPAL, Getty ImagesGetty Images

Gli incubi e le speranze di Higuain in rossonero: se tutto ruota intorno alla Juve

Proprio il tecnico rossonero, nella conferenza stampa di presentazione, si è così espresso:

" Per Gonzalo non è stato facile dopo quella serata ma il giocatore sta bene, mi sembra convinto e determinato, scherza coi propri compagni e ha una buana influenza all'interno dello spogliatoio. Per cui non capisco dove stiano tutti i problemi di cui si sente parlare: si tratta di alti e bassi che in una carriera ci sono. Gonzalo deve sapere come gestire al meglio proprio i bassi: io posso dare consigli ma, ovviamente, l'ultima decisione spetta a lui."

Video - Gattuso: "Higuain? Fosse per me lo chiudo in casa e gli butto il mangiare ogni due/tre ore"

01:49

Quel puntiglio che manca nei momenti delicati

In questi giorni il Pipita sembra confermare le voci che, dall'Argentina, lo avevano dipinto come "giocatore di poca personalità". Senza girarci troppo intorno, il concetto è questo: "finché le cose vanno bene, il giocatore dà il massimo. In caso di difficoltà, tende a fare un passo indietro, come se caricarsi la squadra sulle spalle non sia tra le sue caratteristiche". Una linea di pensiero che sembra essersi insinuata anche nei ragionamenti di Leonardo (che sta valutando come poterlo eventualmente rimpiazzare) anche ripensando a come si era presentato a Milano. Quasi un Bonucci-bis:

" Ho scelto il Milan perché mi è piaciuta la convinzione con cui sono venuti a cercarmi e la convinzione nel loro progetto. Al Chelsea l'unica persona che mi cercava era Sarri. Qui invece mi hanno voluto tutti."

Video - Higuain a Milano, tifosi rossoneri in delirio: "Sono al Milan per arrivare lontano"

00:59

Sliding doors di Supercoppa

Una cosa è certa: Higuain è in Arabia Saudita con la squadra e Gattuso lo utilizzerà fino all'ultimo minuto che indosserà la maglia rossonera. Uno dei modi per superare questa impasse? Il Milan vince la Supercoppa proprio grazie a Higuain, che in questo modo si sbloccherebbe, riscattando quella maledetta serata di San Siro contro la sua ex squadra. In caso contrario, l'addio è praticamente scontato: il Pipita è infatti entrato in una spirale di umore nero da cui riprendersi, per lui, sembra sempre più complicato.

Il vecchio amore Sarri e i rebus che ne derivano

Come ormai arcinoto, ad attenderlo a braccia aperte ci sarebbe Maurizio Sarri, tecnico del Chelsea e suo ex allenatore a Napoli. Sarebbe tutto perfetto ma dietro a questa possibile operazione, ci sono dei veri rebus da risolvere, che coinvolgono un po' tutti i soggetti in causa: il Chelsea, che ormai da tempo non è incline a spese folli per giocatori ultratrentenni, chiunque essi siano. La Juventus, che batte cassa e vuole recuperare almeno i soldi dell'obbligo di riscatto promessi dal Milan, 36 milioni, che si aggiungono ai 18 investiti nel primo anno. E lo stesso club rossonero, che dovrebbe sostituire Higuain con un centravanti dello stesso lignaggio: un bomber per raggiugere la zona Champions.

Video - Sarri: "Higuain giocatore e uomo straordinario ma è del Milan, non è il momento di parlarne"

00:36

Morata, Piatek o Falcao?

Proprio per questa ragione, sia Leonardo che Paolo Maldini, ancorché Gattuso, non sarebbero convinti della carta Alvaro Morata. Ottimo giocatore ma non certo un ariete d'area di rigore come Krzysztof Piatek, su cui però è balzato l'ingombrante interesse del Real Madrid e di cui il Genoa non vorrebbe privarsi a gennaio, se non per cifre ragguardevoli. Un'idea dell'ultima ora porterebbe a Radamel Falcao, in uscita dal Monaco, ma evidentemente nella fase calante della sua carriera. Come fare, quindi? Intanto parola al campo e alle sliding doors della Supercoppa Italiana.

Higuain e Morata, ipotesi di scambio a gennaio

Higuain e Morata, ipotesi di scambio a gennaioEurosport

Video - Gattuso: "La cosa più bella di Samp-Milan? Higuain che esulta prima che la palla entri"

02:02
0
0