Getty Images

La Supercoppa trasloca in Arabia Saudita: accordo triennale da 24 milioni

La Supercoppa trasloca in Arabia Saudita: accordo triennale da 24 milioni

Il 05/06/2018 alle 10:49Aggiornato Il 05/06/2018 alle 10:54

Dopo le ultime esperienze in Cina, nuovo accordo molto più ricco tra la Lega Calcio per il prossimo triennio di Supercoppa: le partite si disputeranno in Arabia Saudita nel mese di gennaio e le due finaliste riceveranno un premio di 3.5 milioni di euro.

Dalla Cina all’Arabia Saudita. Il calcio italiano diventa sempre più internazionale e rivolto verso i ricchi di mercati in crescita dell’Oriente, dall’Estremo al Medio. La Lega Calcio ha chiuso la trattativa con il ministro dello sport dell’Arabia Saudita, Turki Alalshikh, per trasportare la Supercoppa a Riad nelle prossime tre edizioni, un accordo dal valore complessivo che si aggira attorno ai 24 milioni di euro, ben superiore a quello con la Cina, che riempiva le casse con 4 milioni a stagione.

Cambierà anche il calendario, con gare in programma a gennaio: molto probabilmente, la prossima edizione tra Juventus e Milan sarà disputata il 13 o il 19 gennaio 2019, e non il 12 agosto come inizialmente previsto dal calendario. Ricchi premi anche per le due squadre che si disputeranno il trofeo, che riceveranno circa 3.5 milioni a testa.

Supercoppa all'estero, ormai un classico

Sarà la decima volta in cui la Supercoppa italiana verrà disputata all'estero, una "tradizione" cominciata nel 1993, quando Milan e Torino si affrontarono negli Stati Uniti, a Washington. Da allora, ci fu un'altra edizione negli States (2003), una in Libia (2002), quattro in Cina tra Pechino e Shanghai (2009, 2011, 2012 e 2015) e due a Doha (2014 e 2016). L'anno scorso, fu lo Stadio Olimpico di Roma a ospitare il match, con la Lazio campione (3-2 sulla Juventus).

0
0