Eurosport

La voglia di riscatto e il fuoco dentro: Juventus-Milan, la strana Supercoppa di Dybala e Cutrone

La voglia di riscatto e il fuoco dentro: Juventus-Milan, la strana Supercoppa di Dybala e Cutrone

Il 15/01/2019 alle 23:23Aggiornato Il 15/01/2019 alle 23:25

La sfida di Gedda propone il confronto tra il 25enne argentino e il 21enne attaccante rossonero cresciuto nel settore giovanile. I due stanno vivendo una stagione molto particolare. Oscurato dall'arrivo di Cristiano Ronaldo in estate, Dybala ha saputo riadattarsi nello scacchiere di Allegri. Cutrone, dal canto suo, è sempre meno gregario: basti pensare che ha segnato più di Higuain.

Paulo Dybala da una parte, Patrick Cutrone dall'altra. La finale di Supercoppa Italiana a Gedda tra Juventus e Milan è anche il duello tra due attaccanti che, per diversi motivi, attraversano un momento molto particolare. In Arabia Saudita l'argentino partirà titolare, il rossonero troverà con ogni probabilità spazio a partita in corso. Divisi da una differenza di 4 anni di età (la Joya ne ha 25, Cutrone ne ha appena compiuti 21) i due sono accomunati da uno strano destino: stanno vivendo una stagione da comprimari, all'ombra di Cristiano Ronaldo e Mandzukic il bianconero e di Higuain il milanista. Comprimari, però, solo sulla carta: entrambi, seppure in modi diversi, hanno saputo adattarsi alle esigenze del gruppo e dei loro allenatori.

Dybala, da stella a comprimario

Nella primavera 2017 Paulo Dybala era considerato il futuro del calcio mondiale, il gioiello più prezioso nella rosa della Juventus. Addirittura, secondo alcuni, l'erede designato di Messi e Cristiano Ronaldo. Ma il calcio, si sa, macina giudizi a velocità supersonica e in poco meno di 2 anni l'orizzonte è sensibilmente cambiato. La stagione scorsa, che avrebbe dovuto rappresentare la svolta nella carriera dell'argentino, non aveva dato le risposte attese. Come se non bastasse, l'arrivo di CR7 e lo stato di grazia di Mario Mandzukic hanno costretto la Joya ad arretrare il proprio raggio d'azione: il fulcro dell'attacco della Juventus non è più lui, lo dicono i numeri e lo dice soprattutto la collocazione in campo. Da uomo degli ultimi 20-25 metri, Dybala si è dovuto adattare a coprire una zona molto più larga del campo. Con risultati - va detto - molto buoni in termini di continuità di rendimento. Meno gol, ma più sostanza: il 25enne ex Palermo sta vivendo la stagione della maturità. Contro il Milan Dybala avrà la possibilità di regolare un conto col passato: fu suo l'errore decisivo dal dischetto che costò ai bianconeri la Supercoppa 2016 a Doha.

Paulo Dybala

Paulo DybalaLaPresse

La stagione di Paulo Dybala: i numeri

Competizione Presenze Gol Assist
Serie A 17 2 3
Champions League 5 5 0
Coppa Italia 1 0 0

Cutrone, da ombra di Higuain a uomo chiave

"Grazie all'arrivo di un bomber come Higuain, Cutrone avrà la possibilità di imparare molto e crescere con calma". Frase, questa, sentita più volte la scorsa estate quando il Pipita approdò in maglia rossonera tra l'entusiamo dei tifosi. Emblematico, a distanza di 6 mesi, tornare sull'argomento cifre alla mano. Dall'inizio della stagione a oggi, l'allievo ha superato il maestro: Cutrone ha segnato 9 gol tra campionato, Europa League e Coppa Italia, uno in più di Higuain che, dal canto suo, sta vivendo uno dei momenti più complicati della sua carriera che potrebbe culminare con un clamoroso addio anticipato. Altro che riserva: nelle pieghe di questa strana stagione, Cutrone ("Ha il fuoco dentro", dice di lui Gattuso) rischia di diventare l'attaccante titolare indiscusso del Milan.

La stagione di Patrick Cutrone: i numeri

Competizione Presenze Gol Assist
Serie A 17 3 1
Europa League 5 4 0
Coppa Italia 1 2 0
0
0