Getty Images

Le pagelle di Juventus-Milan 1-0: Ronaldo killer, Rodriguez e Kessié da incubo

Le pagelle di Juventus-Milan 1-0: Ronaldo killer, Rodriguez e Kessié da incubo

Il 16/01/2019 alle 21:02Aggiornato Il 16/01/2019 alle 21:10

Il portoghese, autore del gol decisivo, è il grande protagonista del successo bianconero. Ottimo anche Chiellini, sottotono Dybala. In casa rossonera, lo svizzero fatica e l'ivoriano si fa espellere. Cutrone lodevole e pericolosissimo.

Le pagelle della Juventus

Wojciech SZCZESNY 6 - Fa venire i brividi con un'uscita aerea che, per sua fortuna, non provoca conseguenze. Rimedia su Çalhanoglu, poi viene salvato dalla traversa.

João CANCELO 6 - Più ala che terzino per un tempo intero, nel quale produce scintille sulla fascia destra. Sfiora il gol e si propone con continuità. Peccato per qualche eccesso di confidenza col pallone.

Leonardo BONUCCI 6,5 - Non si fa tradire dall'emozione dell'ex e offre una buona prestazione. Si perde Cutrone solo a inizio ripresa, venendo salvato dalla traversa.

Giorgio CHIELLINI 7 - Praticamente perfetto, escludendo un tiraccio dal limite. Chiusure su chiusure, sempre con la massima attenzione. Anche dopo l'ingresso dell'ex compagno Higuain.

Alex SANDRO 6 - Non ficcante come Cancelo, anche per la buona copertura di Castillejo. In ogni caso, anche lui non demerita.

Rodrigo BENTANCUR 6 - Non inizia benissimo e rischia l'ammonizione, poi anche lui prende confidenza con la partita (dall'86' Federico BERNARDESCHI s.v.)

Miralem PJANIC 6,5 - Non è il miglior Pjanic, soprattutto in due conclusioni sballate dal limite. Ma la scodellata vincente per Ronaldo vale il prezzo del biglietto (dal 64' Emre CAN 6 - Regala maggiore sostanza al centrocampo, ma rischia di combinare la frittata con un dubbio fallo su Conti)

Blaise MATUIDI 6 - Offre alla Juve il solito contributo in termini di corsa e sostanza. Per due volte la sua posizione irregolare porta all'annullamento di altrettanti gol.

Paulo DYBALA 5,5 - Non incanta. Anzi: per larghi tratti della partita si nasconde. Mezza delusione, anche se nel finale è prezioso nel tener palla e ripartire.

Cristiano RONALDO 7 - Sembra sempre sonnecchiare, ma nelle occasioni decisive c'è sempre: sfiora il gol in un paio di occasioni, poi è proprio lui a regalare la Supercoppa alla Juventus.

Douglas COSTA 6,5 - Parte principalmente da destra per poi accentrarsi: è così che sfiora il vantaggio dopo pochi minuti. Sempre insidioso quando porta palla (dall'89' Sami KHEDIRA s.v.)

All. Massimiliano ALLEGRI 6 - Senza Mandzukic punta tutto sull'interscambio tra i tre attaccanti. Juve non brillante, ma vincente. Terza Supercoppa Italiana della carriera del tecnico livornese.

Supercoppa Juventus-Milan, 2019

Supercoppa Juventus-Milan, 2019LaPresse

Le pagelle del Milan

Gianluigi DONNARUMMA 5,5 - Riflessi lenti, troppo lenti, sul colpo di testa comunque ravvicinato di Ronaldo. In precedenza aveva salvato sullo stesso portoghese.

Davide CALABRIA 6 - Preciso in copertura, fa le cose semplici senza sbagliare. Chiude da mezzala dopo l'espulsione di Kessié.

Cristian ZAPATA 6 - Nonostante la sconfitta, tiene bene le redini in difesa in coppia con Romagnoli. Ha pochissimo da rimproverarsi.

Alessio ROMAGNOLI 6 - In linea con la prestazione di Zapata. Non commette errori evidenti e può far poco nell'azione del vantaggio bianconero.

Ricardo RODRIGUEZ 4,5 - Cancelo e Douglas Costa lo costringono a vivere una serata infernale. Grave la mancata marcatura su Cristiano Ronaldo, che ne approfitta per andare a segno.

Franck KESSIÉ 5 - Ringhia sulle caviglie degli avversari, ma perde lucidità in un paio di transizioni offensive. E proprio lui spezza le speranze del Milan con l'intervento da rosso su Bentancur.

Tiemoué BAKAYOKO 6 - Gioca in maniera semplice, quasi banale, ma molto lucida. Tiene il confronto con la qualità degli avversari.

Lucas PAQUETÁ 6 - Fa il suo, partecipando alla manovra e aiutando la squadra in fase difensiva. Splendida una giocata di tacco nel primo tempo. Esce nella ripresa (dal 70' Fabio BORINI 5,5 - Ha poco tempo a disposizione, nel quale non si nota quasi mai)

Samu CASTILLEJO 5,5 - Si spende più nell'azione di ripiegamento che in quella offensiva. Gara di sacrificio lodevole, ma di pericolosità nemmeno l'ombra (dal 70' Gonzalo HIGUAIN 5,5 - Entra solo negli ultimi 20 minuti del match, impegnandosi ma producendo poco)

Patrick CUTRONE 6,5 - Deve vedersela con il muro Bonucci-Chiellini e si sbatte valorosamente per tener palla e far salire i compagni. Solo la traversa gli impedisce di andare a segno (dal 78' Andrea CONTI s.v.)

Hakan ÇALHANOGLU 6 - Gioca in funzione di Cutrone, che cerca spesso e volentieri. Inventa a tratti, ma agli sgoccioli del primo tempo impegna Szczesny.

All. Gennaro GATTUSO 6 - Schiera una squadra compatta, umile, rannicchiata in un 4-5-1 mascherato da 4-3-3. Cristiano Ronaldo e Kessié gli rovinano i piani.

Video - Gattuso: "Higuain? Fosse per me lo chiudo in casa e gli butto il mangiare ogni due/tre ore"

01:49
0
0