Eurosport

Ammutinamento in Danimarca: la nazionale sciopera, in campo con la Slovacchia ci vanno i dilettanti

Ammutinamento in Danimarca: la nazionale sciopera, in campo con la Slovacchia ci vanno i dilettanti

Il 06/09/2018 alle 14:57Aggiornato Il 06/09/2018 alle 15:08

A causa di una disputa sugli sponsor tra la federazione danese e i giocatori della nazionale, nell'amichevole contro la Slovacchia in campo ci sono andati i giocatori di Serie B, Serie C, D e Futsal.

Ha un che di incredibile ciò che è accaduto nei giorni scorsi in Danimarca: per via di un contenzioso tra i calciatori della nazionale danese e la Federcalcio, si è verificato quanto di più vicino ci sia a un ammutinamento calcistico. Andiamo con ordine: la Federcalcio danese ha di fatto vietato ai calciatori della nazionale di sottoscrivere accordi individuali con aziende che si trovino in concorrenza con gli sponsor della nazionale stessa. Una decisione "imposta" che non è affatto piaciuta ai calciatori, che in risposta hanno clamorosamente deciso di non rispondere alla convocazione per l'amichevole con la Slovacchia di mercoledì sera.

Mal digerito il no dei nazionali, la DBU ha così chiamato i calciatori delle serie minori: B, C, D e anche Futsal. Il commissario tecnico, Si prevedeva potesse arrivare la sconfitta più pesante della storia della Danimarca, in realtà la nazionale "B" ha contenuto i danni perdendo 3-0 contro la Slovacchia. Ma non è finita, perché nonostante la mediazione continua di capitan Eriksen, il problema potrebbe presto riproporsi in vista dell'esordio in Nations League, previsto per domenica contro il Galles. La squadra è ora in stand-by e con essa anche il ct ad interim John Jensen.

Fonti danesi confermano nel frattempo che i contatti tra i giocatori e il chairman Jesper Møller sono riprese, pur senza giungere ancora a un accordo. Il coach di ruolo Åge Hareide ha ora la possibilità di diramare una nuova lista di convocati per il Galles, mentre i dilettanti impegnati con la Slovacchia in amichevoli sono stati informati del fatto che entro domenica un accordo verrà trovato e in campo tornerà la nazionale "normale".

Molti dei dilettanti non sono soltanto calciatori: ad esempio il portiere Christoffer Haagh: "Sono un operatore amministrativo. Ho chiesto al mio capo qualche giorno di pausa". Ma all'interno della rosa le particolarità erano diverse: Rasmus Johansson è uno YouTuber, Christian Offenberg (capitano di serata) è un venditore, Christian Bommelund Christensen un falegname, Anders Fonss un meccanico di barche, Jorgensen è una guardia carceraria, Kempel un costruttore. Il 18enne Kasper Skraep frequenta ancora le superiori.

Video - Tutti i dettagli sul nuovo torneo UEFA: ecco spiegata la Nations League

02:14
0
0