Getty Images

Portogallo ok 3-2 in Polonia: domenica all'Italia "basterà" una vittoria per salvarsi

Portogallo ok 3-2 in Polonia: domenica all'Italia "basterà" una vittoria per salvarsi

Il 11/10/2018 alle 22:38Aggiornato Il 12/10/2018 alle 23:03

Gara emozionante a Chorzow, in cui i padroni di casa passano in vantaggio con il genoano Piatek, sempre più in forma strepitosa. Poi, però, i lusitani calano il tris con André Silva, l'autorete di Glik e il tiro dal limite di Bernardo Silva ad inizio ripresa. Vale poco la girata al 77' di Blaszczykowski. Per gli Azzurri, vincere domenica significherebbe permanenza aritmetica in Serie A.

Portogallo corsaro per 3 a 2 in Polonia. Allo Stadion Slaski, i lusitani di Fernando Santos, sempre privi di Cristiano Ronaldo, salgono a 6 punti nel gruppo 3 di Nations League e mettono un piede e mezzo nella final four di giugno. Un risultato che riduce al lumicino le speranze di vittoria del mini-girone da parte dell'Italia, a cui però basterà (per modo di dire) una vittoria nella gara di Chorzow, in programma domenica sera, per conservare la Serie A. Un successo azzurro in Slesia, infatti, ancorerebbe i polacchi all'ultimo posto dato che in caso di arrivo a pari punti con la selezione di Mancini, sarebbero svantaggiati dagli scontri diretti. Di contro, per l'Italia, in caso di sconfitta, sarebbe retrocessione in B ancor prima dell'ultimo match contro il Portogallo. Ad ogni buon conto, la classifica dopo che tutte e 3 le nazionali hanno disputato due partite, è la seguente: Portogallo punti 6; Polonia e Italia 1.

UEFA Nations League: Poland - Portugal

UEFA Nations League: Poland - PortugalImago

La cronaca della partita

Sotto la spinta del proprio pubblico, la Polonia parte aggressiva fino a passare in vantaggio al 18': cross dalla bandierina di Kurzawa e colpo di testa di super Piatek, che sovrasta lo juventino Cancelo e approfitta di un'uscita a farfalle di Rui Patricio. E' 1-0: per il genoano, alla seconda presenza con la nazionale maggiore, è il primo gol con la Polonia e il quattordicesimo stagionale dopo 13 siglati in maglia rossoblu.

Polonia-Portogallo, Nations League 2018: Krzysztof Piatek esulta dopo aver realizzato il gol del momentaneo 1-0 (Imago)

Polonia-Portogallo, Nations League 2018: Krzysztof Piatek esulta dopo aver realizzato il gol del momentaneo 1-0 (Imago)Imago

Tuttavia, con il vantaggio, i padroni di casa esauriscono la loro spinta e il Portogallo cresce d'intensità, trovando il pareggio al 31' con André Silva - altro attacante al top della forma: Cancelo lavora sulla destra un ottimo pallone sulla destra per Pizzi il quale, da fondo campo, mette al centro un pallone basso che l'ex Milan appoggia facile in fondo al sacco. Sull'1-1 è solo Portogallo e, al 42', i lusitani passano in vantaggio: lancio lungo di Ruben Neves, uscita a vuoto di Fabianski e stop sopraffino di Rafa Silva, anticipato nella conclusione da Glik, che però manda la sfera nella propria porta. E'1-2.

Polonia-Portogallo, Nations League 2018: il difensore polacco Kamil Glik devia nella propria porta il pallone portato avanti da Rafa Silva (Getty Images)

Polonia-Portogallo, Nations League 2018: il difensore polacco Kamil Glik devia nella propria porta il pallone portato avanti da Rafa Silva (Getty Images)Getty Images

Nella ripresa, dopo appena 7', Bernardo Silva cala il tris prendendosi gioco di Kurzawa e della sua debole marcatura, piegando i guantoni di Fabianski, con un sinistro dal limite. L'1-3 sveglia la Polonia, che con i subentrati accorcia le distanze: Grosicki va via a Mario Rui sulla destra (probabilmente portandosi il pallone fuori dal campo, approfittando dell'assenza della VAR) e crossa al centro, dove trova la deviazione maldestra di uno spento Lewandowski e la girata spettacolare dell'ex Fiorentina Blaszczykowski. Il 2-3 non cambierà più, nemmeno dopo le occasionissime a porta vuota dei neoentrati lusitani Renato Sanches (salvataggio sulla linea di Kedziora) e Bruno Fernandes (palla alta) a tempo scaduto.

Joie Portugal contre la pologne

Joie Portugal contre la pologneGetty Images

La statistica chiave

Il tweet

Il migliore

Bernardo SILVA (Portogallo): suo l'acuto del tris portoghese e disegna calcio di qualità, efficace e divertente allo stesso tempo. Da palati fini.

Il peggiore

Rafał KURZAWA (Polonia): l'esterno sinistro dell'Amiens ne combina una dietro l'altra: disattento sull'azione che ha portato al gol André Silva, inadeguato nella marcatura di Bernardo Silva sulla rete dell'1-3.

Il tabellino

POLONIA-PORTOGALLO 2-3

Polonia (4-4-2): Fabianski; Bereszynski (46' Kedziora), Glik, Bednarek, Jedrzejczyk; Zielinski, Krychowiak, Klich (63' Blaszczykowski), Kurzawa (64' Grosicki); Lewandowski, Piatek. CT: Brzeczek.

Portogallo (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Pepe, Ruben Dias, Mario Rui; Ruben Neves, William Carvalho, Pizzi (74' Renato Sanches); Rafa Silva (85' Danilo Pereira), André Silva, Bernardo Silva (91' Bruno Fernandes). CT: Fernando Santos.

Arbitro: Pavel Kralovec (Repubblica Ceca).

Gol: 18' Piatek (Pol), 31' André Silva (Por), 42' aut. Glik (Por), 52' Bernardo Silva (Por), 77' Blaszczykowski (Pol).

Note - Recupero 0+4. Ammoniti: André Silva, Klich, Krychowiak, William Carvalho, Pepe.

poland portugal lewandowski

poland portugal lewandowskiImago

Video - Allegri: "Cristiano Ronaldo è sereno e ha fatto una grande partita"

01:31
0
0